Lunedì, 20 Settembre 2021
Giostra Saracino

LIVE| Porta Santo Spirito ha vinto la Prova generale della 140esima edizione della Giostra

Dopo uno spareggio a 4, ad aggiudicarsi il piatto d'argento e la prova dedicata alla memoria del registra Ettore "Bubi" Tattanelli, è stata la Colombina con due 5 messi a segno da Pineschi e un 4 di Taverni

Foto d'archivio

Due anni di attesa, 24 mesi di allenamenti per tornare a calcare la lizza con la stessa verve e lo stesso entusiasmo dei titolari. E' iniziata alle 21,30 la Prova generale della Giostra del Saracino. A quell'ora i figuranti sono entrati in piazza percorrendo la lizza. Poi via alla sfida tra i quartieri. Alla fine, dopo uno spareggio a 4, ad aggiudicarsi il piatto d'argento e la prova dedicata alla memoria del registra Ettore "Bubi" Tattanelli, è stato Porta Santo Spirito.

Secondo l'ordine di estrazione delle carriere i primi a sfidare il Buratto saranno i giostratori di Porta Crucifera, Niccolò Paffetti e Andrea Bennati, poi sarà la volta di Santo Spirito con Elia Taverni ed Elia Pineschi.  Sant'Andrea risponderà con Saverio Montini e Matteo Bruni. Mentre ai cavalieri di Porta del Foro Francesco Rossi e Roberto Gabelli, il compito di chiudere i giri di giostra. 

Ore 23,30

Al termine della seconda serie di carriere, tutti i quartieri sono a 9 punti. Scattano così gli spareggi.

Porta Crucifera manda sulla lizza Niccolò Paffetti che si ferma sul due. Porta Santo Spirito: Elia
Pineschi si ripete, è ancora 5. Saverio Montini per Porta Sant’Andrea e Francesco Rossi per Porta
del Foro colpiscono il quattro, ma non basta. Porta Santo Spirito riceve dal sindaco il piatto
d’argento trofeo della Prova con la dedica allo storico regista della Giostra Ettore Tattanelli.

Ore 22,52

Adesso tocca al secondo cavaliere di Porta Santo Spirito, Elia Taverni. Qualche minuto di attesa dietro al pozzo e poi via, con la carriera. Il giovane giostratore cerca il 5, ma si ferma sul 4, portando il suo quartiere a 9 punti.

Ore 22,49 

Inizia il secondo giro di carriere. Andrea Bennati corre per Porta Crucifera. Il suo cavallo inizialmente non sembra tranquillo, poi però corre sulla lizza senza intoppi. E alla fine colpisce un 4 nettissimo. 

Ore 22,41

Il primo giro di carriere si chiude con Porta del Foro. I giallo cremisi schierano Francesco "Tallurino" Rossi. Un lungo applauso dei figuranti lo accompagna fino al pozzo. E lui li ripaga con una carriera pulita che vale 5 punti. 

Ore 22,35

Il terzo quartiere a sfidare il Buratto è Porta Sant'Andrea. Saverio Montini a disputa la prima carriera. Corre veloce sulla lizza e l'impatto è violento. La lancia si ferma sul 4 laterale.

Ore 22,30

Porta Santo Spirito risponde schierando Elia Pineschi: anche per lui tanti applausi nella discesa al pozzo. Pochi secondi di concentrazione e poi via alla carriera: corre verso il Buratto senza sbavature. Anche lui cerca il 5 e lo trova. Esplode la gioia dei gialloblù.

Ore 22,24

Il pri,,mo cavaliere di Porta Crucifera si accinge a correre la carriera che apre la tenzone. A sfidare il Buratto è Niccolò Paffetti, accompagnato sulla lizza dagli applausi dei quartieristi rosso verdi. 

Una carriera bella, un colpo preciso: cerca il centro e sembra trovarlo. Ed è tripudio tra i supporter.

Pochi minuti dopo arriva la conferma dell'Araldo. Porta Crucifera apre le danze con il massimo del punteggio.

Ore 22,19

Da due anni non si udiva più risuonare nel cuore di Arezzo: l'Inno della città fa alzare in piedi il pubblico della giostra, e fa cantare a squarciagola. 

"Galoppa, galoppa mio bel cavalier, sei la speranza del nostro quartier...."

Poi una cascata di applausi: adesso è Giostra. 

Ore 22,15

E' il momento della disfida "di Buratto alla città di Arezzo". Rimbomba la voce dell'araldo Chiericoni in ogni angolo di piazza Grande. E poi l'urlo liberatorio della piazza "Al campo! Alla battaglia! All'armi! All'armi!"

Ore 22,12

Entrano in piazza il Maestro di Campo e il suo vice. Poi il momento dei capitani, seguiti dai cavalieri delle nobili casate

Ore 22,09

L'araldo legge la dedica di questa giostra: "La Prova Generale della 140esima edizione della Prova Generale è dedicata ad Ettore Tattanelli per tutti “Bubi”, storico regista della Giostra che ha ricoperto il ruolo dal 1984 al 1996 e poi dal 1997 al 2000. Scomparso nel dicembre scorso lasciando profondo cordoglio in tutto il mondo giostresco, Tattanelli esordì nel ruolo di coordinatore di regia il 29 settembre 1984, davanti agli occhi dell’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini". E la piazza applaude

Ore 21,57

Prima delle 22 scocca l'ora dei protagonisti: i cavalieri. Il primo a entrare in piazza è Andrea Bennati per Porta Crucifera. Il suo cavallo sembra essere spaventato dalla piazza, ha un tentennamento. Poi si invola verso il buratto. Lo segue l'altro cavaliere rossoverde Niccolò Paffetti. 

L'araldo annuncia quindi i cavalieri di Porta Santo Spirito: Elia Pineschi ed Elia Taverni. Anche il cavallo di Pineschi sembra spaventato e arretra di fronte al pozzo.

Per Porta Sant'Andrea sfideranno il Buratto Saverio Montini e Matteo Bruni. Quindi i giostratori di Porta del Foro: Francesco Rossi e Roberto Gabelli.

Ore 21,50

Prosegue l'ingresso in piazza dei figuranti. Preceduto dai Famigli del Buratto e accompagnato da applausi e fischi, percorre la lizza il quartiere di Porta Crucifera. Poi sfilano i figuranti del quartiere di Porta Santo Spirito. Il pubblico si scalda e si scatena quando entra in piazza Sant'Andrea. E ancora applausi per Porta del Foro.

Ore 21,42

Il ritmo dei tamburi è travolgente, il suono delle chiarine inconfondibile. Ecco che entrano in piazza i Musici. Il popolo della Giostra inizia a scaldarsi e a scalpitare. Gli applausi scandiscono il ritmo e la melodia fa tornare a galla ricordi di tante edizioni.

Ore 21,38

sbandieratori provaccia (2)-2

E' uno dei momenti più attesi: quello della performance degli Sbandieratori. Il pubblico ne accompagna con gli applausi l'ingresso. Le bandiere colorano la lizza: gli sbandieratori corrono e i vessilli ondeggiano al vento. 

Ore 21, 36

Il pubblico si scalda con l'ingresso dei rettori: Andrea Fazzuoli per Porta Crucifera, Ezio Gori per Santo Spirito, Maurizio Carboni per Sant'Andrea e Roberto Felici per Porta del Foro.

Ore 21,35

Ad aprire la lizza è l'Araldo Francesco Sebastiano Chiericoni. Tra le mani ha la disfida, che a breve leggerà. Lo seguono le dame e i paggi. La piazza, timidamente applaude, il ghiaccio non è ancora rotto. 

Poi l'ingresso della Magistratura e della Giuria.

Ore 21,30

Squillano le chiarine e rullano i tamburi. La piazza si riempie di suoni. La Giostra è tornata.

Quella di questa sera sarà una vera e propria prova anche per il pubblico e per la città: perché la pandemia ha imposto misure di sicurezza anti contagio imponenti. In piazza entra solo chi è in possesso del  green pass e non ci saranno supporter in piedi, ma tutti siederanno nelle tribune allestite ai margini del quadrilatero dove si posizionano i figuranti. 

La dedica della Prova Generale

La Prova Generale della 140esima edizione della Prova Generale è dedicata ad Ettore Tattanelli per tutti “Bubi”, storico regista della Giostra che ha ricoperto il ruolo dal 1984 al 1996 e poi dal 1997 al 2000. Scomparso nel dicembre scorso lasciando profondo cordoglio in tutto il mondo giostresco, Tattanelli esordì nel ruolo di coordinatore di regia il 29 settembre 1984, davanti agli occhi dell’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini, nella giostra straordinaria corsa in occasione della sua visita e dedicata al conferimento della medaglia d’Oro al Valor Militare alla Provincia di Arezzo. Figura affabile e carismatica, rispettata da tutti per il suo modo gentile e discreto di gestire un ruolo così complesso, Ettore Tattanelli è rimasto finché ha potuto a disposizione della manifestazione che tanto amava e dei suoi successori con preziosi consigli. La Fraternita dei Laici, al fine di partecipare alla valorizzazione della Giostra del Saracino, omaggerà con due magnum dei vini di Fraternita i due giostratori del quartiere vincitore della Prova Generale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LIVE| Porta Santo Spirito ha vinto la Prova generale della 140esima edizione della Giostra

ArezzoNotizie è in caricamento