Giostra, Porta del Foro torna a ruggire: dopo 12 anni porta a casa la lancia

Gioia immensa e lacrime, abbracci e incredulità: dopo tante e tante giostre una lancia torna a San Lorentino.

Una lancia d'oro portata a casa con le unghie e con i denti. Lacrime e sudore alla fine si sono unite ai sorrisi e alla gioia dei quartieristi di Porta del Foro. A San Lorentino da 12 anni non si vedeva una lancia, per la precisione dal lontano 2007. E questa sera l'incantesimo - qualcuno direbbe anche il maleficio - si è rotto e un intero quartiere sta toccando il cielo con un dito. 

Quella lancia tanto agognata è stata portata a casa da due giovani giostratori che sono cresciuti nelle scuderie giallo cremisi: Gabriele Innocenti e Davide Parsi. Eroi di una lunga e imprevedibile notte, cavalieri che hanno fatto l'impresa e che hanno inciso il loro nome nell'albo d'oro.

Una giostra in salita per loro. Il primo dei due a giostrare, Gabriele Innocenti, si è visto invadere la lizza proprio a ridosso del buratto da alcuni quartieristi di Porta Santo Spirito. Ne sono scaturiti dei tafferugli - in seguito ai quali sei figuranti sonos tati espulsi - e la decisione di far correre nuovamente la carriera. Innocenti non ha sprecato l'occasione e ha marcato 5 punti lasciandosi, alla fine del prino turno di carriere, alle spalle tutti gli altri quartieri (Sant'Andrea e Colcitrone a 4 punti e Colomba a 3). Nel secondo giro di giostra Parsi si è ritrovato una responsabilità pesantissima sulle spalle e ha dimstrato di avere la tempra del vincitore. E' volato incontro al buratto e ha marcato un 4 che ha regalato a Porta del Foro la vittoria. 

In diretta dalla piazzNadia Frulli, Enrica Cherici, Claudia Failli, Matteo Marzotti

La sintesi 

Porta Sant'Andrea per primo ad aprire le danze con un po' di ritardo per via del maltempo che fa annullare la sfilata del corteo storico. Ma la Giostra si corre. Inizia Enrico Vedovini che non va oltre il quattro. Stesso punteggio anche per Adalberto Rauco in sella a Pia per Porta Crucifera. Solo tre il primo tiro di Santo Spirito che manda per primo sulla lizza Elia Cicerchia. Tocca a Porta del Foro chiudere la prima serie di carriere, Gabriele Innocenti va sicuro verso il Buratto, ma la carriera è disturbata e il Maestro di Campo la fa ripetere. Al secondo tiro Innocenti va dritto sul centro mettendo già l'ipoteca sulla vittoria. Seconde carriere: di nuovo sulla lizza Porta Sant'Andrea con Tommaso Marmorini che eguaglia il compagno di casacca, è 4. E' 4 anche il tiro di Lorenzo Vanneschi per Porta Crucifera. Gianmaria Scortecci in sella a Doc fa un cinque perfetto e porta il suo quartiere a 8 punti come Sant'Andrea e Porta Crucifera. Ma a Porta del Foro basta un quattro per vincere la Giostra con nove punti e Davide Parsi non sbaglia. Il popolo giallocremisi esplode di gioia per una vittoria che mancava da 12 anni.

Prima Serie di Carriere

Porta Sant'Andrea - Enrico Vedovini 4
Porta Crucifera - Adalberto Rauco 4
Porta Santo Spirito - Elia Cicerchia 3
Porta del Foro - Gabriele Innocenti 5

Seconda Serie di Carriere
Porta Sant'Andrea - Tommaso Marmorini 4
Porta Crucifera - Lorenzo Vanneschi 4
Porta Santo Spirito - Gianmaria Scortecci 5
Porta del Foro - Davide Parsi 4

LA CRONACA DELLA SERATA

Secondo turno di carriere

DAVIDE PARSI HA MARCATO 4 PUNTI E PORTA DEL FORO VINCE LA 138ESIMA EDIZIONE DELLA GIOSTRA DEL SARACINO

Ore 23,51 - Le sorti di Porta del Foro  - che dal 2007 non vince una lancia - sono nelle mani e nella lancia di Davide Parsi.

