rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cultura Centro Storico

Giostra, la Colombina vola in alto e conquista la lancia d'oro

Due soli 5 e punteggi bassi (compreso lo 0 di Sant'Andrea), la cronaca della Giostra

Una giostra vinta con un solo 5: il colpo da maestro di Gianmaria Scortecci. Il resto della manifestazione ha regalato un'altalena di emozioni, ma punteggi bassi e carriere mediocri. Basti pensare che Porta del Foro ha chiuso con 7 punti, Colcitrone con 6, Sant'Andrea con 5. A Porta Santo Spirito è dunque bastato un semplice 8 (Cicerchia ha optato per un agile e comodo 3) per portarsi a casa la lancia d'oro. Un punteggio d'altri tempi, verrebbe da dire, viste le performance alle quale la manifestazione ha abituato suoi appassionati nelle ultime edizioni.

Ad aprire le danze è stato Porta del Foro con Francesco Rossi, detto Tallurino. Emozione, ansia, trepidazione: poi un 3. Porta Crucifera si è affidata in prima battuta a Rauco che ha risposto con 4. Poi il colpo da maestro di Scortecci, il più temuto della piazza, che ha portato il 5 a Santo Spirito (colpo non immune da contestazione da parte degli altri quartieri). A chiudere il primo turno, la carriera che si è rivelata più difficile, quella di Saverio Montini che prima marca un 2, ma avendo corso carriera lenta il punteggio è sceso a 0.

Il secondo giro di carriere ha visto Parsi, per i giallo cremisi, marcare 4 punti, Vanneschi fermarsi a 2 e chiudere definitivamente i giochi per i rosso verdi, e Cicerchia dei giallo blu cercare di consolidare il risultato con un semplce 3. Per i bianco verdi, infine, l'unica speranza era un miracolo: con Marmorini è arrivato un cinque. Ma non è bastato. 

Santo Spirito porta così a casa la sua 38esima lancia d'oro, qualla dedicata all'Istituto Thevenin.

Dalla piazza: Nadia Frulli, Claudia Failli, Andrea Avato.

ORE 23,16

Porta Santo Spirito vince la 141esima Giostra del Saracino

Ore 23,13

Marmorini ci prova: colpisce il centro. Ma anche il massimo punteggio non basta. 

Ore 23,10

Mentre Porta Santo Spirito pregusta la vittoria, si appresta sulla lizza Tommaso Marmorini. Le chance per Porta Sant'Andrea sono infinitesimali: il quartiere da 0 punti e l'unica possibilità è quella di spezzare la lancia. 

Ore 23,07

Il giostratore non ha rischiato: ha puntato il 3 e lo ha centrato. Con 8 punti  - salvo un miracolo per Sant'Andrea - ha ipotecato la lancia. E la piazza è già in fibrillazione.

Ore 23,04

Porta Santo Spirito sembra avere ormai la vittoria a portata di mano. È la volta di Elia Cicerchia, che su Olympia difende i colori del proprio quartiere. 

Ore 23,03

Arriva la conferma dell'Araldo: è un due. Colcitrone chiude la giostra con 6 punti.

Ore 23

La carriera è stata veloce, ma il risultato non sembra essere quello sperato. Il cavaliere ha tentato di colpire il centro, ma la lancia sembra aver impattato nel 2.

Ore 22,58

È l'ora del secondo giostratore di Porta Crucifera: si prepara Lorenzo Vanneschi, in sella a Pinocchio, cavallo che ha sostituito Carlito Brigante, scomparso nella notte di giovedì.

Ore 22,57

Tiepidissimo applauso per il 4 di Parsi. Il quartiere rischia ormai di essere fuori dai giochi.

Ore 22,54

Secondo giro di carriere. Riparte Porta del Foro, con il cavaliere Davide Parsi, che punta dritto verso il 5, ma il risultato non è scontato: potrebbe essere un 4.

22,50

Zero punti per Sant'Andrea: Montini aveva marcato un 2, ma la sua carriera è risultata lenta ed è scattata la penalità. 

Ore 22,49

La piazza è calda, caldissima. Le intemperanze da parte dei figuranti si susseguono: e uno di Porta Crucifera è stato espulso. 

Ore 22,46

L'imprevisto è sempre dietro l'angolo nella Giostra: Saverio Montini ha iniziato la carriera, il cavallo però è apparso intimidito dalla piazza: è arrivato alla striscia di partenza e ha fatto marcia indietro. Poi ha ritentato: ma il punteggio non sembra entusiasmante. 

Ore 22,45

Porta Sant'Andrea, ultimo quartiere ad affrontare il Buratto in questo primo turno, schiera subito Saverio Montini, su Syria.

Ore 22,43

La conferma dell'Araldo scatena i quartieristi: Scortecci non sbaglia un colpo e regala subito un 5.

Ore 22,40

Scortecci manda in visibilio la Colombina: carriera limpida, colpo sicuro. Cerca il centro e sembra trovarlo.

Ore 22,38

La scesa in campo di Gianmaria Scortecci scatena i supporter. Con la casacca di Santo Spirito, è uno dei giostratori più temuti. E il pubblico cerca di disturbare la carriera accendendo i flash dei cellulari. 

Ore 22,36

È un quattro. E l'avvio sembra ricalcare la prova generale.

Ore 22,34

Rauco dopo alcune esitazioni, riesce a tranquillizzare il cavallo e da correre verso il Buratto. Cerca il 5, ma il colpo non appare pulito. La parola alla giuria.

Ore 22,31

Scende in lizza Porta Crucifera. La scelta del quartiere ricade su Adalberto Rauco su Romina. La cavalla sembra affrontare con timore la piazza, che alla sua reazione inizia a rumoreggiare. 

Ore 22,30

Delusione giallo cremisi, Rossi ha marcato 3 punti. 

Ore 22,27

L'animo degi giallo cremisi non si infiamma: dopo una carriera veloce, Rossi sembra aver cercato il 4 ma non essere riuscito a centrare l'obiettivo. 

Ore 22,23

È Giostra: Porta del Foro apre le danze e Francesco Rossi, in sella a Rocky, cavallo alla prima esperienza in piazza. Ad accompagnarlo è un ex giostratore giallo cremisi, oggi preparatore atletico, Enrico Giusti.

Ore 22,19

Terra d'Arezzo scioglie i cuori e fa intonare i cori. In piedi, il popolo della Giostra non si risparmia e canta. Perché non c'è Giostra senza inno.

Ore 22,14

È il momento della disfida: i cori piano piano si placano. Il pubblico ascolta, partecipa: Al campo! Alla battaglia! All'Armi! All'Armi!.

Il Maestro di Campo chiede l'autorizzazione a correr giostra alla Magistratura: arriva il consenso. Si aprono i giochi. 

Ore 22,10

Maestro di Campo, il suo vice, i capitani dei quartieri e i cavalieri di casata: l'ingresso in piazza volge lentamente al termine.

Ore 22,07

Si alza in piedi il pubblico della Giostra: i valletti del Comune accompagnano in piazza la lancia d'oro che in questa edizione è dedicata all'Istituto Thevenin.

Ore 22

Scocca l'ora dei giostratori: volano sulla lizza i giallo cremisi, Davide Parsi e Francesco Rossi. Li seguono i rosso verdi Adalberto Rauco e Lorenzo Vanneschi (che temporeggia dietro al pozzo tra i fischi dei quartieristi avversari), poi i giallo blu con Gianmaria Scortecci ed Elia Cicerchia. E ultimi i cavalieri bianco verdi Tommaso Marmorini e Saverio Montini. 

Ore 21,55

La Colombina fa il suo ingresso accompagnata da una coreografia del pubblico che ha sventolato cartoncini giallo e blu e intonato cori. 
E per ultimo ecco Porta Sant'Andrea. Scentolano i fazzoletti in ogni angolo della piazza, applausi si alternano a fischi. 

Una piazza di emozioni

Ore 21,51

È giunta l'ora dell'ingresso in piazza dei quartieri: si scaldano le ugole dei supporter che iniziano a intonare cori. I primi a entrare, come da estrazione delle carriere, entra Porta del Foro. Lo segue Porta Crucifera, croce e delizia della piazza tra fischi e applausi, è un quaratiere che regala sempre un'altalena di emozioni. Palloncini rossi e verdi salgono in cielo, mentre sotto al pozzo, tra il pubblico, si stende un lungo striscione colorato. 

Ore 21,46

È come un grido di battaglia l'urlo che precede i Musici: tamburi e chiarine sono la colonna sonora di ogni giostra. Le sole note evocano i momenti salienti della manifestazione. E gli aretini in piazza Grande li accompagnano scandendo il tempo. 

Ore 21,43

È magia quella che gli Sbandieratori portano in piazza: vessilli al vento e un vero e proprio viaggio nel tempo. Dalle coreografie, alle musiche: pelle d'oca ed emozione alle stelle.

Ore 21,36

Lo spettacolo entra nel vivo, attesissimi ecco gli Sbandieratori. Il loro ingresso è accompagnato dagli applausi, rigorosamente a ritmo di marcia, del pubblico.

Ore 21,31

L'araldo, Sebastiano Francesco Chiericoni, è il primo a risalire la lizza. Inizia così l'ingresso in piazza che per circa 30 minuti animerà la piazza. Entra la Magistratura e si insedia la Giuria. Poi i rettori dei quartieri: Roberto Felici per Porta del Foro, Andrea Fazzuoli per POrta Crucifera, Ezio Gori per Santo Spirito e Maurizio Carboni per porta Sant'Andrea.

Ore 21,30

Il quinto colpo di mortaio rimbomba in tutta la città: la piazza, in fibrillazione, si scioglie in un applauso. E' giostra. E' dal giugno 2019 che la manifestazione non si svolge in edizione notturna: finalmente l'attesa del popolo della Giostra è finita.

La sfilata nel cuore della città

Ore 21,20

La piazza inizia a riempirsi: la sfilata ha regalato grandi emozioni, adesso il grande cuore dei quartieri palpita per l'inzio della sfida.

L'emozione prima dell'ingresso in piazza: i cavalieri


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giostra, la Colombina vola in alto e conquista la lancia d'oro

ArezzoNotizie è in caricamento