Sabato, 24 Luglio 2021
Cultura

L'associazione aretina Streetfood debutta anche all'estero. Ricciarini: "Portiamo così l'italianità nel mondo"

Parte nel segno del tricolore e della festa nazionale lo Street Food Village di Beausoleil, cittadina francese alle porte del Principato di Monaco dove fino a domenica 3 giugno è in corso l’evento promosso dall’associazione italiana Streetfood che...

SF Beausoleil 3

Parte nel segno del tricolore e della festa nazionale lo Street Food Village di Beausoleil, cittadina francese alle porte del Principato di Monaco dove fino a domenica 3 giugno è in corso l'evento promosso dall'associazione italiana Streetfood che valorizza il cibo di strada. Il taglio del nastro è stato un simbolico gemellaggio che oltre al presidente di Streetfood, Massimiliano Ricciarini, ha visto la presenza di sua eccellenza l'ambasciatore italiano a Montecarlo, Cristiano Gallo, e del sindaco di Beausoleil Gerard Spinelli. Un taglio del nastro congiunto italiano e francese e bandiere unite dei due paesi.

«Nel decimo anno della nostra associazione - ha detto dal palco di Beausoleil Massimiliano Ricciarini - siamo lieti di poter dare il via dalla Francia ad eventi che guardano fuori dai confini italiani perché nelle nostre iniziative portiamo l'italianità del cibo di strada nel mondo, noi che abbiamo come obiettivo quello di promuovere la cultura del cibo con particolare riguardo alle cucine di strada d'Italia e del Mediterraneo Per questo un ringraziamento va agli uffici del Comune, al pubblico e agli chef di strada che hanno partecipato e hanno creduto nel progetto di esportare la piadina romagnola e non solo». Nel giorno del taglio del nastro congiunto le autorità hanno anche inaugurato un monumento dei caduti Italo-Francesi della Grande Guerra e a Nizza si è giocata la partita di calcio Francia-Italia.

Partita insomma la prima edizione all'estero dello Streetfood Village con soddisfazione di tutti i presenti: pubblico, chef di strada e autorità. Fino a domani faranno da contorno le musiche della tradizione partenopea con i "Two singers" capeggiati da Carlo Mei cantante tra l'altro della sigla della famosa sitcom "Un Posto al Sole".

Lo Streetfood Village. Nell'area del cibo di strada saranno presenti molti truck e alcuni gazebo: Arrosticini Abruzzesi, Bombette di Alberobello, Hamburger di Chianina IGp certificata e lampredotto, pasta fresca piemontese cotta espressa da un'apecar, Un'altra apecar proporrà dei dolci di stampo europeo. Ci sarà poi la cucina di strada siciliana con i simboli dei mercati rionali storici come Ballarò e Vucciria: pane ca' meusa, arancine, pane e panelle, cannoli e stigghiole. Dall'Emilia Romagna la carne di mora Romagnola cotta in stile USA al barbecue e la mitica Piada Romagnola e gnocco fritto con salumi. Dal Mediterraneo arriva la Paella spagnola con sangria. Ad accompagnare il tutto non mancherà birra artigianale italiana dalla Toscana e dal Friuli Venezia Giulia in un truck con la tendina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'associazione aretina Streetfood debutta anche all'estero. Ricciarini: "Portiamo così l'italianità nel mondo"

ArezzoNotizie è in caricamento