Il Passioni Festival scalda il cuore di Arezzo: esordio con Macchiavelli, nel segno di Guccini

L’inverno è alle porte: ci pensa il Passioni Festival a scaldare il cuore di Arezzo. Torna, dopo il successo dell’anno scorso, il circuito indoor della manifestazione e si terrà a cavallo tra dicembre 2017 e l’inizio del 2018. Sette gli...

Loriano-Macchiavelli

L’inverno è alle porte: ci pensa il Passioni Festival a scaldare il cuore di Arezzo. Torna, dopo il successo dell’anno scorso, il circuito indoor della manifestazione e si terrà a cavallo tra dicembre 2017 e l’inizio del 2018. Sette gli appuntamenti ad ingresso libero in calendario fino a febbraio, ma non sono escluse succulente sorprese: novità che potrebbero allungare la già ricca proposta fino alla prossima primavera.

Un tour culturale in più tappe sostenuto da Atlantide Adv, Ingram, Estra, Falcinelli Diamanti, Sabot e Italpreziosi e in collaborazione con La Feltrinelli Point, il ristorante La Pieve, Hotel Vogue, Tenuta Sette Ponti e Comune di Arezzo. I protagonisti di questa edizione? Arrivano dal mondo del cinema, del teatro, della letteratura, dello spettacolo, della radio. Un menù variegato che sarà svelato in una conferenza stampa martedì 28 febbraio al Circolo artistico in Corso Italia ad Arezzo, alla presenza dei coordinatori della kermesse Marco Meacci e Mattia Cialini e del direttore artistico, il giornalista e scrittore Andrea Scanzi. Ma una certezza c’è già: la data d’esordio è quella di venerdì 1° dicembre alle ore 17,30, quando arriverà ad Arezzo lo scrittore bolognese Loriano Macchiavelli che, intervistato da Andrea Scanzi, presenterà il suo ultimo romanzo giallo “Tempo da Elfi”, edito da Giunti e scritto a quattro mani con Francesco Guccini. Macchiavelli e il celebre cantautore hanno dato vita, ormai da venti anni, a un sodalizio letterario di successo, che ha prodotto le serie di gialli ambientati sull’Appennino tosco-emiliano e che vedono per protagonisti il maresciallo dei Carabinieri Benedetto Santovito e l’ispettore della Forestale Marco Gherardini detto Poiana.

E’ proprio Poiana a tirare le fila di un’indagine complicata in “Tempo da elfi”. Il paese in cui gli eventi si svolgono è l’immaginario Casedisopra, una sorta di Macondo di montagna, isolato e sospeso in una dimensione fuori dal tempo. Compaiono gli “elfi”, giovani che hanno deciso di vivere lontano dal mondo globalizzato: proprio uno di loro viene trovato ammazzato in fondo a un dirupo. E per l’ispettore Poiana inizia l’indagine più difficile.

Loriano Macchiavelli, classe 1934, è uno scrittore di pièces teatrali e di romanzi gialli e polizieschi. Ha frequentato l’ambiente teatrale bolognese sia come autore che come attore e organizzatore. Come scrittore ha creato la figura del brigadiere Antonio Sarti, approdato in tv in due serie Rai, una andata in onda alla fine degli anni ‘70 e una agli inizi degli anni ‘90. Macchiavelli ha inoltre scritto e sceneggiato altri telefilm, ma anche radiodrammi per la Rai. Dal 1997 collabora con Francesco Guccini, il loro romanzo “Macaronì” ha vinto il premio Alassio Centolibri. Ha fondato e dirige la rivista “Delitti di carta”. I suoi lavori sono tradotti anche in Francia, Russia, Germania, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Portogallo e Giappone.

L’evento di venerdì, al pari di tutti gli altri appuntamenti del circuito invernale, sarà trasmesso in diretta facebook sulla fanpage dell’Arezzo Passioni Festival.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

--

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento