Santo Spirito vince la 139esima edizione della Giostra del Saracino - La cronaca

L'edizione di settembre, la numero 139 della manifestazione, è andata alla Colombina che conquista la suam 37esima lancia d'oro.

Porta Santo Spirito si è aggiudicato la 139esima edizione della Giostra del Saracino. Nove punti sono bastati per portare ai Bastioni la 37esima lancia d'oro. 

Una giostra che però non è stata particolarmente bella.

Il primo giro di carriere ha visto Porta del Foro e Porta Santo Spirito in vantaggio con i 5, splendidi, marcati da Parsi e Scortecci. Un 4 invece è stato portato a casa da Vanneschi per Colcitrone e Vedovini per Sant'Andrea. 

Nella seconda parte. Rauco ha prima marcato 5 punti e poi perso la lancia, uscendo così dai giochi. Sant'Andrea ha portato a casa  il 4 di Marmorini che non è stato sufficiente a rimanere in gara. Porta del Foro ha cercato il 5 disperatamente con Innocenti, che invece ha marcato solo un due, generando lo sconforto del popolo giallo cremisi che ambiva al cappotto. 

A questo punto Cicerchia si è trovato la vittoria servita su un piatto d'argento: ha marcato 4 punti e ha portato il quartiere alla vittoria

Arezzo Notizie ha seguito la Giostra con una diretta testuale e sui social l'intero evento. In piazza: Mattia Cialini, Enrica Cherici, Claudia Failli e Nadia Frulli.

LA CRONACA

Ore 18,45 

Porta Santo Spirito vince la 139esima Lancia d'oro. Elia Cicerchia ha marcato 4 punti e consegna alla Colombina la Giostra.

Ore 18,43 

Elia Cicerchia si appresta al pozzo, tra le contestazione degli altri quartieri. Anche un rotolo di carta igienica è volato sulla lizza. 

Cicerchia non si fa intimidire. Corre veloce verso il buratto, ma la sua carriera non splende. Cerca il 4 e lo trova. Mentre esplode la gioia giallo blu.

Ore 18,36

E' la volta dell'ultimo cavaliere, Elia Cicerchia che potrebbe consegnare la lancia a Porta Santo Spirito. Ma gli incomprensibili tafferugli tra i figuranti di Porta del Foro e quelli di Porta Sant'Andrea frenano la giostra.

Ore 18,32

L'Araldo conferma: solo due punti per Innocenti. E gli animi dei figuranti si incendiano.

Ore 18,27

E' il momento di Porta del Foro e del suo secondo cavaliere Gabriele Innocenti. Il giostratore cerca di replicare il risultato ottenuto dal compagno Parsi, ma il colpo sembra molto interno e sembra essere finito sul due. 

Al termine della carriera una lunga discussione tra il maestro di campo e i 4 capitani. Nocentini sostiene che la carriera sarebbe stata disturbata dal lancio di un oggetto.

Ore 18,26

Sant'Andra ha marcato 4 punti: anche per i bianco verdi la Giostra finisce qui.

Ore 18,24

Marmorini corre la sua carriera: nessun disturbo. Ma il giovane cavaliere sembra aver marcato 4 punti, e se così fosse il quartiere uscirebbe dai giochi.

Ore 18,22

L'atmosfera si scalda in piazza: quando il secondo giostratore di Porta Sant'Andrea, Tommaso Marmorini, scende verso la lizza i figuranti di Colcitrone invadono la lingua di terra. Ci vogliono alcuni minuti per riportarli alla tranquillità.

Ore 18,19

Avendo perso la lancia, Rauco marca 0 punti. Porta Crucifera esce così dalla competizione.

rauco perde la lancia-2

Ore 18,16

Prende il via con Adalberto Rauco di Colcitrone il secondo giro di carriere. Quella di Rauco è una carriera velocissima: cerca il 5 e semrba centrarlo. Poi però perde la lancia.

Ore 18,12

La giuria misura attentamente, poi il verdetto: Scortecci ha marcato 5 punti. E mette offre al quartiere la possibilità di concreta di portare a casa la lancia d'oro. 

Il primo giro di carriere si è concluso con Porta del Foro e Santo Spirito al comando con 5 punti.

Ore 18,08 

Porta Santo Spirito risponde con Gianmaria Scortecci. Il cavaliere scende verso il pozzo con molta calma. Fischi e cori rimbombano in piazza Grande. Poi Scortecci parte: potenza ed eleganza nei movimenti. Il giostratore cerca il centro e sembra esserci andato vicinissimo. 

Ore 18,05

L'araldo conferma: è 5. E la gioia giallo cremisi appare incontenibile.

Ore 18,04

Porta del Foro sente profumo di 5: Davide Parsi ha corso una grande carriera, ha cercato il centro e sembra averlo colpito.

Ore 18

Vedovini ha marcato 4 punti. Intanto Parsi si avvia al pozzo incitato dal popolo giallo cremisi

Ore 17,59

La carriera di Vedovini non è lineare. Il giostratore ha puntato dirattamente al 5, ma il colpo ha impattato troppo in alto. Alla giuria l'ardua sentenza. 

Intanto Davide Parsi si prepara a scendere in lizza per Porta del Foro.

Ore 17,57

Porta Sant'Andrea punta sul veterano Enrico Vedovini: una mossa che potrebbe mettere i bastoni tra le ruote a tutti gli altri quartieri. Vedovini ha dimostrato infatti di avere il 5 a portata di lancia come nessun altro giostratore in questi ultimi anni. 

Fischi, fischi e ancora fischi da ogni angolo della piazza scandiscono al discesa al pozzo.

Ore  17,55

E' Giostra! Il primo quartiere a compiere l'assalto al Buratto è Colcitrone che rompe il ghiaccio con Lorenzo Vanneschi, in sella a Carlito Brigante.

Il cavallo sembra un po' titbante, poi la carriera parte a gran velocità. Vanneschi sembra comlpire il 4, anche se il tiro non è netto e la giuria dovrà valutare.

Poi arriva la conferma.

Ore 17,50

E' un turbinio di emozioni: gioia, orgoglio, attesa, ansia. E' l'inno della Giostra, intonato dai musici e cantato da tutta piazza Grande.

Ore 17,45

Elia Cicerchia ha raggiunto la giuria e ha mostrato un lato del costume. Probabilmente è danneggiato. Il giostratore probabilmente vuole subito mettere in chiaro che già prima del torneo aveva riportato danni e non durante le carriere. In caso i paramenti si danneggiassero durante le carriere, infatti, il giostratore potrebbe essere penalizzato.

Ore 17,43

La lettura della disfida è sempre uno dei momenti più emozionanti. Silenzioso, partecipe, pronto a rispondere alla "chiamata" il popolo della Giostra ascolta. E urla: "Al campo! Alla Battaglia! All'armi! All'armi!"

piazza giostra settembre

Ore 17,38

La Lancia d'Oro fa il suo ingresso in piazza. L'ambito premio realizzato dall'artista Paladino è stata accolta dal silenzio del pubblico, che sulle tribune si è alzato in piedi. 

Ore 17,30

Dopo i quartieri, ecco i loro paladini. Per Colcitrone vola verso il buratto per primo Adalberto Rauco su Pia, poi lo segue Lorenzo Vanneschi su Carlito Brigante. Per Sant'Andrea fa per primo ingresso in piazza il giovane Tommaso Marmorini sulla sua Sibilla. Lo segue il veterano della piazza, il fuoriclasse Enrico Vedovini su Conte Darko.

Quindi i campioni in carica di Porta del Foro, primo Gabriele Innocenti su Chicca, poi il valoroso compare Davide Parsi su Nuvola. 

Infine per Santo Spirito scendono in lizza Gianmaria Scortecci su Doc ed Elia Cicerchia su Olimpia. 

Ore 17,21

E' la volta dei quartieri e i supporter si scatenano. Il primo è Porta Crucifera. I foulard rosso verdi colorano la piazza. Lo segue il quartiere di Porta Sant'Andrea: i fischi si mescolano ai cori, chi incita e chi sbeffeggia, le tifoserie si stanno scaldando sempre di più. 

I giallo cremisi, re della piazza in carica, sono accolti da uno scroscio di applausi. I quartieristi srotolano uno striscione con i colori di Porta del Foro e dipingono così il loro spicchio di piazza.

Chiude Porta Santo Spirito, anche per i giallo blù applausi, fischi, cori. 

E la piazza adesso è davvero vestita a Giostra.

Ore 17,20

Ed ecco una delle colonne portanti della manifestazioni: I Musici. Un ingresso in piazza trionfale per loro, accolti calorosamente dal pubblico che ha battuto le mani al ritmo dei tamburi. 

Ore  17,15

Fragorosi applausi per lo spettacolo degli Sbandieratori. Uno spettacolo complesso ed emozionante, che ha rispettato in pieno le aspettative. 

Ore 17,10

In tribuna tanti ospiti d'onore. La Iena Matteo Viviani ha mantenuto la promessa e insieme alla compagna e alla figlia sono entrati in piazza alle 17.10 circa.  Presente anche al senatrice Tiziana Nisini, il senatore, Toni Iwobi.

matteo viviani-3

Ore 17,05 

Sono gli artefici del più suggestivo ingresso in piazza: gli Sbandieratori arrivano annunciati dalle chiarine e colorano con i loro vessilli piazza Grande. 

Ore 17

Puntuale, il quinto colpo di mortaio scuote piazza Grande. Il pubblico che gremisce il cuore della città urla e applaude. Ci siamo: inizia l'ingresso dei figuranti. 

Il rullo dei tamburi dei Musici di Arezzo scandisce i passi di dame, cavalieri, la magistratura e i rettori dei quartieri. Come da ordine delle carriere entra per primo il rettore di Porta Crucifera, Andrea Fazzuoli, per Porta Sant'Andrea Maurizio Carboni, per Porta del Foro Roberto Felici e per Porta Santo Spirito Ezio Gori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Arezzo è deserta: ma quand'è che torniamo normali?". Lo sfogo di Scanzi nel video-record

  • Tensione al supermercato: zuffa tra due signore, arrivano i Carabinieri

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Arezzo vista dagli occhi dei Vip: tutti gli scatti social

  • Coronavirus, Ghinelli a Firenze: "Proporrò la chiusura delle scuole"

  • Bonus per mobili ed elettrodomestici 2020: come ottenere la detrazione fiscale

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento