Giostra Saracino

L'errore sulla lancia d'oro corretto a tempo di record. Ecco le foto, prima e dopo

Il maestro Francesco Conti ha corretto la scritta e stamani la lancia d'oro ha fatto la sua uscita ufficiale per l'estrazione delle carriere

Agli occhi esperti era subito apparso chiaro, nel momento della presentazione la lancia d'oro dedicata a Dante Alighieri mostrava un errore, un refuso si direbbe in gergo tecnico-giornalistico. Nella parte in legno dipinta di bianco in forma di pergamena che riporta il verso della Divina Commedia contenuto nel 22esimo canto dell'Infermo, la parola 'torneamenti' era stata erroneamente trascritta come 'tormenti'. Il maestro intagliatore Francesco Conti, che ha realizzato la lancia a tempo di record sul bozzetto di Enrico Lazzeri coordinatore di regia, ha corretto la scritta e dopo poche ore la lancia d'oro ha fatto la sua uscita ufficiale per la cerimonia di estrazione delle carriere con la scritta giusta. La lancia poi è stata accompagnata dal corte in Duomo ed è stata lasciata in consegna nella cappella della Madonna del Conforto, protrettrice degli aretini alla quale è dedicata ogni anno la Giostra di settembre.

I versi (1-9) del canto 22esimo dell'Infermo che parlano della Giostra:

«Io vidi già cavalier muover campo, 

e cominciar stormo a far lor mostra,

e tal volta partir per loro scampo;

corridor vidi per la terra vostra, 

o Aretini, e vidi gir gualdane,

fedir torneamenti e correr giostra;

quando con trombe, e quando con campane, 

con tamburi e con cenni di castella,

e con cose nostrali e con istrane;»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'errore sulla lancia d'oro corretto a tempo di record. Ecco le foto, prima e dopo

ArezzoNotizie è in caricamento