H3+ ad Arezzo la fiaba cosmica di Paolo Benvegnù ospite del Festival delle Musiche

Estate aretina fortunata per il cantautore Paolo Benvegnù che, dopo il recente e applaudito concerto in compagnia di Marina Rei, con il Teatro all’aperto di Monte San Savino al limite dell’agibilità e l’omaggio atteso dell’eclissi di luna, torna...

Paolo Benvegnù

Estate aretina fortunata per il cantautore Paolo Benvegnù che, dopo il recente e applaudito concerto in compagnia di Marina Rei, con il Teatro all’aperto di Monte San Savino al limite dell’agibilità e l’omaggio atteso dell’eclissi di luna, torna ad esibirsi per il Festival delle Musiche con lo spettacolo teatrale “H3+ - Dai primordi della terra al mondo vegetale”, la visione sulla scena della propria poetica musicale realizzata in collaborazione con il burattinaio Luca Ronga, che firma anche la regia insieme a Luca Roccia Baldini, la produzione di Officine della Cultura e Woodworm e le musiche tra realtà, teatro e metateatro, del suo noto collettivo formato da Luca Baldini, Andrea Franchi, Marco Lazzeri, Ciro Fiorucci e Michele Pazzaglia. Appuntamento giovedì 2 agosto alle ore 21:15 presso l’Arena Eden di Arezzo, in Via Guadagnoli.

Come dichiarato al giornalista Fulvio Paloscia in “H3+”: «c’è una specie di downgrade dell’uomo verso la condizione di marionetta» ma è pur sempre la ricerca di una nuova licenza poetica «dopo aver forzato le sbarre del pentagramma e essere evaso dalla prigione dell’alternanza strofa-ritornello verso un rock sempre più libero e astratto», scrive Paloscia. Aggiunge Enrico Danesi: «La bellezza ipnotica di una voce melodiosamente salmodiante e la malia misteriosa della fiaba cosmica, dove il futuro della Terra resta sospeso tra possibilità, utopia e distopia», questo è “H3+”, evento difficilmente narrabile in quanto paradigma di una visione contemporanea della specie umana rappresentabile quale somma psichica di storia e cultura, simboli e metafore. Con il contributo essenziale, per “H3+”, degli oggetti e delle figure di Lucia Baricci: «H3+ è uno spettacolo teatrale che racchiude gli ultimi tre dischi – dichiara ancora Paolo Benvegnù -: la storia dell’uomo in una sorta di spazio interstellare, prima di trasformarsi in pioggia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Festival delle Musiche è un progetto di Officine della Cultura in collaborazione con AS Monteservizi e Associazione Resonars. Con il sostegno di Regione Toscana e Provincia di Arezzo e l’adesione dei Comuni di Monte San Savino, Marciano della Chiana, Lucignano, Castiglion Fiorentino Cortona, Civitella in Val di Chiana e Foiano della Chiana. Direzione artistica Alessandro Perpich (Festival Musicale Savinese), Massimiliano Dragoni (Suoni dalla Torre) e Luca Baldini (Tradizioni e Contaminazioni). Info Festival presso Officine della Cultura 0575 27961 - 338 8431111 - segreteria@officinedellacultura.org. Prevendite: Officine della Cultura - Via Trasimeno 16, Arezzo; Circuito Box Office Toscana; TicketONE. Biglietteria: presso il luogo del concerto, apertura un'ora prima dello spettacolo. Con il contributo di Estra, Coingas SpA, Chimet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

  • Esami di guida, ipotesi rivoluzione: candidato solo in auto senza esaminatore né istruttore. Protestano le autoscuole

  • "Non ci credo, il giorno più brutto della mia vita. Addio Tom"

  • "Così precipitò l'incubo dei cieli", ritrovato in Casentino l'aereo dell'asso della Luftwaffe

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento