Cultura

Donato un libro sulla prigionia nei lager tedeschi alla Biblioteca Città di Arezzo

Donato un libro alla Biblioteca Città di Arezzo su una storia di prigionia nei lager tedeschi. Il testo si intitola “1944 Un giovane abile alla prigionia - Testimonianze e corrispondenza del lager” (Editrice Veneta – Vicenza 2016) e raccoglie la...

biblioteca_arezzo1

Donato un libro alla Biblioteca Città di Arezzo su una storia di prigionia nei lager tedeschi. Il testo si intitola "1944 Un giovane abile alla prigionia - Testimonianze e corrispondenza del lager" (Editrice Veneta - Vicenza 2016) e raccoglie la testimonianza di vita di Giuseppe Lino Rosoni, nato a Vicenza il 23 maggio 1926, deportato in Germania nei lager della Seconda Guerra Mondiale nel giugno 1944 dalle truppe tedesche. Aveva appena compiuto 18 anni.

"Nel mese di maggio del 1944 sono stati chiamati, con un avviso appeso lungo le strade di Vicenza, alla visita militare tutti i nati del primo semestre del 1926. Io mi sono presentato al distretto militare insieme ad altri giovani. I medici italiani ci hanno considerati inabili al servizio militare, però i medici tedeschi hanno detto: inabili al servizio militare, ma abili al lavoro in Germania" racconta lo stesso Rosoni.

Ha fatto rientro in Italia il 2 luglio 1945 e, come lui stesso scrive ai familiari: "è solo una parte di una vita passata nell'inferno del lager, che non ho mai dimenticato nell'arco di tutti i miei anni".

Brevi ma intense pagine che Lino Rosoni ha voluto custodire per tanto tempo e che solo adesso escono stampate sulla carta "perché non vada perduto" il suo calvario di una prigionia vissuta in prima persona, sulla propria pelle.

Oggi, a distanza di oltre settant'anni da quegli avvenimenti, che scavarono un solco anche tra gli stessi italiani, rinasce però anche la speranza. Essa diventa lezione da ricordare per i nipoti e le giovani generazioni: ricordare per non dimenticare e perché le guerre e le conseguenze sempre drammatiche per la gente non si ripetano più.

Il testo è corredato da fotografie e documenti che costituiscono un patrimonio per coloro che si occupano di ricerca storica ma rappresentano soprattutto un tesoro di memoria per le generazioni che verranno.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donato un libro sulla prigionia nei lager tedeschi alla Biblioteca Città di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento