La famiglia Raffaelli e Colcitrone ringraziano Porta del Foro: "Gesto cavalleresco". Il plauso di Scortecci

La consegna del premio della prova generale dedicato alla memoria di Guido Raffelli detto Ciuffino, storico capitano di Porta Crucifera, da parte dei vincitori sulla lizza, i giallocremisi di Porta del Foro ai familiari di Ciuffino, rossoverdi di...

prova gen14

La consegna del premio della prova generale dedicato alla memoria di Guido Raffelli detto Ciuffino, storico capitano di Porta Crucifera, da parte dei vincitori sulla lizza, i giallocremisi di Porta del Foro ai familiari di Ciuffino, rossoverdi di Colcitrone, è stata accolta con commozione e gratitudine nel quartiere.

Porta Crucifera - si legge sul sito ufficiale del quartiere - intende ringraziare Porta del Foro, che, nel pieno rispetto dello spirito cavalleresco che dovrebbe sempre contraddistinguere la manifestazione, consegna il piatto della vittoria della Prova generale della Giostra del Saracino del 1 settembre 2017, dedicata a Guido Raffaelli detto Ciuffino, alla famiglia Raffaelli, la quale ha deciso di farlo custodire nella sede del nostro quartiere.

Rodolfo Raffaelli, in qualità di portavoce della famiglia stessa, intende unirsi al ringraziamento e sottolineare il gesto cavalleresco che ha contraddistinto questa prova generale, che evidenzia come la figura di Ciuffino sia una figura rispettata ed amata da tutto il mondo della Giostra del Saracino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Sull'episodio è inoltre voluto intervenire anche il presidente dell'istituzione Giostra, Franco Scortecci

Ci tengo a fare un plauso al quartiere di Porta del Foro che si è reso protagonista di un gesto straordinario nei confronti del Quartiere di Porta Crucifera donandogli il trofeo intitolato alla memoria di Guido Raffaelli. Un gesto che esalta il valore e i principi che muovono il mondo della Giostra del Saracino, e lo spessore delle persone che ne fanno parte. Che questo possa essere un esempio anche per le giovani generazioni per comprendere a pieno il vero spirito della manifestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Trovato morto l'uomo scomparso da 15 giorni

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

  • Altri nove positivi in provincia di Arezzo: per lo più giovani e giovanissimi rientrati da Grecia, India e Romania

  • Positivi al Covid dopo le vacanze a Corfù, il racconto: "Solo noi con la mascherina in discoteca, l'abbiamo tolta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento