menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santo Spirito raccoglie adesioni per aiutare la Croce Bianca

L'iniziativa è finalizzata ad aiutare la Croce Bianca per attività inerenti l’emergenza e le forti limitazioni del periodo che stiamo vivendo, come ad esempio la consegna della spesa a coloro che in questi giorni rappresentano la fascia più debole della cittadinanza

Nell’ambito della proficua e pluriennale collaborazione con la Croce Bianca di Arezzo, il Quartiere di Porta Santo Spirito è felice di comunicare a tutti i suoi Quartieristi la possibilità di una iniziativa molto importante "e che ci rende particolarmente orgogliosi".

"Tutti coloro che, dai 18 anni in su, volessero fornire il proprio contributo alle attività che la Croce Bianca svolge sul nostro territorio in questo delicato momento di diffusa necessità potranno far pervenire il proprio nominativo, accompagnato da un recapito telefonico, all’indirizzo mail info@portasantospirito.org e questo verrà prontamente da noi trasmesso.

Ci teniamo a precisare che questa iniziativa di volontariato è finalizzata ad aiutare la Croce Bianca per attività inerenti l’emergenza e le forti limitazioni del periodo che stiamo vivendo, come ad esempio la consegna della spesa a coloro che in questi giorni rappresentano la fascia più debole della cittadinanza". 

“Il quartiere vuole essere parte attiva della società aretina - commenta il Rettore Ezio Gori - prestando collaborazione e aiuto a quelle strutture che lo necessitano. Riteniamo giusto dare, per quello che possiamo, supporto e sostegno all’amministrazione comunale e alle istituzioni cittadine. Mi preme infine sottolineare che Santo Spirito si è attivato anche a segnalare nominativi di quartieristi in difficoltà che necessitano di servizi di prima necessità per andare avanti nella quotidianità in questo particolare periodo.”

Il progetto è limitato al numero di personale necessario alle esigenze dell’Associazione e non è per tanto garantita la possibilità di partecipazione a tutti i richiedenti.

"Sottolineiamo inoltre che il servizio dovrà essere svolto nel pieno rispetto delle normative vigenti e dei protocolli dettati dall’Associazione.

Ringraziamo tutti coloro che presteranno il proprio contributo, sicuri e fieri di poter aiutare, seppur in piccola parte, la nostra amatissima città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento