Di corsa verso la Giostra, Sant'Andrea: "Al lavoro per il cappotto". Tutti confermati a Colcitrone

Di corsa verso la Giostra. Mancano dieci giorni alla 137esima edizione della manifestazione. I quattro quartieri sono al lavoro, in sostanza non hanno mai smesso da giugno, salvo qualche giorno di ferie. Tra chi è uscito con le ossa rotte e chi da...

prove-crucifera6

Di corsa verso la Giostra. Mancano dieci giorni alla 137esima edizione della manifestazione. I quattro quartieri sono al lavoro, in sostanza non hanno mai smesso da giugno, salvo qualche giorno di ferie. Tra chi è uscito con le ossa rotte e chi da vincitore tutti sono ripartiti con lo stesso obiettivo, quello di vincere la lancia d'oro che domenica 2 settembre è dedicata al centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale.

Squadra che vince non si cambia. E' ovviamente così per Porta Sant'Andrea che conferma tutto il team di cavalli e cavalieri che hanno vinto a giugno, insieme al preparatore Manuele Formelli. Con Enrico Vedovini in sella a Peter Pan che, se i calcoli non ci ingannano, dovrebbe essere alla sua ultima Giostra, stando al limite dei 20 anni. Al suo fianco Tommaso Marmorini (il vincente al debutto a giugno) con Sibilla. Ci sono anche due destrieri in più a disposizione, uno di Vedovini stesso e un'altro acquistato dal quartiere. "I giostratori sono carichi di entusiasmo che non si è mai spento dalla Giostra di giugno, si stanno allenando seriamente tutti i pomeriggi per strappare questo cappotto" commenta senza scaramanzia il capitano biancoverde Mauro Dionigi "d'altronde siamo gli unici che lo possiamo fare, anche se la Giostra è imprevedibile, non è mai scontata e non è detto che alla fine siano sempre i più forti a vincere." E poi c'è il sorpasso di Porta Crucifera in ballo, visto che i due quartieri si trovano primi a quota 37 lance nell'albo d'oro.

Lavoro continuo e qualche novità tra i cavalli per Porta Santo Spirito. La prima notizia è quella che Napoleone, anche lui alla sua ultima Giostra, come ci ha confermato il capitano Marco Geppetti, torna a fare coppia con Gian Maria Scortecci a differenza di quanto fatto a giugno, quando giostrò con Elia Cicerchia e i risultati attesi non arrivarono. "Non c'è bisogno di guardare indietro, commenta Geppetti, è una strategia che abbiamo deciso con la squadra tecnica che lavora insieme dal molti anni e nella quale è presente Stefano Pelosi preparatore dei cavalli." Elia Cicerchia a questo punto ha di fronte una scelta da compiere, anche se nel giro di pochi giorni, visto che avrebbe le idee abbastanza chiare. Ha portato avanti gli allenamenti con Toni che ha già disputato tre prove generali, l'ultima delle quali con Elia Pineschi che ha marcato un cinque e vinto l'edizione di giugno scorso oppure Danny, sempre delle scuderie della Colombina, ma che non ha una gara alle spalle. "Dopo la Giostra di giugno abbiamo analizzato e archiviato, abbiamo il solo scopo di vincere e le sconfitte hanno sempre il valore aggiunto di farci alzare il livello."

Acque tranquille e tutte conferme per Porta del Foro che insegue ancora l'agognata vittoria con la coppia di Davide Parsi e Andrea Vernaccini che scenderanno sulla lizza con gli stessi cavalli, rispettivamente Nuvola e Kim detto Brighella. Gli allenamenti si svolgono come per gli altri tutti i pomeriggi e sono diretti da Maurizio Orlandi che ha il ruolo di preparatore giallocremisi. Il campo prova è in gran parte allestito alle scuderie di Andrea Vernaccini, mentre per le vere e proprie simulazioni della Giostra tutti tornano al campo di Petrognano. Ne sono già state fatte due, con la presenza del pubblico e di tutte quelle situazioni che possono far provare al cavallo e al giostratore, le condizioni più simili a quelle della Giostra in piazza Grande.

Al lavoro sugli errori e le conferme sono arrivate anche a Porta Crucifera che manderà sulla lizza Adalberto Rauco con Pia e Lorenzo Vanneschi con Carlito Brigante. La coppia ha lavorato duro dopo la brutta prestazione di giugno quando uscì dalla piazza con soli cinque punti. Insieme al preparatore Carlo Farsetti il lavoro è stato volto per correggere alcuni errori e migliorare la prestazione e chi li segue giorno dopo giorno al campo di allenamento dello stesso allenatore, dice di aver visto ragazzi molto ben preparati e carichi in vista della Giostra del 2 settembre. Anche per i rossoverdi il campo di allenamento del quartiere è la sede per le simulazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento