Fiera Antiquaria, a Casa Bruschi nuovi modi per vivere l'arte

In occasione del weekend dell’Antiquaria di sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, la Fondazione Ivan Bruschi presenta proposte originali all’insegna di nuovi modi per vivere l’arte. Nei giorni di fiera sarà possibile gustare una visita alla...

fiera-antiquaria (26)

In occasione del weekend dell’Antiquaria di sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, la Fondazione Ivan Bruschi presenta proposte originali all’insegna di nuovi modi per vivere l’arte.

Nei giorni di fiera sarà possibile gustare una visita alla Casa Museo Ivan Bruschi e ai suggestivi scorci del centro storico cittadino che si aprono dalle esclusive terrazze poste davanti alla Pieve di Santa Maria. Situata nel trecentesco Palazzo di Corso Italia, la Casa Museo custodisce l’eclettica collezione del celebre aretino “padre” della Fiera Antiquaria: oltre 10.000 oggetti, dall’età preistorica a quelle moderna e contemporanea, quadri di Vasari e Guercino e oggetti provenienti da ogni continente, per un viaggio alla scoperta dell’arte a trecentosessanta gradi.

Sabato 30 settembre dalle ore 15,30 sarà possibile conoscere i tesori di Arezzo con una visita speciale in compagnia del Centro Guide di Arezzo, con l’evento SCOPRI AREZZO “Speciale Novecento e Oltre”. Il percorso partirà alle ore 15,30 dal punto informativo Arezzo Valley (scale mobili), svolgendo un itinerario che comprende la visita alla mostra “Una Chimera del Novecento. Il Leone di Monterosso di Arturo Martini”, presso la Casa Museo Ivan Bruschi e all’esposizione "Theatrum mundi, cabinet of curiosities. L’opera di Pierre Peyrolle", presso la Galleria Comunale di Arte Contemporanea di Arezzo.

L’esposizione allestita a Casa Bruschi è incentrata sul celebre bronzo di Arturo Martini, Il Leone di Monterosso, ispirato al grande precedente etrusco, al quale lo accomuna anche il materiale. Il capolavoro di Martini è posto al centro di un percorso documentario che vuole riportare attenzione sul valore simbolico che nel corso del Novecento ha avuto la Chimera etrusca, non solo per Arezzo.

Nella mostra Theatrum mundi, cabinet of curiosities le maestose opere pittoriche dell'artista francese Pierre Peyrolle saranno affiancate da oggetti insoliti esposti all'interno di una Wunderkammer, una "stanza delle meraviglie", la cui realizzazione è un evidente riferimento che il Comune di Arezzo intende fare alla Fiera Antiquaria e al suo fondatore Ivan Bruschi, creatore di questo variegato mercato di oggetti non solo antichi, ma anche particolari e bizzarri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Costo dell’iniziativa: 10€ a persona - gratuito fino a 12 anni.

Per informazioni e prenotazioni: 3343340608 – info@centroguidearezzo.it .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento