Mengo Music Fest: Demonology HiFi con Ninja e Max dei Subsonica sul palco di Tortaia

Da mercoledì 5 a sabato 8 luglio al Parco di via Alfieri in zona Tortaia e nel centro storico di Arezzo la 13° edizione del festival. Tra i protagonisti musicali il progetto dei due membri dei Subsonica, sul palco del festival aretino il 7 luglio...

dementology

Da mercoledì 5 a sabato 8 luglio al Parco di via Alfieri in zona Tortaia e nel centro storico di Arezzo la 13° edizione del festival. Tra i protagonisti musicali il progetto dei due membri dei Subsonica, sul palco del festival aretino il 7 luglio

Nei 4 giorni di festival circa 30 band ospiti tra le migliori realtà di Arezzo e provincia e guest nazionali e internazionali del panorama indie-rock e electro. Confermato l'ingresso gratuito.

Annunciate le date ufficiali della tredicesima edizione del Mengo Music Fest, da mercoledì 5 a sabato 8 luglio 2017 al parco di via Alfieri in zona Tortaia e nel centro storico di Arezzo con gli appuntamenti culturali di Mengo Cult. Un'edizione ricchissima, come sempre con ingresso gratuito.

Un nuovo ospite confermato: il progetto di Ninja e Max, rispettivamente batterista e chitarrista dei Subsonica. Venerdì 7 luglio sul palco del Mengo Music Fest, affiancati dalle migliori band emergenti di Arezzo e provincia e da tutta Italia. Le novità principali riguardano sia l'ampliamento dei partner, con importanti nuovi brand nazionali e internazionali a sostenere la manifestazione e l'ampliarsi del programma, da Mengo Cult, curata insieme a Feltrinelli Point e in collaborazione con Confcommercio agli eventi collaterali il festival, tra cui Cinema e After party. Sabato 1 luglio infine ci sarà un'anteprima del festival in occasione della “Notte dello Shopping” e la Fiera Antiquaria di luglio.

Inoltre sarà potenziato lo spazio ristorazione del festival e ci saranno alcune novità anche nel market, con nuove idee e nuove proposte. Anche nella 13° edizione del Mengo Music Fest proseguirà la collaborazione con il Liceo Musicale di Arezzo con cui è avviato un progetto di alternanza scuola/lavoro e circa 15 studenti del Liceo potranno affiancarsi ai musicisti e tecnici per seguire ogni aspetto della manifestazione.

Demonology HiFi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Direttamente dai Subsonica, le due anime irrequiete del batterista Enrico Matta (Ninja) e quella del chitarrista Max Casacci hanno creato Demonology HiFi, un progetto musicale dove l’imperativo è deflagrare groove, spazzando via i confini tra differenti generi musicali. Il primo album, Inner Vox (anticipato dal singolo Totemvisibile qui: https://goo.gl/iAT7G9) è uscito il 20 gennaio 2017 per Sony Music Italy e contiene molte collaborazioni illustri, tra cui Populous, Bunna, Birth, Niagara e Cosmo. Venerdì 20 Gennaio scorso è uscito per Sony Music “Inner Vox”: questo il titolo del disco con cui due predicatori del groove, Max Casacci (Massimiliano Casacci) e Ninja (Enrico Matta) presentano il loro nuovo progetto, Demonology HiFi, che esplora il mondo delle pulsazioni a bassa frequenza, già alla base del suono dei Subsonica. Il primo album di Demonology HiFi arriva dopo due anni di intensa attività di dj set. Max Casacci e Ninja durante questi set si sono sempre presentati in giacca come predicatori e, muniti di crocifissi led made in China, hanno somministrato selezioni “bass”unite a canti gregoriani e frammenti di brani di tutte le epoche, in un crescendo trascinante e caleidoscopio. Il gioco è sempre stato quello di sconfiggere l’oscurità e di invitare alla purificazione attraverso la danza e le voci di radio predicatori FM, come in un gioioso rituale. Da questa lunga fase di sperimentazione è nato “Inner Vox”: l’immaginazione dei due musicisti produttori non si è fermata alla semplice realizzazione di groove originali ed ambiziosi, si è spinta oltre. Sono stati coinvolti ospiti, alcuni dei quali scelti tra i più interessanti esponenti della nuova scena, quella che guarda ormai senza complessi di inferiorità oltre confine: Cosmo, Birthh, Niagara e Populous, senza dimenticare un veterano della scena com Bunna degli Africa Unite. Sono state utilizzate voci e parole espresse in forma di dialogo interiore. Come con una cuffia collegata direttamente alla coscienza. Il desiderio di Max e Ninja, era quello di realizzare un album con spiccata connotazione di appartenenza nei confronti dell’elettronica “bass”, ma privo di “tentazioni” emulative. Come l’alchimista del video di “Totem” i due hanno mescolato in provetta generi e beat, legando il tutto con un’impronta “afro” e ipnotica, a suggerire la relazione rituale tra danza e purificazione. E hanno cercato di lavorare sui brani e sulle strutture con la stessa minuziosa cura con cui si realizzano le canzoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

  • Comunali 2020: liste, candidati, sezioni e voti: tutte le preferenze espresse

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento