Giovedì, 16 Settembre 2021
Cultura

Mostra Permanente della Fauna Selvatica: le iniziative per festeggiare i dieci anni dell'esposizione

In occasione dei primi dieci anni dalla inaugurazione della Mostra Permanente della Fauna Selvatica della Provincia di Arezzo, avvenuta il 28 aprile del 2007, l'amministrazione provinciale ha deciso di celebrare l'anniversario con una serie di...

museo-fauna-provincia5

In occasione dei primi dieci anni dalla inaugurazione della Mostra Permanente della Fauna Selvatica della Provincia di Arezzo, avvenuta il 28 aprile del 2007, l'amministrazione provinciale ha deciso di celebrare l'anniversario con una serie di iniziative.

"Vogliamo evidenziare - spiega il presidente Roberto Vasai - l'importanza della struttura, riconosciuta soprattutto da un successo di pubblico che sin dai primi tempi della sua costituzione ha dimostrato sempre grande apprezzamento per questa iniziativa del nostro ente. Si tenga conto infatti che, solo sulla base delle firme lasciate nei registri delle presenze della mostra, che fra l'altro rileva per difetto il dato reale delle visite, nei primi dieci anni si sono registrati ben 19.000 visitatori: di tutto rispetto se si considera che l'apertura della mostra avviene solo in concomitanza della fiera antiquaria (o su prenotazione, perlopiù da parte delle scuole, nelle mattine infrasettimanali".

Nata in un periodo in cui l'ente Provincia possedeva un ruolo di primo piano nell'ambito amministrativo territoriale e la Provincia di Arezzo, in particolare, si configurava a livello nazionale tra le province "virtuose", in termini di solidità dei bilanci e di efficienza amministrativa, la struttura museale fu concepita nell'ottica di un ulteriore servizio ai cittadini nell'ambito di quelle che allora erano le funzioni della Provincia.

Un investimento, in sostanza, analogo a quanto poco tempo prima, sempre con l'allora Servizio Caccia e Pesca della Provincia di Arezzo, era stato sviluppato col Centro Studi e Ricerche di Casa Stabbi, tuttora in piena attività.

"Il fatto che attualmente il ruolo della Provincia sia stato drasticamente ridimensionato e, con esso, le risorse - prosegue Vasai -, non deve però far sì che tali iniziative siano destinate a morire; anzi, è proprio in risposta alle mutate situazioni generali dell'Ente che è nostro dovere fare in modo che la Mostra Permanente della Fauna Selvatica, come anche il Centro Studi di Casa Stabbi, conservi e porti avanti la sua principale funzione educativa e divulgativa, adottando per quanto possibile tutta quella serie di iniziative che possono contribuire a valorizzarne la struttura". Si è appena concluso il primo evento in occasione del decennale, che prevedeva l'apertura straordinaria della mostra, a partire appunto dal 28 aprile, tutti i giorni fino a domenica 7 maggio. A conclusione di questa settimana di apertura straordimaria si sono registrate ben 600 visitatori.

Il secondo evento è costituito dalla conferenza di sabato 13 maggio alle ore 10.30 presso la Sala dei Grandi: "Mostra Permanente della Fauna Selvatica - 2007-2017 - dieci anni per la conoscenza del patrimonio faunistico".

Questa conferenza, presieduta dal Presidente Vasai, dovrebbe costituire il momento, anche grazie all'esperienza di questi primi dieci anni, per pensare al futuro di questa struttura. Oltre al presidente Vasai saranno presenti il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli; l'ideatore della mostra, Gabriele Chianucci; il dirigente ufficio scolastico provinciale di Arezzo Roberto Curtolo; il curatore del museo della Specola, nonché presidente dell'associazione nazionale Musei Scientifici, Fausto Barbagli.

Sarà inoltre presente il maestro Vinicio Grandini, tassidermista preparatore di tutti gli esemplari presenti nella mostra, col quale sarà possibile, al termine della conferenza fare una visita alla mostra stessa. A partire dalla seconda settimana di giugno nell'atrio d'onore della Provincia è prevista, per un periodo limitato a due settimane, una mostra di foto naturalistiche di Giacomo Bombardi. E' inoltre in fase di programmazione per l'autunno una mostra, sempre nell'atrio d'onore, con esposizione di bandi di caccia medicei e stampe relative a scene di caccia di Giovanni Stradano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostra Permanente della Fauna Selvatica: le iniziative per festeggiare i dieci anni dell'esposizione

ArezzoNotizie è in caricamento