Domenica, 19 Settembre 2021
Cultura

Giostra. La squalifica di Fracassi, lo sconcerto dei giallocremisi e il nuovo capitano di Sant'Andrea

Insieme a Faliero Papini, e con Maurizio Sepiacci e Martino Gianni in lizza, è riuscito a portare al quartiere di Porta Sant'Andrea tre lance d'oro. Due nel 1994 e l'altra, l'ultima della sua carriera passata, il 13 settembre del 1997. Maurio...

sbandieratori-giostra2

Insieme a Faliero Papini, e con Maurizio Sepiacci e Martino Gianni in lizza, è riuscito a portare al quartiere di Porta Sant'Andrea tre lance d'oro. Due nel 1994 e l'altra, l'ultima della sua carriera passata, il 13 settembre del 1997.

Maurio Dionigi è dalla tarda serata di ieri il nuovo capitano biancoverde. Dopo le dimissioni di Marco Fardelli, il quartiere ha riunito il proprio direttivo per scegliere a chi affidare il delicato compito.

Con larga maggioranza la scelta è ricaduta su Dionigi, attuale Camerlengo del quartiere. Al suo fianco ha scelto di chiamare Saverio Crestini, da sempre appassionato quartierista, esperto conoscitore di Giostra del Saracino e già membro delle scuderie anche durante il mandato di Fardelli.

Una nuova pagina si apre per il quartiere biancoverde che, con questa nuova nomina, ha completato la squadra con la quale i biancoverdi si presenteranno in lizza per sfidare il Re delle Indie nell'edizione di settembre della Giostra.

Da tenere presente che l'ultima vittoria per Sant'Andrea risale al 6 settembre 2015. La lancia numero 35 venne conquistata da Enrico Vedovini e Stefano Cherici. Chi invece non si presenterà con la consueta formazione in piazza a settembre, sarà con ogni probabilità Porta del Foro. I giallocremisi infatti dovranno fare a meno del proprio rettore Francesco Fracassi che è stato squalificato per un turno dalla magistratura della Giostra.

Una decisione che non ha tardato a suscitare le reazioni da parte del capitano Dario Tamrindi che ha affidato il proprio sfogo ai social.

"Trovo vergognoso, irrispettoso ed oltraggioso, il comportamento che si è tenuto e che si continua a tenere verso il mio Quartiere. Tre squalifiche in due anni, Capitano, Maestro d'armi ed ora addirittura il Rettore. Ricordo un Capitano espulso dalla piazza per la Prova Generale e poi solo deplorato, ricordo altri due Rettori scesi dal palchetto senza nemmeno essere nominati, ricordo un giostratore che ha fatto ripetutamente il gesto dell'ombrello verso tutta la Piazza e chiudere la vicenda con una sonora risata e poi però vedi squalificare il rettore di Porta del Foro per aver fatto cosa? Boh...non è dato sapere". Al momento le motivazioni che hanno spinto la magistratura della Giostra a prendere tale decisione non sono state rese note ufficialmente anche se la notifica della squalifica nei confronti di Fracassi è stata notificata ieri mattina. Da parte del rettore di Porta del Foro le intenzioni sono chiare. Ricorrere al Gran Giurì della Giostra. A quanto pare infatti, la scelta della squalifica è da attribuire al fatto di essersi alzato dalla propria postazione durante la Giostra. Un episodio che è accaduto proprio quando una delle luci appese sulla facciata del palazzo di Fraternita si è spenta. Il numero uno del quartiere della Chimera in quei momenti concitati, visto che l'Araldo aveva già chiamato al pozzo il primo cavaliere di Porta del Foro, si è alzato per chiedere spiegazioni e niente di più. Squalificati per una edizione anche due figuranti di Porta Crucifera e uno di Porta Sant'Andrea. I biancoverdi, che erano stati colpiti da deplorazione, subiranno anche un taglio dei contributi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giostra. La squalifica di Fracassi, lo sconcerto dei giallocremisi e il nuovo capitano di Sant'Andrea

ArezzoNotizie è in caricamento