menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monterchi Festival: la XV^ edizione tra concerti a sorpresa e soul music

Da sabato 25 luglio fino a sabato 22 agosto andrà in scena un calendario di eventi dedicati alla musica

Il 25 luglio in Piazza Umberto I alle ore 21,15 in Piazza Umberto I, apre la ormai tradizionale rassegna culturale del “Monterchi Festival”.

Da sabato 25 luglio fino a sabato 22 agosto, infatti, andrà in scena un calendario di eventi dedicati alla musica, che anche quest’anno avrà come luogo principale delle esibizioni la Piazza Umberto I, cuore del centro storico monterchiese.

5 appuntamenti

Il primo, che rientra nel progetto “Chiostri acustici – tra Umbria e Toscana” in collaborazione con il Museo Diocesano di Città di Castello, vedrà il Quartetto Oida, l’Orchestra Instabile di Arezzo impegnato nell’esibizione di celebri brani di musica classica da Vivaldi a Mozart, Pachelbel, Bizet.

A seguire, giovedì 30 luglio “Ritroviamoci” solito, amatissimo appuntamento con lo chansonnier Vittorio Perla e gli artisti monterchiesi per una serata che promette davvero molto: esibizione di violino, tromba, pianoforte, chitarra, percussione, canto e cabaret.

Sabato 8 agosto, Maurizio Marrani Quartet propone un programma ampio che va dalla soul music degli anni ‘60 al Jazz Rock, dalla Fusion alla Bossanova, fino al Blues, per una serata frizzante e divertente.

Antonio Ballarano Trio allieterà la serata gi giovedì 13 agosto, con un viaggio musicale che attraversa il ‘900 dallo Swing Made in Italy al cantautorato popolare.

Conclude il programma del Monterchi Festival, la serata dedicata a De Andrè e la filosofia, un racconto fra parole e melodie alla scoperta dei significati più reconditi della sua visione del mondo.

La rassegna sarà affiancata da un’altra iniziativa “Il Piano di Piero” presso il giardino dei Musei Civici della Madonna del Parto, luogo di incontro e cultura. Un piccolo omaggio musicale ai visitatori che scelgono il nostro Museo e che sostano ben volentieri nello splendido giardino che lo incornicia.

“Ci sono cose all’interno di un’immagine che solo la musica può farci vedere interamente” È riassumibile in questi termini il progetto che vede il pianista Valter Ligi, seduto allo strumento, senza una programmazione precisa, a sorpresa, nei pomeriggi di estate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Documenti

E' ufficiale: la Toscana resta in zona gialla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

  • Psicodialogando

    L’uomo è davvero più interessato al sesso della donna?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento