Cultura

Mumec e Casa Masaccio tornano attivi, Madonna del Parto e Albero d'oro visibili al pubblico. Le guide: "Da maggio tour di Arezzo e Cortona"

Tra le strutture che hanno ripreso l'attività ordinaria ci sono il Museo dei mezzi di comunicazione, Casa Bruschi, la Casa Masaccio di San Giovanni Valdarno, il museo di Monterchi e il comunale di Lucignano

Dispenser pronti, ingressi contingentati e porte finalmente aperte. Un film già visto per i tanti musei e centri espositivi della provincia di Arezzo che, nell'ultimo anno, si sono rassegnati ai continui stop and go dettati dalla pandemia. In seguito all'ingresso della Toscana tra le zone gialle ecco che il mondo della cultura si riprende i propri spazi.

Tra le strutture che hanno ripreso l'attività ordinaria ci sono il Museo dei mezzi di comunicazione, Casa Bruschi, la Casa Masaccio di San Giovanni Valdarno, il museo della Fraternita dei Laici il museo civico di Monterchi e il museo comunale di Lucignano. 

Nel fine settimana invece Arezzo tornerà ad ospitare la Fiera Antiquaria che, per l'occasione, sarà allestita nell'area del Prato della fortezza medicea. E sempre nel weekend ripartiranno anche le attività del Centro Giudia. "Si parte con - spiegano le giude aretine - Scopri Arezzo (sabato 1 maggio alle 10.30 costo 10 euro a persona bambini fino a 12 anni gratuito); Scopri Cortona (lunedì 3 maggio alle 11 costo 15 euro a persona (bambini fino a 12 anni gratuito). Le visite guidate si svolgeranno in gran parte all'aperto, in completa sicurezza. Info e prenotazioni obbligatorie al 3343340608 e info@centroguidearezzo.it".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mumec e Casa Masaccio tornano attivi, Madonna del Parto e Albero d'oro visibili al pubblico. Le guide: "Da maggio tour di Arezzo e Cortona"

ArezzoNotizie è in caricamento