Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

La Notte dei ricercatori svela le voci dei "tetti rossi". E poi escursioni, libri e convegni: la mappa del divertimento in provincia

VENERDI' 28 SETTEMBRE Arezzo Alle 21 Francesco Repice (storica voce di Rai Radio 1) presenta “Roma. La Sera dei Miracoli”, il racconto della storica partita di champions Roma – Barcellona e della storia romanista. A cura dell’Associazione...

pionta_palazzina_orologio

VENERDI' 28 SETTEMBRE

Arezzo Alle 21 Francesco Repice (storica voce di Rai Radio 1) presenta "Roma. La Sera dei Miracoli", il racconto della storica partita di champions Roma - Barcellona e della storia romanista. A cura dell'Associazione "cultura nazionale".

Arezzo Presso l'Accademia Petrarca di Lettere, Arti e Scienze di Arezzo alle ore 17,30, il Socio ordinario prof. Mario Calamia, già professore ordinario di Campi elettromagnetici presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Firenze, parlerà sul tema "Dai graffiti agli e-moji. Dall'immagine all'immagine. L'intreccio tra linguaggio e tecnologia". Un argomento di estrema attualità, che tuttavia - sotto alcuni aspetti legati al linguaggio delle immagini - richiama tecniche risalenti alle origini della civiltà: dai graffiti, appunto, agli e-moji (i simboli pittografici, le "faccine", che molti usano negli SMS e nella posta elettronica). L'avvenimento si svolgerà presso la sede storica dell'Accademia "Casa del Petrarca" in Arezzo, via dell'Orto n. 28. La manifestazione sarà aperta alla cittadinanza con ingresso libero e gratuito.

Arezzo Notte dei ricercatori

La Verna Eccezionale apertura in notturna del Santuario Francescano della Verna che per la prima volta alle 20 accoglierà il grande pubblico in un affascinante ed inedito incontro durante il quale saranno svelati luoghi storici mai visti prima. Si tratta di un'opportunità unica che permetterà ai visitatori di immergersi in un percorso suggestivo, illuminato dalla sola luce delle candele, alla scoperta della spiritualità e della cultura francescana, in ambienti solitamente preclusi che custodiscono meraviglie artistiche di inestimabile valore.

La Verna

Montevarchi Previsto in origine per il 15 settembre scorso e rinviato per impedimento dell'autore, l'incontro dedicato all'Affaire Moro avrò luogo alle ore 18, sempre presso il Centro Pastorale G.Guerra in Via dei Mille a Montevarchi. Inquadrato nel ciclo che l'Associazione G. Vestri ha chiamato L'Autunno della Repubblica e dedicato alla storia dell'Italia repubblicana, l'incontro avrà al centro il volume di Giuseppe Fioroni e Maria Antonietta Calabrò intitolato Moro, il caso non è chiuso. La verità non detta, pubblicato dalle Edizioni Landau di Torino.

Sarà proprio Giuseppe Fioroni, già deputato e Presidente dell'ultima Commissione Parlamentare d'inchiesta dedicata al rapimento e alla morte del leader democristiano, a fare il punto delle verità emerse e di quelle ancora da approfondire su un evento che rappresenta senza dubbi uno degli snodi fondamentali della storia dell'Italia repubblicana. Uno snodo nel quale emerge il complicato contesto internazionale nel quale il Paese era inserito, le difficoltà della politica ad operare in autonomia e a rispondere alle nuove domande sociali che le grandi trasformazioni degli anni Cinquanta e Sessanta avevano prodotte. Uno snodo nel corso del quale la crisi degli equilibri post bellici si palesa in maniera esplicita.

A dialogare con Giuseppe Fioroni sarà Filippo Boni, giornalista e storico, a sua volta autore di un volume dedicato agli uomini della scorta di Aldo Moro uccisi nell'agguato di Via Fani.

Introdurrà l'incontro Vincenzo Caciulli, Presidente dell'Associazione Guido Vestri.

Sansepolcro "Il Duomo di Sansepolcro: giochi prospettici nella città di Piero" in programma venerdì 28 settembre alle 21:00 nella cattedrale di Sansepolcro.

Sestino Dal 27 al 29 settembre a Ponte Presale di Sestino, l'iniziativa , che aggiunge una lunga storia con la qualifica anche di "Antica fiera del Ranco", vedrà convogliati numerosi capi di bestiame della razza più emblematica dei bovini italiani. L'impegno organizzativo è notevole, soprattutto in questi tempi di diffuse difficoltà, ed il merito va all'ANABIC e al suo presidente Luca Panichi, alla ARAT toscana, presieduta da Roberto Nocentini e al braccio operativo Claudio Massaro. Ma l'importanza della manifestazione è dichiarata dalla partecipazione della Regione Toscana fin dalla nascita della manifestazione, dei Comuni di Badia Tedalda e di Sestino, della Camera di Commercio e della Unione dei Comuni della Valtiberina.

Il programma della "due giorni", se segue uno "status" consolidato, mostra chiaramente gli scopi che l'avvenimento si propone. Venerdì, 28, subito dopo l'apertura, inizierà la "Gara di giudizio" degli Istituti di Agraria. Alle ore 10 un incontro molto "didattico" rivolto agli allevatori, nel quale verranno affrontati finanziamenti al settore, gli aspetti della ricetta elettronica, la gestione dei reflui e le caratteristiche delle varie speci foraggiere per l'alimentazione della linea "vacca-vitelli da ingrasso". Nel pomeriggio verrà inaugurata la IV° edizione del concorso per le scuole "Dove vive la Chianina. Storie, racconti, disegni e rappresentazione dei luoghi dove vive il "gigante bianco". Una novità è la gimkana trattoristica che partirà nel pomeriggio di venerdì per concludersi il sabato pomeriggio, 29 settembre.

Sempre nei giorni 28 e 29 si svolgerà il tradizionale mercato dei "torelli selezionati", che costituisce il punto focale dell'andamento del mercato.

"L'importanza di questo annuale appuntamento - ha dichiarato il sindaco di Sestino, Marco Renzi, che ospita nella frazione di Ponte Presale l'evento - non è solo per il settore degli allevatori: è per tutta l'economia delle nostre comunità. Sono, infatti, ben 23 le aziende di allevatori in Comune di Badia Teddalda e 32 nel Comune di Sestino, cioè danno lavoro alla maggior parte delle nostre popolazioni e lo fanno con un prodotto di altissima qualità, che si sposa con la qualità ambientale. Si comprende bene, quindi, che sostenere il settore, con questa e anche con altre iniziative, significa mantenere la vita e il futuro per le nostre popolazioni".

In effetti l'approdo alla "Chianina in montagna" e al "Centro fiere e centro genetico e selezione manze" intitolato a Silvio Datti, è stato il fine di un lungo processo di ammodernamento della agricoltura appenninica, grazie al quale in parte si è bloccato l'esodo- il secondo dopo quello degli anni Cinquanta-Sessanta del secolo scorso - che avrebbe desertificato le aree interne.

Le cifre parlano chiaro - sostengono gli allevatori- il maggior numero di allevamenti della razza Chianina, dopo la rarefazione nelle zone di pianura, sono in montagna: la Valtiberina nel suo complesso ne ha ben 105.

I giorni della mostra sono anche l'occasione per convolare a tavola con i migliori piatti della cucina tradizionale e della carne della Chianina. SABATO 29 SETTEMBRE Arezzo Alle 18 Alberto Trevellin presenta "La Via della Montagna, perché gli uomini amano andare verso l'alto", un racconto sulla montagna e sulla passione dell'uomo per le vette e le sfide che i monti racchiudono. A cura del Club Alpino Italiano. Arezzo In piazza San Michele, dalle 15 alle 19 l'UNICEF Italia, grazie alla mobilitazione di oltre 1.500 volontari dei Comitati locali, celebra la festa dei nonni (2 ottobre) con tante iniziative e attività e per sostenere la campagna "Ogni bambino è Vita". Arezzo International Tobacco Agency quest'anno celebra il ventesimo anniversario dall'apertura del primo Deposito Fiscale Umidificato in Italia. Prima, i sigari arrivavano in Italia e non venivano conservati correttamente in ambiente umido. Questa ricorrenza viene festeggiata ad Arezzo con un programma di eventi patrocinato dal Comune durante il quale saranno presenti le massime istituzioni del tabacco a livello nazionale e internazionale.

Le danze si apriranno sabato 29 settembre alle 17 al Teatro Petrarca, con il benvenuto da parte delle istituzioni cittadine e dell'ambasciata dominicana, paese numero uno nell'esportazione di sigari Premium al mondo, che porterà in città anche la Delegazione del Tabacco Dominicano, con il presidente Henky Kelner accompagnato da altri importanti produttori e membri: Manuel Inoa, Abe Flores, Lito Gomez, fondatori di prestigiosi marchi.

Tutti hanno scelto Arezzo come una delle sole tre tappe europee del Procigar 2018. Dopo l'aperitivo al teatro, i partecipanti si sposteranno in Piazza Grande con ospite d'onore sempre il sigaro. Arezzo Presso il Teatro Vasariano in Piazza del Praticino, si svolgerà Con-Fligere: un momento di riflessione ed esplorazione sul tema del conflitto, aperto alla cittadinanza. E' l'incontro finale di un corso di aggiornamento insegnanti pensato per esplorare il tema del conflitto nelle sue varie declinazioni: in classe, con le famiglie, fra colleghi, con le istituzioni. E come il conflitto entri fra le mura domestiche. La tavola rotonda delle ore 14,15 coinvolge i formatori che hanno collaborato al corso: esperti d'eccezione di vari linguaggi, di vari approcci, con competenze che nell'insieme hanno offerto ai fruitori, una visione a tutto tondo del mondo del conflitto. Intervengono: Alessandra Forte: MusicAr Terapeuta nella Globalità dei Linguaggi Silvia Martini: MusicArTerapeuta nella Globalità dei Linguaggi, Gestalt Counselor, Benedetta Piantini: Arteterapeuta Marzia Sandroni:responsabile dell'Ufficio Comunicazione e Marketing Etico dell'Azienda Usl Toscana Sud Est, Iasmina Santini: Dirigente scolastico, Fabio Toffano: Pedagogista, Educatore Professionale, Demostenes Uscamayta Ayvar: Mediatore, Esperto in Comunicazione Sociale, Francesco Zarro: Psicologo, Psicoterapeuta, Nell'occasione verrà presentato 'Le Parole sono importanti' : Video Interviste svolte durante il corso, in collaborazione con l'associazione Segni Concreti. L'incontro prosegue alle 17,15 con la coinvolgente Lectio Magistralis di Franco Pastore, avvocato e psicologo ideatore di nuovi approcci di Mediazione Familiare, su un tema quanto mai diffuso ed attuale: 'dal mito dell'anima gemella alla guerra dei Roses'. Arezzo Inizio Anno 2018 per adulti e studenti universitari che Comunione e Liberazione propone a tutti all'indomani della ripresa delle attività lavorative e di studio dopo la pausa estiva. Anche quest'anno si terrà in collegamento audio-video contemporaneamente con altre 100 città in Italia in diretta da Milano con don Julián Carrón presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione. L'appuntamento è presso il salone parrocchiale di Sant'Agnese in Pescaiola con inizio alle ore 15.30 (ingresso a partire dalle ore 15.00) a seguire celebrazione della S. Messa e conclusione prevista per le ore 18.00. Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa mail: clarezzo@gmail.com Arezzo Alle 21,15 è in programma lo spettacolo Petit Bal a cura di Contaerea Asd con il patrocinio del Comune di Arezzo. Appuntamento in piazza San Francesco. Lo spettacolo è un omaggio a Le Bal, il film di Ettore Scola del 1983 candidato all'Oscar come miglior film straniero. L'ambientazione è una sala da ballo della periferia, anni Quaranta. Qui si incontrano ogni sabato delusi ed esclusi, tutti celibi e tutti lì per il ballo, unica possibilità di amare e sognare. Nello spettacolo proposto da Contraerea, muto come l'originale, si raccontano diverse storie di amicizia e amore, corrisposto o no, con leggerezza e ironia. In un circo contemporaneo che unisce discipline aeree, come il tessuto, il cerchio, il trapezio e le cinghie a discipline di equilibrismo e acrobatica a terra. Regia: Sara Venuti. Con Riccardo Albertoni, Ware Carlton Ford, Francesca Ceravolo, Stella Gori, Nicoletta Martini, Veronica Noferi, Bianca Laura Pedone, Elisa Severi e Sara Venuti. Cavriglia Un'iniziativa che mira a sottolineare l'importanza della solidarietà al femminile grazie soprattutto al lavoro dalle associazioni attive nel nostro territorio che operano contro la violenza sulle donne e ne favoriscono la coesione attraverso attività ricreative e culturali. Nel pomeriggio amministrazione comunale e Centro Sociale Filo D'Argento consegneranno il ricavato del "Pranzo della donna" alle associazioni attive nel territorio cavrigliese che negli anni si sono adoperate per tutelare e valorizzare le donne. La consegna avrà un forte valore simbolico.

La cerimonia, che coinvolge le associazioni Pronto Donna, Eva con Eva, il Gruppo Auser AFA di Cavriglia e Fidapa Valdarno, si svolgerà sabato 29 settembre alle 16 e 30 presso il Centro Sociale Filo D'Argento di Cavriglia. Previsti gli interventi del Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni, del Consigliere Regionale della Toscana Valentina Vadi, dell'Assessore alle Pari Opportunità Claudia Patti e del presidente del Centro Sociale cavrigliese Alberto Agnolucci.

Sansepolcro Si terrà la presentazione del libro "Omaggio al Merletto di Sansepolcro", un'ampia raccolta fotografica dedicata all'arte del merletto, tra i simboli della tradizione e della cultura del capoluogo biturgense. L'evento avrà luogo alle ore 16 all'interno degli spazi dell'associazione Il Merletto nella Città di Piero in Piazza Garibaldi 2, proprio accanto al celebre statua dedicata alle merlettaie del Borgo. Il volume, curato dalla presidente dell'associazione Lelia Riguccini e realizzato grazie alla preziosa donazione di Leo Checcaglini, raccoglie le opere i momenti più significativi della scuola di merletto a Sansepolcro.

Sestino Dal 27 al 29 settembre a Ponte Presale di Sestino, l'iniziativa , che aggiunge una lunga storia con la qualifica anche di "Antica fiera del Ranco", vedrà convogliati numerosi capi di bestiame della razza più emblematica dei bovini italiani. L'impegno organizzativo è notevole, soprattutto in questi tempi di diffuse difficoltà, ed il merito va all'ANABIC e al suo presidente Luca Panichi, alla ARAT toscana, presieduta da Roberto Nocentini e al braccio operativo Claudio Massaro. Ma l'importanza della manifestazione è dichiarata dalla partecipazione della Regione Toscana fin dalla nascita della manifestazione, dei Comuni di Badia Tedalda e di Sestino, della Camera di Commercio e della Unione dei Comuni della Valtiberina. Anche oggi il tradizionale mercato dei "torelli selezionati", che costituisce il punto focale dell'andamento del mercato.

Stia Sabato al Planetario, con il sole entrato nella posizione di equinozio il 23 settembre, si apre nel cielo notturno del Parco nazionale l'autunno astronomico. A partire dalle 21, sotto la cupola, si parlerà delle costellazioni che, in questo periodo, dopo il crepuscolo, ci appaiono a levante e che, nei mesi a venire, vedremo sempre più alte nel cielo delle prime ore della notte.

Le più note di queste costellazioni sono Perseo, Pegaso e Andromeda: personaggi mitologici che alla storia di quest'ultima si ispirano.

La galassia di Andromeda, composta da miliardi di stelle, si presenta come una macchia a forma di fuso, allungato in senso nord-est/sud-ovest. La prima osservazione documentata risale al 964 e si deve all'astronomo persiano Abd al-Rahm?n al-S?fi. Si trova nella parte di cielo definita dalle stelle della omonima costellazione e nelle notti più scure è visibile anche a occhio nudo pur trovandosi distante dalla nostra galassia circa 2,5 milioni di anni luce.

La serata proseguirà all'esterno con l'osservazione del cielo di questo periodo.

Il costo del biglietto di ingresso è cinque euro. Gratuito per i bambini sotto i 7 anni e per persone diversamente abili.

Per informazioni e prenotazioni si possono contattare il centro visita del Parco di Badia Prataglia (tel. 0575. 559477); la cooperativa Óros (tel. 335. 6244537; info@orostoscana.it) oppure l'ufficio informazioni del Parco (0575. 503029). DOMENICA 30 SETTEMBRE Arezzo Si rinnova anche quest'anno il tradizionale appuntamento con l'apertura dell'anno serrano che si svolgerà come di consueto in occasione nel triduo di preparazione ai festeggiamenti per la ricorrenza di S.Francesco. L'evento che si svolgerà alle 16:45 presso la Basilica di San Francesco in Arezzo, è aperta a tutta la cittadinanza ed il Serra Club auspica una grande partecipazione sia per la qualità degli interpreti che per l'importanza e la bellezza propri dell'evento; sarà inoltre l'opportunità per raccogliere offerte per contribuire ai progetti di solidarietà promossi da Casa Betlemme, associazione della nostra Diocesi. Dopo la S.Messa che all'evento farà seguito, si aspettano gli amici serrani ed i simpatizzanti nelle sale del Convento per un rinfresco che aprirà l'anno sociale 2018-19. Arezzo In piazza San Michele, dalle 15 alle 19 l'UNICEF Italia, grazie alla mobilitazione di oltre 1.500 volontari dei Comitati locali, celebra la festa dei nonni (2 ottobre) con tante iniziative e attività e per sostenere la campagna "Ogni bambino è Vita". Arezzo Teatro in vernacolo aretino alla Rsa di Pescaiola Castel San Niccolò A Borgo alla Collina, nel Castello del Landino, l'Accademia Casentinese alle ore 10:45 presenta l'incontro "La Chiesa che cambia. La Cristianità aretina dalla Liberazione al Concilio Vaticano II", con Monsignor Fabrizio Vantini, Vicario Generale della Diocesi di Arezzo, Cortona e San Sepolcro. Gello Biscardo /cultura-eventi-spettacolo/gita-matti-la-fiab-porta-partire-alla-volta-gello-biscardo/ Cortona A Cortona si svolgerà la 5ª edizione del Torneo della Civetta, appassionante sfida in costume medievale tra i migliori arcieri d'Italia. Il torneo fa parte del circuito della Lega Arcieri Medievali. ll programma del Torneo della Civetta di Cortona prevede vari eventi che inizieranno al mattino per proseguire fino alla sera. Dopo la ricognizione con i maestri d'arco, alle 09:00 inizierà il torneo vero e proprio. Alle 16:00 sono previste la sfilata del Gruppo Storico Città di Cortona e la premiazione. Il Torneo della Civetta è organizzato dalla Compagnia Arcieri della Civetta, nata nel 2011 per promuovere questa affascinante attività legata al passato di Cortona. Lierna (Poppi) A Lierna si terrà la prima Rievocazione storica medievale. Spostata per maltempo, questa volta l'evento sarà arricchito dalla presenza di tanti ex giostratori del Saracino di Arezzo. Da Nanni Capacci a Maurizio Fulio e Gabriele Innocenti e tanti altri nomi conosciuti nel contesto aretino quando si parla di giochi di abilità cavallereschi. Ma a Lierna il 30 Settembre non ci saranno solo loro: questa grande macchina del tempo ci riporterà tutti al Medioevo con cavalli e cavalieri vestiti per la battaglia, falconieri pronti per la caccia con i loro rapaci, sbandieratori che si misureranno sul terreno dell'arte di "maneggiar l'insegna". Con ritrovo previsto per le 14.30 dalla piazza del paese - antistante l'antica porta che segna l'ingresso alla cinta muraria del Castello - il corteo partirà alla volta dell'area verde. Il corteo sarà composto da figuranti in costume. L'apertura dei giochi sarà nelle mani e nelle abilità degli Sbandieratori di Bibbiena che apriranno la manifestazione con uno spettacolo mozzafiato guardando il maniero di Poppi che si erge all'orizzonte. A quel punto inizieranno i giochi cavallereschi grazie alle abilità dei cavalieri e dei cavalli addestrati. Seguirà lo spettacolo del volo dei rapaci tenuto dal falconiere Gherardo Brami. Il falco addestrato si libererà nel cielo di Lierna e terrà tutti col fiato sospeso con la sua eleganza, precisione e velocità. Gli sbandieratori torneranno in pista per una seconda volta, così come lo spettacolo dimostrativo dei cavalli. Il tutto fino alle 18 quando le quattro contrade di Lierna si saranno misurate in giochi di abilità tipici del Medioevo.

Il drappo celebrativo di questa giornata, invece, è stato realizzato dal pittore casentinese, residente a Lierna Luca Nardi. Il tutto si concluderà con una merenda-cena al costo di 5 euro.

per info: 3335279396

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Notte dei ricercatori svela le voci dei "tetti rossi". E poi escursioni, libri e convegni: la mappa del divertimento in provincia

ArezzoNotizie è in caricamento