menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sfortuna, rabbia e carriere disturbate", così i vinti spiegano la loro Giostra

Colcitrone perde la lancia e dà la colpa alla dea bendata. Sant'Andrea deluso pensa a come migliorare la preparazione. Per Porta del Foro invece c'è stato un disturbo incomprensibile in lizza

Per ogni quartiere che vince ce ne sono tre che tornarno a casa carichi di delusione. E' la Giostra. Tra errori di strategia, errori tecnici, sfortuna, alla fine il risultatoè stato una sconfitta. Un risultato amaro, sempre. 

"C'è poco da dire se non che c'è da lavorare - commenta Andrea Bidini, neo capitano di Porta Crucifera -. Certo siamo stati molto sfortunati: perché di punti ne avevamo fatti 9 e se la lancia di Adalberto Rauco non fosse caduta saremo rimasti in gioco ancora. Invece la fortuna non è stata dalla nostra parte. Adesso, lo ribadisco,  c'è da lavorare tanto, le uniche valutazioni che a caldo si possono fare sono queste".

Porta del Foro non parla di sfortuna ma di carriera disturbata. Dopo il 5 di Davide Parsi, il quartiere si attendeva altrettanto da Gabriele Innocenti. Ma qualcosa è andato storto.

"La carriera - sostiene il capitano Dante Nocentini - è stata disturbata da un cavaliere di casata di Porta Sant'Andrea che ha fatto roteare il mantello. E' un gesto espressamente vietato dal regoloamento, non andrebbe mai fatto. Io lo avevo notato prima della carriera di Gabriele, guando altri giostratori erano sulla lizza e ho l'ho segnalato ma non è stato fatto nulla. Solo dopo la carriera di Gabriele questo figurante è stato allontanato dalla piazza, ma non è stato fatto ripetere nulla. Gabriele è molto demoralizzato, il cavallo ha subito un'improvvisa accelerata che ha reso impossibile il risultato. Quando usciranno i tempi delle carriere ne avremo la prova. E anche noi siamo demoralizzati: pensare che il lavoro di un anno di un quartiere sia stato vanificato da questo episodio ci spiace molto". 

Due cinque, 10 punti, erano stati chiesti anche ai giostratori di Porta Sant'Andrea.

"Ma questi risultati non sono arrivati - spiega il capitano Mauro Dionigi - .  Adesso ci sarà bisogno di una riflessione importante, a partire da come abbiamo impostato la preparazione. Le prove erano andate benissimo, avevamo grandi aspettative. Invece il risultato è stato deludente: quello che ci ci manca, a mio avviso è quel pizzico di rabbia in più, che ci porterebbe a rincorrere con più forza il risultato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Finita la relazione, l'anello con diamante va restituito?

  • Casentino

    Gelo primaverile: falò accesi per salvare i vigneti

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento