Lunedì, 20 Settembre 2021
Cultura

Laboratorio di world music dell'Orchestra Multietnica di Arezzo tra creatività e pari opportunità

Primavera di creatività, pari opportunità e partecipazione ad Arezzo con l’avvio del laboratorio di world music condotto dall’Orchestra Multietnica di Arezzo e dedicato a giovani richiedenti asilo, immigrati di seconda generazione e ragazzi...

laboratorio-oma-maggio-2018

Primavera di creatività, pari opportunità e partecipazione ad Arezzo con l'avvio del laboratorio di world music condotto dall'Orchestra Multietnica di Arezzo e dedicato a giovani richiedenti asilo, immigrati di seconda generazione e ragazzi italiani interessati a rinnovare con timbri e colori musicali i propri linguaggi.

Il workshop, realizzato in collaborazione con gli operatori del progetto SPRAR e della Rete Centofiori, ha preso avvio martedì 15 maggio e proseguirà con appuntamenti settimanali fino al concerto previsto per martedì 19 giugno all'Arena Eden di Arezzo, a conclusione del progetto "P come Pari Opportunità e Partecipazione" che, oltre all'Orchestra Multietnica di Arezzo, sta coinvolgendo in questo stesso momento i Circoli Eureko e Baobab nella realizzazione di un laboratorio di musica Rap e di un cortometraggio dal titolo "Ti racconto il mio paese e le sue storie". Le iscrizioni al workshop di world music sono ancora aperte. Per informazioni rivolgersi all'Orchestra Multietnica di Arezzo al numero 0575 27961 o presentarsi all'incontro di martedì 22 maggio presso la Casa delle Culture, sede attuale del laboratorio.

Collegato al progetto "P come Pari Opportunità e Partecipazione" andrà in scena mercoledì 23 maggio, in occasione della rassegna "Messaggi", il laboratorio produttivo "Musica dal mondo" curato da Enrico Fink, Massimiliano Dragoni e i musicisti dell'OMA e rivolto agli studenti del Liceo Musicale di Arezzo. Tra gli obiettivi generali del laboratorio è da segnalare l'impegno, attraverso la musica, a favorire il mantenimento del contatto con la cultura d'origine per i G2, sviluppare e facilitare occasioni d'incontro, confronto interculturale e scambio tra giovani stranieri e giovani italiani, valorizzare la presenza nei nostri territori di comunità di diversa lingua, cultura e provenienza e promuovere una cultura del diritto di asilo e dell'accoglienza. Il laboratorio è stato altresì un importante momento di analisi e confronto con la "professione del musicista", esecutore e tecnico di palcoscenico, tramite il coinvolgimento degli studenti in un percorso di alternanza scuola-lavoro in collaborazione con l'Istituto scolastico aretino e Officine della Cultura.

Il progetto "P come? pari opportunità e partecipazione" è a cura di Orchestra Multietnica di Arezzo, Arci Solidarietà Arezzo e Circolo Eureko in partenariato con il Liceo Classico Musicale "F. Petrarca" di Arezzo, l'Istituto Omnicomprensivo "G. Marcelli" di Foiano della Chiana, Officine della Cultura, Rete Teatrale Aretina e Circolo Baobab. Un progetto realizzato a valere sul Bando "Il volontariato per la comunità 2017" del Cesvot finanziato con il contributo di Regione Toscana Giovanisì in accordo con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratorio di world music dell'Orchestra Multietnica di Arezzo tra creatività e pari opportunità

ArezzoNotizie è in caricamento