Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Giornate della Cultura a Casa Bruschi: a Ferragosto e in occasione della Giostra del Saracino,

A Ferragosto e domenica 6 settembre, in occasione della Fiera Antiquaria e della Giostra del Saracino, la Casa Museo di Ivan Bruschi, amministrata da Banca Etruria, resterà aperta al pubblico gratuitamente. In questo momento, oltre alla collezione...

casa-museo-ivan-bruschi

A Ferragosto e domenica 6 settembre, in occasione della Fiera Antiquaria e della Giostra del Saracino, la Casa Museo di Ivan Bruschi, amministrata da Banca Etruria, resterà aperta al pubblico gratuitamente. In questo momento, oltre alla collezione permanente di Casa Bruschi, la Fondazione ospita all'interno del Trecentesco Palazzo due mostre temporanee e 46 opere della rassegna di arte contemporanea Icastica. L'esposizione "Il teatro dipinto. La scena degli artisti nel Romanticismo", a cura del prof. Carlo Sisi, è un percorso iconografico alla scoperta del teatro Romantico, una rassegna dedicata all'arte della decorazione, in special modo di Metrodoro Conti, lo scenografo attivo nel XIX secolo che nella sua carriera ha allestito il Teatro La Fenice di Arezzo, ma anche il Petrarca. La mostra dedica un'apposita sezione proprio al teatro aretino, documentando con alcuni interessanti disegni tecnici le scelte architettoniche e decorative compiute per la sua realizzazione.

L'altra mostra è "Nutrirsi a regola d'arte nel Mondo Antico", la mostra realizzata in onore di EXPO 2015, alcune tavole imbandite con vasellame, suppellettili e manufatti della collezione Bruschi, per far conoscere al visitatore gli usi e i costumi degli antichi nel modo di apparecchiare le loro mense e scoprire cosa mangiavano e bevevano.

Le opere di Icastica sono appartenenti alla collezione di Giorgio Fasol, allestimento a cura di Rita Selvaggio. Tra gli artisti in mostra Giovanni Anselmo, Joseph Beuys, Isabella Cornaro, Franklin Evans, Paolo Icaro, Gerhard Richter, Giulio Paolini e Francesco Lo Savio.

La Fondazione è inoltre lieta di esporre la bellissima opera di Salvator Rosa "San Girolamo", arrivata in prestito dal Museo Piersanti di Matelica. Al Museo Piersanti è stata concessa in prestito la splendida pala di Luca di Paolo, appartenente alla quadreria di Banca Etruria ed esposta in Fondazione, raffigurante la Madonna con Bambino e angeli tra i Santi Agostino e Caterina d'Alessandria, per la mostra "Luca di Paolo. Un protagonista del rinascimento marchigiano", visibile in questo momento a Matelica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornate della Cultura a Casa Bruschi: a Ferragosto e in occasione della Giostra del Saracino,

ArezzoNotizie è in caricamento