L'energia della musica muove gli studenti verso la professione

"Grazie per questa opportunità". Tre minuti di ottima musica e poi la studentessa del Liceo Musicale si è alzata. Flauto in una mano e microfono nell'altra ha trasmesso la sua emozione. Non tanto per la piccola esibizione di stamani al teatro...

liceo_musicale_1

"Grazie per questa opportunità". Tre minuti di ottima musica e poi la studentessa del Liceo Musicale si è alzata. Flauto in una mano e microfono nell'altra ha trasmesso la sua emozione. Non tanto per la piccola esibizione di stamani al teatro Vasariano quanto piuttosto per il concerto di cui anche lei e i suoi compagni di scuola saranno protagonisti domenica prossima. E cioè il Concerto in Badia, diretto dal Maestro Roberto Fabbriciani. "Ho provato - ha detto - con una vera orchestra d'archi. E tra poco suonerò in un grande concerto". Appuntamento domenica 13 novembre, ore 17.30, chiesa della badia di Arezzo, ingresso libero.

"Un concerto - come ha sottolineato Fabbriciani - che è un singolo evento ma che in realtà dura un anno, coinvolgendo gli studenti del Liceo Musicale con le selezioni e poi le prove. Questo tipo di esperienza è fondamentale per chi intende intraprendere la professione del musicista. La teoria è importante ma la pratica è essenziale: io ho iniziato a 15 anni nell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. E dopo molti anni mi ha appassionato trasmettere le mie competenze a questi ragazzi".

Una grande opportunità, quindi, che è stata messa a disposizione da Estra, Fondazione Cesalpino e Liceo Musicale con il progetto Parola alla Musica.

Francesco Macrì, Presidente di Estra: "contrariamente ad altre imprese del nostro settore che non hanno alcun legame con le famiglie e le aziende che servono, noi siamo fortemente legati al territorio. I nostri soci sono i comuni e la nostra azienda è ormai al settimo posto in Italia nel settore: una positiva esperienza di azienda pubblica. La rete realizzata con la Fondazione Cesalpino e con il Liceo Musicale ha una logica: valorizzare le migliori e più significative esperienze della realtà locali. Estra punta, in modo particolare, sugli studenti e sulla formazione, nella convinzione che sia necessario mettere a loro disposizione opportunità educative e formative. E questo nella speranza che il futuro realizzi la concretizzazione dei loro sogni: in questo caso le professioni di musicisti e di tecnici del suono".

Paola Butali, Presidente della Fondazione Cesalpino: "da ormai molti anni, la Fondazione è impegnata nella raccolta di fondi da destinare alla formazione e alla ricerca. Riteniamo centrale la salute e quindi la prevenzione. Destiniamo borse di studi a giovani che si vogliono formare e diventare eccellenze nella professione medica. Ma non solo. I nostri punti di riferimenti privilegiati sono i giovani e da qui la nostra adesione a questo progetto che ci vede impegnati, ormai da molti anni, con Estra e con il Liceo Musicale".

Mariella Ristori, Dirigente Scolastica: "questa non è soltanto un'esperienza di alternanza scuola / lavoro ma una concreta possibilità per i nostri giovani di incontrare professionisti del settore. Hanno svolto e svolgono le attività tipiche dell'attività artistica: selezioni, prove e quindi concerto. Nel corso del progetto hanno anche potuto confrontarsi con musicisti ed esperti per avere un quadro ancora più chiaro del contesto professionale nel quale intendono inserirsi".

Ed ecco la "formazione" del Liceo Musicale che andrà in scena il 13 novembre: Viola Bambini, Giulia Innocenti, Teresa Morandini, Matilde Rosati al flauto; Elena Belardi e Davide Panichi alla tromba; Davide Commone, trombone; Emanuele Caporali, Giovanni Tramonti, sax contralto; Fabio Marconi, timpani; Enrico Farsetti, Angelo Gragnoli, Rachele Innocenti, Rebecca Tofani, violino; Danis Pagani, pianoforte; Emilio Gatti, Alessandro Giacchi, Ludovico Longi, Alberto Mazzi, Bruna Modica, Andrea Santiccioli, tecnici musicali. Leonardo e Sveva Chiarot, violoncello

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il concerto si terrà nella chiesa della Badia ad Arezzo domenica 13 novembre con inizio alle ore 17.30. Sotto la direzione del Maestro Roberto Fabbriciani si esibiranno il Quartetto di Fiesole (Alina Company e Simone Ferrari violini; Flaminia Zanelli viola e Sandra Bacci violoncello); Jasna Corrado Merlak, arpa; il Coro Vox Cordis diretto da Lorenzo Donati e gli studente del Liceo Musicale Francesco Petrarca. La serata sarà presentata da Luisella Botteon e verranno eseguite musiche di J.S. Bach, N. Sani, W.A. Mozart e di altri autori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento