Cultura

Giostra: questione di millimetri. Punteggi tra goniometri e polemiche, così la giuria decreta i risultati

E' tutta una questione di millimetri. Misure minuscole che però, alla fine, fanno eccome la differenza. Se c'è una cosa che sanno bene i cavalieri dei quattro quartieri della Giostra del Saracino è proprio questa. I millimetri contano...

E' tutta una questione di millimetri. Misure minuscole che però, alla fine, fanno eccome la differenza.
Se c'è una cosa che sanno bene i cavalieri dei quattro quartieri della Giostra del Saracino è proprio questa. I millimetri contano.
All'indomani della 134esima edizione della manifestazione più amata, ecco che fioccano (tra le altre) polemiche e perplessità circa il punteggio marcato da Elia Cicerchia, giostratore di Porta Santo Spirito. La giuria ha deciso di assegnargli 5 punti.



Un verdetto contestato sia nell'immediato che fuori dalla piazza e che ha riportato gli aretini indietro nel tempo, a quel 19 giugno 2010 quando la giuria non assegnò cinque punti ad Enrico Vedovini malgrado avesse colpito con la punta della lancia nel centro del tabellone.

Ma la domanda è: cosa prevede il regolamento tecnico?
A raccontarlo è Saverio Crestini, appassionato quartierista ed esperto conoscitore della Giostra del Saracino, che nel suo blog ha spiegato passo dopo passo il sistema di misurazione dei punteggi e ricostruito una breve storia degli errori più clamorosi della storia contemporanea (vedi: Caso punteggi: la breve storia di un problema mai risolto).
"Il regolamento sulla misurazione - spiega Crestini nel suo blog - è stato modificato nel 2005. Dopo l'errore subito da Enrico Vedovini, nel 2010, venne deciso di introdurre in giuria la figura dell'esperto che è il sesto componete del gruppo".

Ecco un estratto dal lungo articolo di Saverio Crestini dove viene spiegato il principio attraverso il quale viene assegnato il massimo del punteggio. (Per la lettura completa dell'approfondimento: Caso punteggi: la breve storia di un problema mai risolto)



Ecco cosa prevede il regolamento tecnico, entrato in vigore nel settembre del 2005, riguardante la misurazione dei punteggi.





PUNTO 1
Gli unici strumenti ufficiali in dotazione alla Giuria della Giostra sono cinque mascherine(26 mm., 27 mm, 28 mm., 29 e 30 mm.) ed un goniometro del diametro di 28mm..Le mascherine sono tutte trasparenti ed in materiale indeformabile, con impresse a inchiostro indelebile le varie figure geometriche utili alla misurazione. Tali strumenti nel corso dell'anno sono custoditi dalla Magistratura della Giostra

Prima fase
La Giuria dovra? per prima cosa individuare l'asse orizzontale che dividera? in due parti uguali l'impronta inchiostrata lasciata dalla punta della lancia, con esclusione dell'alone di contorno.

Per fare cio?, usando una delle quattro mascherine trasparenti a sua disposizione, dovra? per prima cosa accostare l'asse verticale Y-Y al bordo esterno verso destra della marcatura (vedi fig.1) mantenendolo verticale con l'aiuto del reticolo posto sulla destra della mascherina, aiutato in cio? dalle linee di demarcazione del sottostante tabellone.










Seconda fase

Contemporaneamente fara? in modo, scorrendo verticalmente la mascherina, che le linee A e B della mascherina stessa, combacino rispettivamente con il bordo superiore ed inferiore del cerchio o semicerchio inchiostrato (A' e B' della fig.2).

E' palese che dovra? essere usata fra le quattro mascherine in dotazione, quella piu? adeguata come dimensione.



Terza fase

Attraverso la fessura posizionata al centro della mascherina la Giuria segnera? nel tabellone, con apposita matita indelebile a punta fine, un trattino orizzontale di 15 mm (W) a cavallo del bordo destro della marcatura (fig.3).










Quarta fase

La Giuria, utilizzando quindi la mascherina-goniometro, riposizionera? l'asse Y-Y sul bordo esterno destro della marcatura facendo sovrapporre l'asse orizzontale X-X al trattino (W) riportato precedentemente sul tabellone.

Quinta fase

Il centro del goniometro, intersezione degli assi X-X/C-D determina il punteggio da leggere, attraverso la mascherina trasparente, sul sottostante tabellone (fig.4) ad esclusione del centro la cui misurazione e? indicata al successivo punto2.



PUNTO 2

Solo nel caso in cui la misurazione da effettuare riguardi il centro del tabellone, la Giuria utilizzera?, tra le mascherine in dotazione, esclusivamente quella da 28 mm. Verra? attribuito il punteggio di 5 (cinque) nei casi in cui la circonferenza individuata sia tangente o secante al cerchio inscritto (diametro cm. 1,39) all'interno del centro del tabellone.

PUNTO 3

L'inchiostratura della lancia deve essere effettuata con tampone piatto solo sulla superficie esterna superiore del gommino con esclusione di quello esterno laterale.

La Giuria viene munita di un goniometro di diametro 28 mm. e di cinque mascherine quadrettate per determinare l'asse orizzontale del cerchio di marcatura con diametro 26,27,28,29 e 30 mm.

Sono categoricamente escluse dall'uso altre forme di misurazione e strumentazioni.



Gallery

© Riproduzione riservata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giostra: questione di millimetri. Punteggi tra goniometri e polemiche, così la giuria decreta i risultati

ArezzoNotizie è in caricamento