Mammuthus di Terranuova, il gigante di 6 tonnellate si stacca dalla pietra

Dopo la conclusione degli scavi nel sito delle campagne di Terranuova Bracciolini, il fossile di Mammuthus meridionalis deve avviare un lungo lavoro di restauro, che ha bisogno di un ambiente adeguato e protetto. Occorre quindi trasportare il...

Perforazione 2 Fonte sabap Wierer (1)

Dopo la conclusione degli scavi nel sito delle campagne di Terranuova Bracciolini, il fossile di Mammuthus meridionalis deve avviare un lungo lavoro di restauro, che ha bisogno di un ambiente adeguato e protetto.

Occorre quindi trasportare il reperto sollevandolo da terra. Operazione non facile, considerando che si tratta di un blocco di circa 6 tonnellate che non deve subire urti o sollecitazioni. La Sovrintendenza, insieme all’Università di Firenze e all’Accademia Valdarnese del Poggio, ha chiesto l’intervento della ditta Giuntini di Pratovecchio specializzata in recuperi archeologici di questo tipo. Il terreno circostante il reperto è stato innanzitutto scavato a ruspa dalla ditta Borri di Terranuova in modo da isolare ulteriormente il blocco che contiene il fossile: è stato quindi forato lo strato di argilla sotto il fossile per costruire una imbracatura con robuste longherine in ferro e con lamiere, tutte saldate tra loro. Cranio e difese sono state protette con schiuma poliuretanica. A questo punto tutto è pronto per l’operazione più delicata, l’effettivo distacco del blocco da terra e il trasporto fuori dal sito.

Per l’avvio di questo lavoro si è attivata una serie di imprese del territorio valdarnese, che hanno offerto materiali, mezzi, supporto tecnico e manodopera. Intorno all’elefante ferve un’attività fatta di competenze diverse, impegno professionale e dedizione, tutta orientata all’impresa memorabile di far muovere al fossile i suoi primi passi dopo 1,5 milioni di anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo continua la campagna di raccolta fondi “SOS Mammuthus” con le votazioni del nome dell’elefante. Il prossimo appuntamento sarà alla Festa del Perdono di Loro Ciuffenna (AR), ma è possibile partecipare anche attraverso il sito del Museo Paleontologico di Montevarchi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento