Cultura

Il Teatro Virginian alza il sipario su "Il ritratto della salute"

La stagione di prosa del Teatro Virginian L’Isola che c’è alza il sipario su una seconda serata speciale. Mercoledì 2 Dicembre, alle ore 21, Sul palco del teatro di Via de’ Redi, l’associazione culturale La Filostoccola, in collaborazione con il...

ritrattosalute

La stagione di prosa del Teatro Virginian L'Isola che c'è alza il sipario su una seconda serata speciale. Mercoledì 2 Dicembre, alle ore 21, Sul palco del teatro di Via de' Redi, l'associazione culturale La Filostoccola, in collaborazione con il CALCIT, ospiterà Il ritratto della salute, uno spettacolo in cui l'attrice milanese Chiara Stoppa racconta la malattia che l'ha tenuta prigioniera per anni (un raro tumore del sangue) e il successivo percorso di guarigione, portando in scena una storia di positività e consapevolezza di sé. Nel 2005, a soli 26 anni, a Chiara viene diagnosticato un tumore, e dopo vari cicli di chemio e radioterapia, il responso sembra fugare ogni speranza. I medici le indicano come unica soluzione un trapianto di midollo osseo piuttosto rischioso. E proprio in quel momento, la campana di vetro in cui Chiara ha vissuto dall'inizio della malattia si frantuma lasciandola senza difese di fronte ad una scelta difficile e dolorosa. "Quando i dottori mi dissero che avevo pochi mesi di vita, iniziai a pensare a cosa dire alle persone a me care per un degno saluto- racconta l'attrice.- Poi decisi che era meglio alzarsi da letto, stare meglio e vivere. E adesso, dopo molto più che pochi mesi sono qui e con una storia da raccontare. E' ovvio che un tumore ti cambi: cambia la tua routine e il tuo modo di vivere, ma si può sempre scegliere come relazionarsi con esso". E' da questa esperienza di rinascita che prende forma Il ritratto della salute, interpretato e scritto dalla stessa Stoppa insieme al regista ed autore Mattia Fabbris, suo amico e collega al teatro ATIR. Un monologo teatrale privo di retorica, ma pieno di energia, ironia e con una carica vitale contagiosa. Una vicenda tragica raccontata con comicità disarmante che ha saputo incantare anche attrici del calibro di Franca Valeri e Sabina Guzzanti. Lo spettacolo di Chiara Stoppa, che nel 2014 è diventato anche un libro (Il ritratto della salute, scritto a quattro mani con Mattia Fabbris, edito da Mondadori e presentato a grande pubblico in una puntata del programma Le invasioni barbariche di Daria Bignardi) approda al Virginian dopo più di 70 repliche non soltanto nei teatri, ma anche in case, parrocchie ed università.

Il costo del biglietto intero sarà di 10 euro; il ridotto (per gli under 25 e gli over 65) costerà 8 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro Virginian alza il sipario su "Il ritratto della salute"

ArezzoNotizie è in caricamento