Ore 23,49 - Sangue freddo e grande precisione, Scortecci cerca il centro e lo trova con apparente semplicità. L'araldo conferma e la piazza lo acclama.

Ore 23,43 - Gianmaria Scortecci è il secondom cavaliere di Porta Santo Spirito. In sella a Doc dovrà giocarsi il tutto per tutto per risollevare le sorti del quartiere.

Ore 23,36 - E' il turno di Lorenzo Vanneschi per Porta Crucifera. Il giovane giostratore cerca il 5, ma il tiro ha molte sbavature e agli occhi della piazza appare un 4. E pochi minuti dopo l'araldo conferma.

Ore 23.33 - Tommaso Marmorini scende in lizza per Porta Sant'Andrea. Poi vola verso il buratto e cerca un risultato sicuro puntando sul 4. L'araldo conferma e la piazza gli riserva un tiepido applauso.  

Ore 23,30 - Gli espulsi dalla piazza per i tafferugli adesso sono 6: quattro di Porta Santo Spirito e due di Porta del Foro.

Primo turno di carriere

Ore 23,29 - Cinque punti, Porta del Foro è in testa.

Ore 23,27 - Inncenti corre verso il pozzo velocissimo e cerca il centro. Una bella carriera e un'acrobazia per riprendere la lancia che stava per cadere. I giallo cremisi attendono un verdetto da 5.

Ore 23,23 - La carriera è stata disturbata e adesso verrà ripetuta. All'annuncio l'intera piazza applaude.

Ore 23,16 - Per Innocenti una carriera di fuoco, con un'invasione di lizza da parte di 3 figuranti di Porta Santo Spirito che hanno rischiato e fatto rischiare il cavaliere. L'intera piazza è rimasta allibita. La decisione della magistratura è stata immediata: i 3 (un armigero, un lucco e un balestriere) sono stati espulsi dalla piazza.

Ore 23,13 - Porta del Foro punta su Gabriele Innocenti, 

Ore 23,11- La parola all'araldo: Cicerchia ha marcato 3. 

Ore 23,07 - E' il turno di Porta Santo Spirito: la Colomba schiera Elia Cicerchia in sella a Olimpia. Ma il suo colpo si infrange sul 3 sotto gli occhi increduli dei suoi quartieristi.

Ore 23,04 Rauco marca 4 piunti. I figuranti insorgono e gli agenti della Polizia Locale corrono sulla lizza per contenerli.tafferugli giostra-2

Ore 22,59 - Colcitrone risponde con Adalberto Rauco.  Il giovane giostratore scende al pozzo in un clima teso. Carlo Farsetti lo accompagna e diventa il suo punto di riferimento. E il cavaliere corre una carriera impeccabile che fa pregustare il 5 al popolo rosso verde. 

Ore 22,58 - Brivido in piazza, esita l'araldo e poi annuncia un 4. Esultano i bianco verdi.

Ore 22,55 - Vedovini cerca il centro, ma qualcosa sembra non essere andato per il verso giusto: la punta della lancia colpisce all'interno. I quartieristi restano in  silenzio: il dubbio è che sia un due.

Ore 22.51 - Adesso è Giostra davvero. Sant'Andrea apre le danze e schiera la sua punta di diamante: Enrico Vedovini con Conte Darko. 

La lancia d'oro, la disfida e l'inno

Ore 22,47 - I musici suonano e il popolo della Giostra canta: è uno dei momenti più toccanti della serata, l'esecuzione dell'Inno. Un coro si leva dalla piazza: "Galoppa, galoppa mio bel cavalier, sei la speranza del nostro quartier..."

Ore 22,44 - Silenzio in piazza, parla l'araldo e pronuncia la disfida. E gli aretini pronunciano con lui: Al campo! Alla battaglia" all'Armi! All'Armi!

