La Collegiata Castiglion Fiorentino riapre al pubblico

Grande festa domani, 19 settembre, per la comunità di Castiglion Fiorentino: riapre al culto la chiesa della Collegiata di san Giuliano, chiusa nell’ottobre 2012 a causa del cattivo stato di conservazione, e viene ricollocato sopra l’altare il...

Grande festa domani, 19 settembre, per la comunità di Castiglion Fiorentino: riapre al culto la chiesa della Collegiata di san Giuliano, chiusa nell’ottobre 2012 a causa del cattivo stato di conservazione, e viene ricollocato sopra l’altare il prezioso Crocifisso ligneo del XIII secolo, opera di un Maestro toscano (anonimo), fino ad oggi ospitato nella Pinacoteca comunale della cittadina del Cassero.

Il momento liturgico, inizierà alle 17.30 con la Liturgia stazionale nella chiesa di san Francesco a cui seguirà la processione fino alla Collegiata. Il rito di dedicazione sarà presieduto dal cardinal Giuseppe Betori, Arcivescovo Metropolita di Firenze e sarà proprio il cardinal Betori – seguito da mons. Riccardo Fontana e dall’intera comunità – ad entrare per primo nella chiesa della Collegiata, in penombra, prima di essere ridedicata, secondo il rito prescritto.

La chiesa della Collegiata di san Giuliano torna così ad essere luogo di preghiera e di celebrazione eucaristica, dopo tre anni in cui si è ritenuto di doverla chiudere al culto, a causa del cattivo stato di conservazione, essendosi verificati dei crolli di porzioni di copertura e il distaccamento di un rosone dall’intradosso della cupola, che avevano aggravato le condizioni statiche già precarie.

La parrocchia, subito, decise di intraprendere il percorso finalizzato alla riapertura della chiesa, luogo sì di culto ma anche polo artistico-culturale di notevole importanza per l’intera popolazione castiglionese.

Il progetto di restauro e consolidamento statico dell’immobile si è basato su due considerazioni fondamentali: la necessità di eseguire interventi compatibili con il valore storico ed artistico dell'edificio nel rispetto delle sue originarie caratteristiche e la necessità di conseguire un miglioramento delle condizioni statiche dell'immobile, nel rispetto delle normative vigenti. Gli interventi hanno riguardato principalmente le coperture, le murature, gli intonaci, le tinteggiature, gli infissi e l’impianto di riscaldamento.

Gli architetti Lucia Massini ed Antonio Bennati, assieme allo Studio Lucci, ognuno per la propria competenza, si sono occupati della progettazione, direzione lavori, coordinamento per la sicurezza e contabilità del restauro. L’architetto Marino Botti ha svolto il ruolo di R.U.P. (Responsabile Unico del Procedimento), essendo l’intervento cofinanziato da Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR CReO FESR 2007-2013 Programma Operativo Regionale Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione, Asse V - Linea d'Intervento 5.4.a "Sostegno per la tutela, valorizzazione e promozione delle risorse naturali e culturali ai fini dello sviluppo del turismo sostenibile") e dal contributo CEI 8x1000.

Grande attesa vi è anche per ammirare nella sua rinnovata bellezza la TRASFIGURAZIONE di Domenico Pugliani (1589-1658), dipinto ad olio su tela (cm 280x180), posta sul secondo altare della navata destra della Collegiata.

L’opera era quasi illeggibile, il Cristo trasfigurato appena visibile e tutta la gamma cromatica della composizione era nascosta sotto uno spesso strato scuro di vernici e nerofumo.

Il restauro – realizzato da Paola Cardinali e Alberto Spurio Pompili - ha valorizzato la grande qualità pittorica dell’opera, la bellezza dei singoli personaggi e la forza compositiva, con il Cristo trasfigurato in una luce totale che illumina gli apostoli Pietro, Giacomo e Giovanni, in basso, stretti in cerchio.

L’associazione culturale ITALART/ Santa Chiara Study Center ha ospitato nei suoi locali il cantiere di restauro ed ha anche contribuito finanziariamente al restauro pittorico.

Attesa non minore è per il Crocifisso ligneo dei primi decenni del XIII secolo, di anonimo Maestro toscano, tornato dopo vari anni ad assumere un ruolo centrale nella Collegiata di san Giuliano.

Già ospitato nella pieve di san Giuliano a Castiglion Fiorentino, poi nella Pinacoteca comunale, il dipinto – la cui proprietà è sempre stata della Collegiata – fu restaurato negli anni passati dalla Soprintendenza aretina, sotto la direzione di Anna Maria Maetzke, e per l’attuale ricollocazione, la restauratrice Daniela Galoppi ha proceduto ad un restauro conservativo che ne ha ulteriormente evidenziato la tipologia di Christus Triumphant, già conosciuta in Toscana e in Umbria dal XII secolo.

Il progetto per la ricollocazione è stato eseguito da Gianclaudio Papasogli Tacca e Luisa Gori sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza grazie a Paola Refice, Andrea Gori e Rosella Cavigli e con il coordinamento dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il telaio è stato realizzato dalla ditta Marzoli & Margheri di Firenze e la ricollocazione è a cura della ditta ABB di Bruno Bruschini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento