menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

15 nomi per otto togati della Giostra. Verso il rinnovo della magistratura, le proposte di quartieri e gruppi storici

Marco Cecchi, magistrato civile e gup presso il tribunale di Arezzo, è il più accreditato per il ruolo di Primo Magistrato

Sarà il consiglio comunale di Arezzo a dare il proprio parere favorevole (o meno) alle nomine dei componenti della nuova magistratura della Giostra del Saracino.

Il 2019 è infatti l'anno delle scadenze. I nove membri che costituiscono la massima autorità della competizione cavalleresca dovranno essere nuovamente indicati dall'assise cittadina poiché, come da normativa, otto di essi non possono proseguire il proprio mandato. L'unico componente che potrebbe indossare ancora il lucco rosso è Ivana Ciabatti, la signora dell'oro, ma per quanto la riguarda non è un mistero la sua volontà di non replicare questa esperienza. Troppi impegni da affrontare, troppe scadenze lavorative per riuscire a conciliare il suo ruolo di imprenditrice con quello di magistrato della Giostra.

E dunque non resta che provvedere alla rielezione di tutto l'intero gruppo.
Marco Cecchi, magistrato civile e gup presso il tribunale di Arezzo, è il nome più accreditato per quello che riguarda il ruolo di Primo Magistrato, competenza che fino ad oggi è stata ricoperta e svolta dal pm Marco Dioni.

Il vicesindaco e assessore alla Giostra, Gianfrancesco Gamurrini, nelle settimane passate ha chiamato a raccolta tutto il mondo giostresco chiedendo di esprimersi presentando delle indicazioni sui nomi che potrebbero andare a comporre il nuovo team. 

Quindici le personalità indicate e tra le quali dovranno essere scelti i magistrati.
Porta Sant'Andrea ha indicato Alessandra Nocciolini e Marco Salvadori. Porta Crucifera invece ha espresso la propria volontà di accordare fiducia all'ex rettore Aldo Brunetti e Sauro Colizzi. Porta del Foro ha dato come nomi Laura Paffetti e Andrea Sandroni, Porta Santo Spirito invece ha indicato Mauro Messeri e l’ex presidente dell’Istituzione Angiolo Agnolucci.
I Musici hanno indicato Andrea Sandroni e Sandro Sarri, gli Sbandieratori invece puntano su Roberto Tundo e Maria Cristina Salvini e Signa Arretii su Luca Bizzarri e Valter Bigliazzi. Infine poi c'è il nome di Giorgio Paoletti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

  • Cucina

    I quaresimali: un peccato di gola concesso anche alle monache

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento