Venerdì, 17 Settembre 2021
Cultura

Laboratori, giochi e concerti: l'Arezzo Celtic Festival entra nel vivo

La quarta edizione dell'Arezzo Celtic Festival entra nel vivo tra laboratori, giochi, musica e seminari. Organizzata dall'associazione culturale Cerchio delle Antiche Vie con il patrocinio del Comune e della Provincia di Arezzo e della Regione...

Arezzo Celtic Festival - Mauro Melis (2)-2

La quarta edizione dell'Arezzo Celtic Festival entra nel vivo tra laboratori, giochi, musica e seminari. Organizzata dall'associazione culturale Cerchio delle Antiche Vie con il patrocinio del Comune e della Provincia di Arezzo e della Regione Toscana, la festa dedicata al magico mondo dei Celti trasforma ancora una volta il parco di Villa Severi in un villaggio dell'antichità tra le cui vie gli spettatori potranno partire alla scoperta delle tradizioni e dei costumi celtici e romani.

Tra mercatini, ricostruzioni storiche e stand gastronomici, il programma di sabato 24 giugno si presenta ricco di iniziative che, a partire dalle 11.00 di mattina quando apriranno gli accampamenti, coinvolgeranno appassionati e curiosi fino a tarda notte.

L'appuntamento clou della seconda giornata avrà infatti luogo in notturna: alle 00.30, il druido Merlino procederà all'accensione del Fuoco Sacro di Litha dando il via ai festeggiamenti tipici del solstizio d'estate.

«L'accensione del fuoco rievoca la celebrazione del trionfo del sole - spiega Mauro Melis, presidente dell'associazione Cerchio delle Antiche Vie ed organizzatore del festival. - Si tratta di una festività pagana che ancora viene onorata dai druidi di Inghilterra della celebre Stonehenge. Per rendere ancor più veritiero questo momento di rievocazione, abbiamo riprodotto il monumento originale anche nel parco di via Redi, rendendo ancor più suggestiva l'atmosfera della festa».

Fin dalla primo pomeriggio, non ci sarà da annoiarsi: con l'apertura del mercatino tematico alle ore 16.00, prenderanno il via, nell'area degli accampamenti storici di celti e romani, numerose attività di didattica che sapranno affascinare i partecipanti di tutte le età. Si parte alle 16.30 con la conferenza "Gli antichi signori del bosco" curata dall'esperto Federico Gasparotti e dedicata al simbolismo degli alberi sacri nella tradizione druidica, per proseguire alle 17.00 con un torneo di giochi antichi e con tre workshop concernenti l'arte della sartoria, l'arpa magica e i cristalli druidici, rispettivamente tenuti da Patrizia Niamh e Sandra Gealach, da Fabia De Luca e da Nadia Rosso. Ma i laboratori continuano alle 18.00 con i più temerari che potranno cimentarsi in un corso di danze di gruppo irlandesi coordinato da Gens D'Ys. Anche i più piccoli potranno sbizzarrirsi con tante iniziative pensate su misura per loro: dalle 15.00 sarà infatti possibile partire per brevi passeggiate a cavallo, mentre alle 17.30 l'autrice Serena Carnemolla, voce ufficiale del festival a fianco di Nico Mezzetti, intratterrà i ragazzi con il laboratorio di scrittura creativa "La tua favola celtica". E mentre gli stand gastronomici saranno attivi a pranzo dalle 12.00 e la sera dalle 19.00, il dopo cena vedrà i riflettori accendersi sugli Hidden Note & Gens D'Ys per un'esibizione di brani tipici della tradizione irlandese, sullo spettacolo di fuoco a cura di Carlo III e sull'attesissimo concerto di contemporary folk della Massimo Giuntini Band.

«La musica non si esaurirà nemmeno dopo il termine dei concerti, selezionati grazie alla direzione artistica del musicista aretino Massimo Giuntini - prosegue Melis. - La festa proseguirà infatti ancora per qualche ora nell'area del Celtic Music Jam Pub, dove gli spettatori potranno vivere le autentiche atmosfere dei locali irlandesi e godere della nostra musica itinerante con l'arpa di Valerio Mauro, il violino di Sergio Vezzoni e il ritmo travolgente del Clan della Fossa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratori, giochi e concerti: l'Arezzo Celtic Festival entra nel vivo

ArezzoNotizie è in caricamento