Ore 22,40 - La lizza si affolla: entra il maestro di campo Lisandrelli e lo seguono i Capitani. Ogni capitano di quartiere è seguito dai cavalieri di casata. Come ogni anno qualche cavallo non gradisce l'impatto con la lizza. 

Ore 22,38 - Tutta la piazza si alza in piedi per accogliere la lancia d'oro dedicata a Pietro Benvenuti, nel 250esimo anniversario della nascita.

I Quartieri e i Cavalieri

Ore 22.30 - Ed ecco gli eroi della Giostra, i cavalieri: Tommaso Marmorini ed Enrico Vedovini sono stati acclamati dal popolo di Porta Sant'Andrea. I rossoverdi schierano Lorenzo Vanneschi e Adalberto Rauco, che entrano in piazza tra le urla dei quartieristi cruciferini. La terribile coppia di composta da Gianmaria Scortecci ed Elia Cicerchia vola sulla lizza per la gioia della Colombina. Mentre per Porta del Foro entra la coppia insieme per la prima volta in Giostra (ma si era già dimostrata affiatata in prova generale) composta da Davide Parsi e Gabriele Innocenti.

Ore 22,23 - E finalmente entrano i quartieri: come da estrazione delle carriere a rompere il ghiaccio è Porta Sant'Andrea, seguono Porta Crucifera, Porta Santo Spirito e Porta del Foro. Una cascata di applausi, un muro di foulard sventolati, palloncini giallo blu che si librano in aria via e una piazza che si colora e si scalda sempre di più.

Gli Sbandieratori e i Musici

Ore 22,18 - E' quasi un urlo di battaglia quello dei Musici: poi le note grintose delle chiarine e il rullo dei tambiuri. Così si presentano alla piazza e così continueranno ad essere la colonna sonora della manifestazione

Ore 22,17 Il duello, le acrobazie, il fascino senza tempo delle bandiere che danzano accompagnate da tamburi e chiarine: in altre parole, il suggestivo spettacolo degli Sbandieratori.

Ore 22,05 - I tamburi scandiscono il ritmo, il pubblico li segue: entrano così gli Sbandieratori, che ogni volta toccano il cuore degli aretini. I vessilli al vento colorano la piazza, stupiscono e strappano appalusi. Quello degli Sbandieratori è lo spettacolo nello spettacolo, un gioiello incastonato nella manifestazione più cara alla città. 

L'ingresso in piazza

Ore 22,04 - Un boato della piazza accoglie i rettori dei quartieri, Carboni per Porta Sant'Andrea, Fazzuoli per Colcitrone, Gori per Santo Spirito e Felici per Porta del Foro.

Ore 22,01 Come da tradizione entra per primo l'araldo Francesco Sebastiano Chiericoni. Poi, a seguire, il corteo storico prosegue, come se nulla fosse accaduto, recuperando il tempo perduto. Ed ecco la Magistratura, presieduta da Marco Cecchi, che si insedia, quindi la Giuria.

La piazza si riempie

Ore 22 - Colpo di mortaio e sussulto della piazza. E' Giostra!

Ore 21,53 - Gli applausi, i sorrisi, i fischi: il popolo della Giostra si fa sentire

Ore 21,48 - L'ingresso in piazza sta slittando di minuto in minuto. I quartieri stanno riorganizzando i figuranti che fino a pochi minuti fa erano in attesa di conoscere la decisione delle autorità della Giostra. 

Ore 21,40 - La tribuna si sta riempiendo. E' arrivata anche l'ospite d'onore, la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, accompagnata da Francesco Macrì.

Ore 21,30 - Aspettando il colpo di mortaio, la piazza si sta riempiendo. I quartieristi iniziano a intonare i cori e a scaldare l'atmosfera. I tenici hanno sistemato la lizza, che è stata anche "pettinata" con un trattorino.

L'albo d'oro della Giostra del Saracino

La Lancia d'oro

Prova generale a Sant'Andrea

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy che spia i nostri cellulari

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento