menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Monica Brizzi

Monica Brizzi

Social Series: l'ultimo progetto di Monica, autrice indipendente che scrive d'amore

"Sebbene il romanzo storico sia uno tra i miei generi preferiti nella lettura, quando si tratta di scrivere, la mia penna e il mio stomaco si muovono verso altre destinazioni, prima tra tutte quella romantica", racconta di sé Monica Brizzi

Autrice indipendente, racconta storie. Ha pubblicato romanzi e il suo ultimo progetto editoriale si chiama Social Series. "Ho sempre amato leggere, e scrivere ne è stata una diretta conseguenza. L’amore che provavo per i libri, divorati nelle pause tra una lezione e l’altra o fino a notte fonda, si trasformava in un bisogno viscerale di raccontare storie", racconta di sé Monica Brizzi. Che ha puntato tutto sul filone sentimentale "sebbene lo storico sia uno tra i miei generi preferiti nella lettura, quando si tratta di scrivere, invece la mia penna e lo stomaco si muovono verso altre destinazioni, prima tra tutte quella romantica. Le storie d’amore sono alla base di tutto ciò che produco, sia che si tratti di horror, fantasy, distopici o romance".

Il romance

Il perché? Eccolo: "Il romance, questa tipologia di lettura tanto bistrattata, nonostante sia tra le più lette, è la mia confort zone, quello spazio in cui poter dare fiato a pensieri da condividere grazie ai personaggi che racconto. Scrivo romanzi rosa, e li scrivo con protagonisti che attraverso i dialoghi e le azioni mettono in campo temi importanti come la multiculturalità, la sostenibilità, la parità di genere e l’accettazione degli altri e di sé stessi. Ecco perché scrivo. Racconto l’amore in tutte le sue forme, non solo tra persone ma anche per il pianeta e per l’altro. Con la trilogia romance distopica La principessa dei mondi, disponibile a la Feltrinelli Point di Arezzo, la narrazione di un futuro disastrato e fantascientifico è portata avanti attraverso l’esempio di ciò che ogni giorno, sia noi come semplici individui, sia governi e istituzioni, compiamo ai danni del mondo che popoliamo. Inquinamento, deforestazione, sfruttamento sono solo alcuni dei temi che reggono l’intera storia, fino ad arrivare a un finale che spiega tutto".

Le social series

Monica racconta poi dell'ultimo suo lavoro, intitolato Social Series. "Nell’ultimo progetto a cui sto lavorando, invece, una serie di romanzi dal titolo Social Series, per l’appunto, sono persone che vivono la nostra epoca a metterci di fronte a realtà che spesso non vogliamo né leggere né capire. Nel primo, Per un bacio e (molto) più, il tema del femminismo nella sua accezione più positiva, la fa da padrone. Nel secondo, da poco uscito, Tutto ciò che siamo, è la sostenibilità ambientale a guidare pensieri e scelte. Questo perché credo fermamente che ogni libro possa insegnare qualcosa attraverso la riflessione, il vedere l’altro, ciò che ci è vicino o lontano, per poterci mettere in discussione. Il tutto, però, portato avanti da quel sentimento che volenti o nolenti, muove tutto: l’amore. I miei romanzi sono disponibili negli store on line, compresa la trilogia distopica che si trova anche nelle librerie Feltrinelli".

Il self-publishing e l'editing

"Sono un’autrice indipendente - prosegue - nel senso che mi piace alternare tra le case editrici, con cui ho firmato e concluso contratti, sia self. Oggi il self publishing prevede un lavoro infinito, se fatto bene, in cui lo scrittore diventa anche imprenditore di sé stesso. Si scrive da soli, ci si fa editare il testo da un professionista, creare la grafica da uno specialista del settore e via dicendo. Non è, come molti pensano, un “nessuno mi pubblica, allora lo faccio da solo”. Forse per alcuni, gli stessi che fanno un lavoro mediocre sul loro “prodotto” e lo confezionano senza attenzione, ma in molti casi essere un autore self significa davvero essere indipendente, poter scegliere con chi pubblicare e come. L’editoria tradizionale è un sogno, un punto di arrivo, ma alle volte, se si è abituati a certi risultati, può sembrare stretta e difficoltosa da gestire. Ciò non toglie, ovviamente, che con grandi nomi le cose potrebbero essere diverse. Oltre a essere un’autrice, dopo aver concluso un Corso di Editing e frequentando un Corso di alto livello di Editoria, sono diventata un editor, dunque mi occupo di editing vero e proprio e correzione di bozze. Per concludere, anche se è uno dei pezzi forti della mia vita lavorativa, sono una docente di italiano per stranieri che vengono in Italia in vacanza studio, sebbene, al momento, vista la situazione, lavori solo on line".

Monica Brizzi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento