Montevarchi, inaugurazione della sezione archeologica del museo paleontologico

A distanza di poco più di un anno dalla riapertura dell'Accademia Valdarnese del Poggio e del Museo Paleontologico, un altro tassello per la fruizione del patrimonio culturale del territorio e la ricostruzione della storia del Valdarno trova oggi...

museo paleontologico sezione archeologia 3

A distanza di poco più di un anno dalla riapertura dell'Accademia Valdarnese del Poggio e del Museo Paleontologico, un altro tassello per la fruizione del patrimonio culturale del territorio e la ricostruzione della storia del Valdarno trova oggi il suo posto.

Sabato 2 aprile 2016 sarà infatti inaugurata la nuova Sezione Archeologica del Museo Paleontologico che sarà intitolata allo studioso valdarnese Alvaro Tracchi. Il nuovo allestimento si inserisce a completamento del percorso paleontologico, come approfondimento sull’antropizzazione e sulla presenza umana nel territorio. Alvaro Tracchi concentrò il suo impegno e la sua attività di ricercatore sulla topografia storica del periodo classico e sulle testimonianze dei resti archeologici etruschi e romani. I risultati dei suoi studi furono pubblicati in numerosi articoli e nel volume postumo Dal Chianti al Valdarno. Le sale a lui dedicate contengono, oltre ai reperti, i frutti di un lungo lavoro concettuale che la famiglia ha deciso di mettere a disposizione di un vasto pubblico, perché chiunque sia interessato alla storia del Valdarno possa percorrere le ‘impronte’ lasciate dallo studioso sangiovannese. I due ambienti rendono fruibili al pubblico una selezione dei reperti archeologici raccolti da Tracchi in anni di ricognizioni sistematiche sul territorio, manufatti etruschi provenienti dal viterbese e affidati dalla Soprintendenza Archeologia della Toscana al Museo di Montevarchi, monete di epoca romana ed una kelebe funeraria del III-IV secolo a.C. proprietà storiche dell’Accademia. L’esposizione, rappresentativa di momenti salienti delle passate ricerche dell’Istituzione culturale, vuole essere stimolo didattico alla conoscenza storica del territorio. I materiali ceramici, vero e proprio 'fossile guida' della sezione, accompagnano il visitatore alla scoperta delle produzioni più rappresentative del Valdarno - dal bucchero all’aretina - e dei luoghi dove gli oggetti hanno preso forma e sono stati usati. L’allestimento - che mantiene le vetrine originali del Museo - e gli apparati multimediali trovano collocazione in un ambiente affrescato tra Sette e Ottocento, la ‘Sala del Camino’, dal quale le generazioni future potranno intraprendere, attraverso lo studio del loro passato, il loro viaggio verso il futuro.

L'allestimento si deve, oltre che allo sforzo di soci e volontari dell'Accademia, anche al prezioso contributo di imprese sensibili come l'azienda farmaceutica Moretti spa e la CSA Impianti, che grazie al loro sostegno alla cultura del territorio aiutano una istituzione culturale storica e riconosciuta nel suo ruolo culturale anche dalla Regione Toscana, considerata come archivio di memoria e punto di riferimento della conservazione e della fruizione del patrimonio locale, materiale e immateriale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inaugurazione è prevista per sabato 2 aprile 2016 alle ore 10 nella chiesa di Sant'Andrea a Cennano, alla presenza della Soprintendenza Archeologia della Toscana, partner scientifico e titolare della proprietà di gran parte dei materiali. Alla cerimonia interverranno Franek Sznura Presidente dell’Accademia Valdarnese del Poggio, Monica Barni Vice Presidente della Regione Toscana, Roberto Vasai Presidente della Provincia di Arezzo, Francesco Maria Grasso Sindaco di Montevarchi, Maria Angela Turchetti e Ursula Wierer della Sorpintendenza Archeologica della Toscana, Valentina Cimarri e Francesco Papa che hanno curato l’allestimento della sezione archeologica, Elena Facchino Direttrice del Museo Paleontologico. Nel pomeriggio di sabato 2 aprile dalle ore 15 alle 18, le nuove sale saranno visitabili a gruppi di massimo 15 persone in maniera gratuita. Per tutto il giorno successivo, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15 alle 18 con la stessa modalità, sarà applicato un biglietto promozionale di 3 € per gli adulti. Per informazioni e prenotazioni, contattare la segreteria dell’Accademia Valdarnese del Poggio al numero 055-981227 oppure alla mail paleo@accademiadelpoggio.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Corsa a sindaco, tutti i risultati che hanno portato al ballottaggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento