Primo giorno di prove, ritardo per lavori alla lizza. Quanti 5, chiude Santo Spirito

I quattro quartieri sulla lizza in vista del Saracino di domenica 1° settembre. Comincia Porta Crucifera, poi Sant'Andrea e i campioni in carica di Porta del Foro. Chiude la coppia di Santo Spirito

 

L'attesa è finita, iniziano le prove in piazza Grande. I quattro quartieri della Giostra del Saracino affilano le lance in vista del grande appuntamento di domenica 1° settembre. Si comincia alle 16,30, quaranta minuti a testa, più un intervallo di 5 minuti per il cambio-quartiere al pozzo. L'ordine è quello stabilito dall'estrazione delle carriere di ieri.

LA CRONACA

Ore 20,01 - Chiude Santo Spirito. Benissimi Gianmaria Scortecci, che si conferma ormai l'uomo di punta del quartiere. Doppio cinque. Elia Cicerchia prova di più, con meno precisione, ma due colpi sono al centro. Tra le riserve, bene gli altri Elia: Pineschi e Taverni, che colgono un 5 a testa.

Ore 19,16 - Prima parte di studio per Porta del Foro: tutti in lizza, sia titolari che riserve. Rompe gli indugi Parsi con un bel 5, poi replica Innocenti, ma il suo tiro si infrange contro il 4 alto, pur se vicino al centro. Meno buona la seconda serie: stesso ordine, ma arrivano un 2 e un 4 alto. Al terzo tentativo Parsi si riaffaccia in zona 5 e stavolta è in compagnia di Innocenti che mette a segno un centro ancor piu pulito. Difficile migliorare? Ci pensa la riserva di lusso Francesco Rossi che piazza un 5 perfetto. Applausi del pubblico. Chance anche per Gabelli (4 alto) e per Niccolò Scarpini (due volte fra il 3 e il 4). Gloria finale proprio per Gabelli, che coglie il centro.

Ore 18,38 - Sant'Andrea inizia con calma. Molte le carriere senza lancia. Rompe l'incantesimo Vedovini con un 5, non perfetto. Replica Marmorini, tra il 4 e il 5, alto. La seconda serie vede assoluto protagonista il più esperto della piazza: Vedovini stampa un 5 da urlo. Marmorini si cimenta invece sul 4, che coglie sul braccio destro del tabellone senza intoppi. Altri sussulti nel finale, prima i bianco verdi si limitano a percorrere di nuovo la lizza, ma senza mirare al tabellone. Infine Marmorini   , anche lui, imprime la lancia sul 5. Spazio poi alle riserve Montini e Bruni, che si fanno apprezzare con due tiri che centrano il pomodoro.

Ore 17,59 - Porta Crucifera si avvia alla conclusione dopo aver fatto provare titolari e riserve. Dei titolari il più pimpante, nei primi tiri, è parso Adalberto Rauco che ha sempre toccato il pomodoro. Due tiri indirizzati al centro anche se non pulitissimi. Il primo è stato un 4 molto vicino al 5, un po' basso a destra. Il secondo è un 5 sporco, lievemente alto a sinistra. Prima era toccato a Vanneschi, un 3 pieno e poi un 4 alto a destra, mirando al centro. Nella fase centrale della sessione, dopo alcune carriere senza lancia, hanno avuto l'occasione di tirare anche le riserve. In palla Filippo Fardelli, in grado di centrare un 4 pulito, cercato e trovato, poi un 5, che ha strappato applausi. Anche l'altra riserva, il giovane Niccolò Paffetti, ha avuto la sua chance, sfruttata assai bene: centro, anche se non limpido. Raffica finale di tiri dei titolari, tutti alla caccia del cinque, con fortune alterne. Il sigillo, da applausi, è però di Vanneschi: il 5 più pulito della frazione.

Ore 17,22 - Dopo quasi un’ora di stop, si comincia. Tocca a Colcitrone.

Ore 16,46 - Ancora non si comincia, la ruspa sta lavorando sulla lizza perché il fondo sarebbe troppo morbido.

Ore 16,36 - Scatta l’ora di Colcitrone. Carlo Farsetti guida i rossoverdi al pozzo.

Apre Colcitrone, chiude la Colombina: così l'estrazione delle carriere

Il programma delle prove della Giostra del Saracino di lunedì 26 agosto

16,30 - 17,15 Porta Crucifera

17,15 - 18,00 Porta Sant'Andrea

18,00 - 18,45 Porta del Foro

18,45 - 19,,30 Porta Santo Spirito

Orari e date: il programma della settimana della Giostra

Le coppie che si confrontano sulla lizza

Tutte confermate le coppie di giostratori dello scorso giugno. Rompe il ghiaccio Colcitrone che si presenta in piazza con Adalberto Rauco e Lorenzo Vanneschi. Sant'Andrea scommette sul decano Enrico Vedovini, accompagnato dal nuovo astro biancoverde Tommaso Marmorini. I campioni in carica di Porta del Foro schierano i confermatissimi Gabriele Innocenti e Davide Parsi. Infine spazio ai pluricampioni Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci di Porta Santo Spirito.

La settimana del quartierista, quartiere per quartiere. Il programma

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento