Conferenze, concerti, teatro e atmosfere natalizie: ecco gli eventi del fine settimana

VENERDI' 24 NOVEMBRE Arezzo Alle 21 nella Chiesa di Santa Maria della Pieve ad Arezzo col concerto “10 anni d’In…Canto”. Una serata resa ricca dalla presenza di numerosi artisti ospiti e dinamici cambi di scena. Per questo evento...

disney-al-villaggio-tirolese (47)
VENERDI' 24 NOVEMBRE







Arezzo Alle 21 nella Chiesa di Santa Maria della Pieve ad Arezzo col concerto “10 anni d’In…Canto”. Una serata resa ricca dalla presenza di numerosi artisti ospiti e dinamici cambi di scena. Per questo evento, patrocinato dal Comune di Arezzo, dalla Fondazione Guido d’Arezzo, dall’Associazione cori della Toscana, anche la presenza del corpo di ballo Centro Danza di Carolina Basagni, dell’Associazione Rasenna, e degli Sbandieratori di Arezzo.



Il concerto. Il maestro Gianna Ghiori ha preparato un vero e proprio inno alla pace e alla fratellanza: “per crescere in musica, il primo passo è l’ascolto dell’altro – dichiara Gianna Ghiori – prima di cantare viene il riconoscersi in un unico gruppo, un’unica voce. Questa è la fratellanza che da sempre insegniamo nel Coro Voceincanto e che vogliamo celebrare per i nostri primi dieci anni di attività, perché chi canta non ama la guerra e vuole solo la pace”. Ogni brano eseguito in pieve durante la serata sarà il simbolo di un capitolo fondamentale della storia del Voceincanto, un racconto sonoro che saprà guidare passo dopo passo tutti gli ascoltatori. Per l’occasione il Voceincanto sarà in formazione completa, voci bianche e giovanili, accompagnato dalle voci mature dei Cantori di Vita dell’Associazione Voceincanto. Al pianoforte si alterneranno i maestri Rossano Tacconi, Maria Silvestrini e Mattia Senesi. Il programma musicale è prezioso, scelto per deliziare anche le orecchie più raffinate. Dal Gregoriano di “Cantantibus Organis” alle ninne nanne e canti della tradizione, “Lullaby” e “Angel Fly”, fino alle opere degli italiani contemporanei. Non potevano mancare i grandi della storia della musica con “Canticorum Jubilo” di Handel, “Jesu, Rex admirabilis” di Palestrina e il “Gloria RV 589” di Vivaldi, vere pietre miliari nell’evoluzione decennale del Coro Voceincanto.










******


Arezzo Alle ore 17,30 don Antonio Bacci, presso l’Accademia Petrarca di Lettere Arti e Scienze di Arezzo, affronterà un tema petrarchesco oggetto di molti studi ed altri interrogativi avvalendosi di una riflessione di personale esperienza. Il. Titolo del tema è “Petrarca e l’ascesa al Monte Ventoso: fantasia o reltà?”. Il Mont Ventoux dal secolo scorso riecheggia nel mondo ciclistico mondiale quale durissimo percorso nello svolgimento del Tour de France nel percorso sudorientale del paese. L'incontro, aperto anche alla cittadinanza, con ingresso libero, avverrà presso la Casa del Petrarca sede storica dell’Accademia, in Arezzo, via dell'Orto n.28.


******











Arezzo Alle 22 Calimani in concerto di presentazione del cd "CALIMANI FANTASTICI E DOVE TROVARLI " Album rivelazione del duo che vale tre.
I Calimani sono un duo di amici da una vita che hanno finalmente deciso di suonare insieme. Pessima decisione. Da questo connubio è nato “Calimani Fantastici e Dove Trovarli”, un album che tocca tematiche molto profonde, magiche ed inutili allo stesso tempo, spaziando dall’amore più profondo al cane del vicino. Personalità e divertimento accompagnano i brani in un mondo dove di concreto c’è ben poco aiutando l’ascoltatore a riflettere facendosi grandi risate. Ad accompagnare i due ragazzi ci sono l’ukulele Lele e la batteria Margherita, Rita per gli amici, inseparabili compagni di un viaggio che è appena iniziato. “Calimani Fantastici e Dove Trovarli” uscito il 13 Ottobre per La Barba Dischi. Ingresso libero con tessera Arci.










******


Castiglion Fiorentino Novemberfest ricomincia da Ligabue. Inizia il secondo tempo della festa di Porta Romana


******











Capolona Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: il Comune di Capolona celebra presso il TeatroCinema “Nuovo” di Capolona, andrà in scena alle 21.15 “Il Cantico dei Cantici” con gli attori Elena Sardi e Paolo Bessegato e lo straordinario chitarrista Vincenzo Saldarelli, nell’ambito della rassegna Artazione che vede la direzione artistica del M° Roberto Fabbriciani. La serata, a ingresso libero, sarà condotta dalla giornalista Barbara Perissi.
Lo spettacolo prevede una semplice messinscena in grado di rendere i versi del Cantico dei Cantici molto coinvolgenti da un punto di vista sia emotivo che intellettivo. Non c’è libro biblico che abbia esercitato sull’anima cristiana un effetto di seduzione comparabile al Cantico: la bravura degli attori Elena Sardi e Paolo Bessegato, insieme alle musiche di Vincenzo Saldarelli, esaltano la trasposizione per la scena dei versi ambrati, quieti e soffici del Cantico dei Cantici, attribuiti a re Salomone.
Lo spettacolo accompagnerà il pubblico in questo meraviglioso mondo disegnato dalle 1250 parole del Cantico e ci farà da guida Lei, la protagonista femminile, la cui presenza è decisamente superiore a quella del suo amato, l’uomo. Il Cantico dei Cantici è curiosamente un testo “femminile”, sorprendente in un orizzonte come era quello di centinaia di anni fa, contrassegnato da un maschismo ben sedimentato. La performance toccherà le più alte vette della mistica, pur restando sul letto lussureggiante dove si consuma il più intenso degli abbracci.










Cortona L'insidia dietro lo schermo: consigli e rimedi per piccoli (e grandi) indifesi su web e social. Ore 10,30 al teatro Signorelli conferenza di Umberto Rapetto giornalista, informatico e scrittore. Una iniziativa per conoscere le insidie che si nascondono dietro l’infinito mondo del web con uno dei maggiori esperti italiani del settore, venerdì 24 novembre alle ore 10,30 al Teatro Signorelli. Relatore sarà Umberto Rapetto, precursore delle indagini telematiche al punto di guadagnarsi l’appellativo di “sceriffo del web”. Rapetto, tre lauree, creatore, e per undici anni comandante del GAT Nucleo Speciale Frodi Telematiche, nel 2001 ha “catturato” gli hacker penetrati nei sistemi informatici del Pentagono e della NASA, ha diretto l’indagine sulle slot machine, quella dei 98 miliardi di euro ed è ad oggi uno dei maggiori esperti mondiali di sicurezza informatica. Docente in numerosi Atenei italiani e stranieri (l’ultimo contratto alla Facoltà di Ingegneria all’Università di Genova) e nei più importanti Centri di formazione militare e di polizia (Open Source Intelligence alla NATO School di Oberammergau). L’incontro vedrà coinvolti decine di studenti delle scuole superiori.










Sansepolcro Dopo la conferenza dedicata agli affreschi gotici della scorsa settimana, il Museo Civico biturgense si appresta ad intraprendere un emozionante percorso alla riscoperta delle antiche origini del nostro territorio. Alle ore 18:30, presso la sala archeologica del museo, si parlerà della storia e degli sviluppi degli studi archeologici in Valtiberina, e in particolare a Sansepolcro.



I numerosi reperti rinvenuti durante vari scavi testimoniano la centralità di questo territorio sulle strade di comunicazione e i commerci tra le popolazioni che, prima di Roma, se lo contendevano. Saranno presenti Michele Bueno della Soprintendenza Archeologica, Adriana Moroni dell’Università di Siena, Giampiero Laurenzi del CESQ ed Elita Ricci, giovane archeologa che presenterà le indagini svolte sui materiali ritrovati in occasione dei lavori per l’installazione del nuovo ascensore al Museo.



SABATO 25 NOVEMBRE







Anghiari Anghiari celebrerà la "Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne" con l'iniziativa "Passi di luce - serata di parole, suoni e danze" promossa dal Comune di Anghiari e dall'Assessorato alle Politiche Sociali in collaborazione con il Gruppo Danzaterapia di Anghiari, con il Liceo Artistico di Anghiari e con l'Associazione ProntoDonna. Coordinamento evento di Giuliana Gattari. Appuntamento fissato per le ore 18 nella Sala del Consiglio del Comune di Anghiari (Palazzo Pretorio).












Anghiari

Il programma completo è consultabile sul sito www.anghiaridance.eu










Arezzo Circolo Aurora Arezzo – Sabato 25 novembre ore 22.
L’abbraccio del Circolo Aurora e della compagnia teatrale Diesis Teatrango a tutte le donne del mondo.


In occasione della festa internazionale contro la violenza sulle donne la compagnia Diesis Teatrango in collaborazione con La Carovana della Memoria presenta la performance “Una pioggia di grazia”, recital di parole e canzoni con gli attori Moreno Betti e Barbara Petrucci, il canto e la musica eseguita dal vivo da Anna Vigetti. Tra le parole scelte, la poesia mistica e carnale di Alda Merini, le parole delicate e feroci di Fabrizio De Andrè, le parole di giovani donne e di personaggi straordinari, frammenti provocatori e pieni di grazia. La violenza è una essenza da” Ri-conoscere”nella sua natura sottile spesso nascosta come la forza ed il coraggio delle donne. La performance racconta gli infiniti mondi di donne comuni o famose il cui sguardo verso la cultura e la vita ha cercato la libertà e la grazia. Sempre nella giornata di sabato il Circolo Aurora installerà il suo simbolo di libertà per le donne, una Panchina Rossa sulla quale sarà citata la frase “Guardate: hanno di nuovo decapitato le stelle e insanguinato il cielo, come un mattatoio!” di V. Majakosvskij. L’installazione è stata ideata e realizzata da Bartolo Incoronato.

Ingresso libero con tessera Arci







Arezzo









Arezzo Porta del Foro: torna la "Pizzata al Quartiere"
Dalle ore 20:30 nella sede di Vicolo della Palestra


Dopo il successo della cena dello scorso mese che ha inaugurato la postazione DAE, al Quartiere di Porta del Foro torna la consueta "Pizzata", serata che riscuote sempre una buona partecipazione da parte dei quartieristi e simpatizzanti della Chimera. La cena si terrà sabato 25 dalle ore 20:30 nella sede di Vicolo della Palestra con il classico menù: antipasto, pizza e dolce al costo di 10 euro (escluso le bevande). Le cuoche giallocremisi saranno pronte a sfornare decine di pizze dai gusti più svariati.

E' richiesta la prenotazione chiamando uno dei seguenti numeri: 3332281942 (Enrico) - 3285457912 (Cristiano).









*****


Arezzo Presso il Circolo Rossoverde di Porta Crucifera si rivivrà l’anno 1978 grazie agli storici quartieristi Angiolo Cirenei e Ugo Morelli. Riflettori puntati sulla surreale trattativa che portò il celebre giostratore Franco Ricci da S.Andrea a Porta Crucifera. Racconti, aneddoti, testimonianze accompagneranno la cena in cui interverranno ospiti e protagonisti di quegli anni. Menù: Antipasto - Primo - Dolce 10€ (info —> Meme 3498319206 Luca 3336523267).


******



Arezzo Una bella iniziativa a sostegno dei ragazzi down. E’ questa la motivazione che porta la Compagnia del Polvarone a tornare sul palcoscenico del Teatro Pietro Aretino con il suo cavallo di battaglia per questa stagione. Alle ore 21 in via Bicchieraia va in scena ‘STO MATRIMONIO S’HA DA FARE, la brillante commedia in vernacolo che ripropone la storia di Natalina e Ruggero (interpretati da Roberta Sodi e Mario Francoia) due genitori che vogliono maritare la figlia viziata (Debora Cortesi) per godersi una tranquilla vecchiaia. Ma i loro piani sono stravolti dai vicini impiccioni che vogliono contribuire in vario modo al buon esito della vicenda. Ne viene fuori un’ irresistibile girandola di situazioni con la tutta la bravura degli attori del Polvarone che si esaltano con l’ormai collaudato vernacolo aretino. Una serata speciale dedicata a persone speciali che meritano attenzione e sostegno. L’ingresso è ad offerta libera.










Arezzo A partire dalle ore 15.30, appuntamento per bambini e famiglie alla Casa Museo Ivan Bruschi con il nuovo percorso ludico-didattico “Nei panni di un vero artista. Percorso e laboratorio di disegno artistico” realizzato in collaborazione con Laura Ghezzi, restauratrice di beni culturali e maestra d’arte specializzata sulla didattica dell’arte applicata in tutte le sue poliedricità. Il percorso didattico guiderà i bambini alla scoperta della collezione Bruschi, attraverso un viaggio tra opere e reperti provenienti da tutto il mondo, e terminerà con il laboratorio di disegno creativo, che permetterà di liberare la creatività personale. Per l’occasione Laura Ghezzi farà conoscere e ispirerà i più piccoli mostrando loro i dipinti di Vincent Van Gogh, ricchi di colori e unici nel loro genere, per poter così realizzare, grazie alla loro fantasia e con l’aiuto e le indicazioni di Laura, una vera e propria “opera d’arte”. Questo appuntamento rientra all’interno del progetto “Un Museo a misura di bambino” grazie al quale ogni quarto sabato del mese la Fondazione organizza visite guidate, percorsi didattici e laboratori creativi di vario genere studiati appositamente per i bambini e le famiglie.



Inizio percorso: ore 15.30.


Età consigliata: 5-8 anni.


Costo del biglietto: € 8.00


Durata del percorso:2h.


Location: Casa Museo Ivan Bruschi, Corso Italia 14.


Si consiglia la prenotazione.










Arezzo Vino, musica, storia: sono questi i tre ingredienti della degustazione sinestetica “I Grandi di Arezzo” organizzata dalla Strada del Vino con il contributo del Comune di Arezzo e il patrocinio della Provincia. L'iniziativa è in programma nella Sala dei Grandi del palazzo della Provincia e vedrà tre straordinari vini raccontati da un narratore d'eccezione, Luca Martini, miglior sommelier del mondo, e abbinati a uomini illustri legati alla storia di Arezzo e a musiche dell'epoca. Un viaggio nel tempo attraverso i sensi che partirà alle 15.00 partendo dall'affresco degli uomini illustri di Andrea De Carolis in Sala dei Grandi, per poi proseguire nel centro storico in una visita ai luoghi d'arte legati ai grandi personaggi della città. Al ritorno in Sala dei Grandi, previsto per le 16.30, avrà inizio degustazione sinestetica, e cioè di contaminazione dei sensi, che metterà assieme tre splendide eccellenze della viticoltura aretina e tre personaggi storici legati al territorio e con richiami alla musica del tempo. Il primo vino è il “Bogginanfora Val d'Arno di Sopra DOC” dell'azienda Petrolo legata al mago Nepo da Galatrona, con gli interventi dello storico Francesco Sinatti e del produttore Luca Sanjust. Toccherà poi al “Tiratari IGT Rosso dell'azienda Villa La Ripa”, legato a Francesco Redi con l'intervento dello storico dell'Arte Liletta Fornasari. Per il terzo vino, “Alessandro Dal Borro IGT Syrah”, legato al Marchese Alessandro Dal Borro, con l'intervento del produttore Salvatore Ferragamo. Durante la degustazione spazio alla musica, con una selezione curata da Paco Mengozzi. I posti per la degustazione sono limitati e il costo previsto è di 20 euro, la prenotazione è obbligatoria tramite email all'indirizzo info@stradadelvino.it











Arezzo Torna la Compagnia del Polvarone Teatro Pietro Aretino in via Bicchieraia. Alle ore 21 va in scena ‘STO MATRIMONIO S’HA DA FARE, la brillante piecè in vernacolo scritta e diretta da Roberta Sodi. La serata ha finalità benefiche con l’incasso interamente devoluto alla sezione aretina dell’Associazione Italiana Persone Down. Un occasione per aiutare in maniera concreta una realtà sempre bisognosa di sostegno, che vive grazie anche all’azione di tanti volontari che operano tutti i giorni con i bambini. Per informazioni e prenotazioni è sempre aperta la segreteria dell’AIPD in via Curtatone 77 tel. 0575 080973.










******


Bibbiena Leggere ci trasporta in un mondo magico, un mondo che ci accompagna per tutta la vita; il piacere che si prova sfogliando un libro, annusandone le pagine e immergendosi nel suo mondo, è un piacere unico che deve essere coltivato fin da bambini, per imparare, arricchirsi, divertirsi e lasciarsi emozionare dalla carta stampata.
È da queste premesse che da molti anni il Comune di Bibbiena, tramite la Biblioteca Comunale “G. Giovannini” e in collaborazione con la Compagnia NATA, promuove un ciclo di appuntamenti dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie, per trasmettere alle nuove generazioni l’amore verso la letteratura: un’occasione speciale per prendere dimestichezza con la Biblioteca, sperimentando in prima persona quante straordinarie sorprese possa riservare questo luogo della comunità.
“Lettura che Passione” è infatti il titolo di questa iniziativa che animerà molti fine settimana dei mesi invernali. Sabato 25 novembre alle ore 16:00, la lettura animata alla Biblioteca Comunale sarà condotta dall’attore Livio Valenti che ci porterà a spasso in mezzo alle fiabe classiche e ci farà sentire il venticello leggero dell’immaginazione sfogliando le pagine dei libri.
Gli incontri proseguiranno poi nei prossimi mesi accompagnandoci fino a marzo, con alcuni appuntamenti speciali in occasione dell’annuale Mostra del Libro per Ragazzi e si concluderanno il giorno Sabato 21 Aprile con un appuntamento dedicato agli adulti, quando, in occasione della Giornata Mondiale della Lettura, i libri usciranno idealmente dalla Biblioteca per invadere il centro storico di Bibbiena, dove saranno letti dagli attori della NATA.



******
Castiglion Fiorentino Concerto di Santa Cecilia, teatro Mario Spina, ore 21,15.


******


Camucia












Arezzo Arezzo ospita un convegno di portata nazionale per discutere e riprogettare il sistema educativo per i bambini da zero a sei anni. L'iniziativa, dal titolo "Meno alti dei pinguini - Spunti e riflessioni per una rinnovata idea dell'infanzia", si terrà sabato 25 novembre presso la Casa delle Culture e riunirà relatori da tutta la penisola con l'obiettivo di individuare possibili prospettive ed orizzonti futuri di sviluppo per i servizi pedagogici fin dalla nascita, proponendo un intenso programma di conferenze, tavole rotonde e workshop. I promotori dell'evento sono la cooperativa sociale Progetto 5, la cooperativa culturale Giannino Stoppano di Bologna e la libreria La Casa sull'Albero, con il patrocinio e il sostegno di molte istituzioni e realtà aretine come la Fondazione Graziella - Angelo Gori Onlus che ha sostenuto il progetto in virtù del contributo alla crescita culturale e sociale del territorio.











******
Bucine Ore 21,15 Chille Della Balanza Non si raccontano barzellette sui matti di e con Sissi Abbondanza Una narrazione teatrale liberamente ispirata ad una delle figure storiche tra gli artisti de La Tinaia, quella Giusi Pastore alla quale Sissi Abbondanza, attrice ad artista dei Chille, è stata legata da una sincera e profonda amicizia. Quella Giusi che, con mille smorfie, ammoniva tutti … a non raccontare barzellette sui matti! Sissi incontra Giusi al suo ingresso a San Salvi: siamo nel 1997, I Chille stanno mettendo in scena il “Van Gogh” di Artaud e lo realizzano proprio nella residenza degli Artisti della Tinaia, che poi è l’attuale sede della compagnia. In un susseguirsi di emozioni, si ricordano i tanti incontri, le lezioni di vita, si mostrano opere e creazioni pittografiche, si gioca a sorprendere come faceva Giusi, racconta storie…
Giuseppina Pastore (1940-2000)...Giuseppina disegna, dipinge e scrive. I suoi disegni sono composizioni complesse in cui, figure e scrittura, si intrecciano: la parole diventa disegno e viceversa. I temi trattati sono tra i più vari, oltre a quelli biografici trovano spazio la religione, la politica, l’amore, la pace, la guerra.


INFO e prenotazioni: 055 99 1663 / 338 3662475 SMS: 3398936957 INFO@DIESISTEATRANGO.IT


******










Castiglion Fiorentino Novemberfest ricomincia da Ligabue. Inizia il secondo tempo della festa di Porta Romana










Castiglion Fiorentino All’interno della stagione 2017/2018 del Teatro Comunale Mario Spina di Castiglion Fiorentino, Aldilà del violino. Conferenza spettacolare sulla liuteria e la morte con Matteo Fantoni.
Spettacolo per un pubblico di 20 persone


Come nasce un violino? Cosa unisce la costruzione di strumenti ad arco all’arte scenica?
Partendo dalla famiglia Amati, i primi che verso la metà del ‘500 concepirono il violino così come lo conosciamo ancora oggi, verrà fatta luce sul più grande liutaio di tutti i tempi: il cremonese Antonio Stradivari. Cosa rende così perfetto il suono dei suoi strumenti? È veramente la vernice usata a rendere gli strumenti unici? Davvero esiste un segreto che l’artigiano si portò per sempre con sé nella tomba?
Aldilà del violino vuole demolire non tanto il mito in sé, ma l’idea stessa del divino, dell’altissimo irraggiungibile e di come l’essere umano mitizzando si precluda l’idea di essere pienamente dotato.

Info e prenotazioni:
Officine della Cultura, via Trasimeno 16, Arezzo, tel. 0575 27961
Rete Teatrale Aretina, via Bicchieraia 34, Arezzo, tel. 0575 1824380
Prenotazione obbligatoria (riservato a un massimo di 20 spettatori a replica)









******
Cortona La musica del silenzio suona in "Jesu dulcis memoria", un concerto tutto dedicato al canto gregoriano. L'evento, nato dalla collaborazione tra il coro femminile Vocinsieme e il coro maschile Cantantibus Organis, è in programma alle 21 alla chiesa di San Filippo di Cortona e proporrà un viaggio tra canti liturgici che, tra emozioni e riflessioni, accompagneranno fino agli albori del cristianesimo. La serata, ad ingresso libero e gratuito, permetterà di ascoltare e di scoprire quattro degli otto schemi melodici del gregoriano che si sono sviluppati tra medioevo e rinascimento, ognuno dei quali evoca sentimenti e stati d'animo diversificati. Questo canto liturgico non è accompagnato dal sostegno delle musiche ma fa leva esclusivamente sulle parole e sui silenzi, con la voce che diventa lo strumento per elevare una preghiera che viene svolta all'unisono e con essenzialità, in un clima di meditazione e di reale ascolto. Rispetto agli altri generi musicali, il canto gregoriano richiede dunque un attento studio e una lunga preparazione tecnica perché non si limita alla semplice realizzazione canora ma ambisce a creare una forte intimità con sé stessi, con gli altri e con la propria fede.










Pieve Santo Stefano Anche quest’anno, come l’anno scorso, Pieve Santo Stefano è in prima linea sull’argomento della violenza di genere. Durante la giornata internazionale dedicata alla violenza sulle donne, verrà allestito un “lavoro” particolare che toccherà sia il femminicidio che le cosiddette vittime secondarie che sono i figli. Il progetto “orfani speciali”, a cura della Dottoressa Mariantonietta Anania criminologa ed esperta in scienze forensi, è volto a focalizzare l’attenzione e a sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze di un femminicidio. In Italia dal 2000 al 2015 si stima che gli orfani di femminicidio siano stati 1600 un dato piuttosto allarmante. La Criminologa è stata in passato co-autrice del progetto “Ofelia voleva soltanto nuotare” con l’artista Samuel Webster che univa fotografia e indagine forense per tentare di far conoscere il terribile mondo del femminicidio.

In concreto sarà realizzata presso le Logge del Grano di Pieve una installazione artistica che possa dare voce e volto agli “orfani speciali”, un aspetto del femminicidio che spesso viene considerato secondario, ma che invece è altrettanto odioso. Il progetto è stato patrocinato dal Comune di Pieve Santo Stefano.

*****



San Giovanni Valdarno San Giovanni Valdarno ospita l’ultimo appuntamento con “Il sabato è uno spettacolo a SGV”, il fortunato ciclo di eventi che ha tenuto compagnia a visitatori e residenti del centro storico nei mesi di novembre e dicembre, su iniziative della Confcommercio con il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno e della Pro Loco e il contributo di Banca del Valdarno, Negozio Partner Enel, Moretti SpA, GranArt - L’albero del pane srl, New Coffee srl e Soges.

Le animazioni in programma nel pomeriggio, come sempre dalle ore 16 alle 20, saranno declinate già in versione natalizia, visto che la festività più amata dell’anno è ormai alle porte.

Ad animare le strade e le piazze sangiovannesi torneranno i trampolieri della Compagnia Accademia Creativa, che coinvolgeranno il pubblico con giochi di magia, costumi straordinari e arti circensi nello spettacolo dal titolo “Aspettando il Natale”.

Le esibizioni itineranti si svolgeranno in una città ormai vestita a festa con i colori del Natale. Non mancheranno, infatti, i primi addobbi a tema nelle vetrine dei negozi. Ad arricchire l’offerta, la possibilità di fare acquisti a prezzi scontati sulla scia del Black Friday.
Si chiude così l’edizione 2017 della fortunata rassegna pensata per le famiglie e voluta da Confcommercio per vivacizzare il centro storico in un periodo notoriamente più spento, come quello d’autunno. “Dal primo fine settimana di dicembre passeremo il testimone ai tanti eventi messi in cartellone per il Natale da Pro Loco e altri soggetti”, anticipa la responsabile della delegazione sangiovannese di Confcommercio Laura Cantini, “i commercianti continueranno a fare la loro parte per scaldare il centro con le luci e i colori dei negozi, nella speranza che questo contribuisca a rendere più vivace anche lo shopping. Questa è la parte dell’anno più attesa per i negozianti, perché l’andamento delle vendite di dicembre è decisivo sul loro bilancio. E in tempi di contrazione dei consumi, anche lo spirito natalizio aiuta”.

DOMENICA 26 NOVEMBRE



































































Monte San Savino Alle ore 21.15 al Teatro Verdi di Monte San Savino prende il via la stagione teatrale in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo Onlus. Ospite Amanda Sandrelli con lo spettacolo Vivo in una giungla, dormo sulle spine testo e regia di Laura Sicignano scritto in collaborazione con Shahzeb Iqbal con Luchino Giordana e Alessio Zirulia disegno luci Andrea Narese scene e costumi Stefania Battaglia.
Lo spettacolo sarà preceduto dall’incontro gratuito alle ore 18:30 presso l'Interno 43. La serata è inserita nel programma del Festival dei Diritti 2017. Si segnala che, in occasione dello spettacolo, presso il Teatro Verdi Monte San Savino sarà allestito un punto di raccolta fondi per le vittime di violenza a cura dell'Associazione Pronto Donna (https://www.prontodonna.it).


Vivo in una giungla, dormo sulle spine è un verso di un poema popolare pakistano. Il testo è basato sulla storia vera di un giovane rifugiato pakistano. Storie di fughe, di viaggi notturni, di migliaia di dollari, di kalashnikov, di abbandoni, di bambini costretti a imparare troppe cose, troppo presto. La relazione tra i personaggi è un incontro tra solitudini, dove la verità emerge solo a frammenti. Il dialogo tra culture così diverse è impossibile? Affrontare la diversità fa paura, ma è inevitabile e rappresenta la difficile prova per comprendere davvero noi stessi.


Info e Prevendite
Monte San Savino: Ufficio Informazioni Turistiche, Piazza Gamurrini 22 (c/o Il cassero) tel. 0575 849418
Arezzo: Officine della Cultura – via Trasimeno 16, tel. 0575 27961
Rete Teatrale Aretina – via Bicchieraia 34, tel. 0575 1824380
CIRCUITO BOXOFFICETOSCANA
www.boxofficetoscana.it
PREVENDITA ON LINE www.boxol.it


******



Anghiari


Il programma completo è consultabile sul sito www.anghiaridance.eu



Arezzo Al via la rassegna ALTRE DANZE_Portiamo i ragazzi al Teatro! con lo spettacolo “La casa del panda” di compagnia TPO. Un viaggio virtuale per conoscere la Cina, la sua storia e le sue tradizioni antiche e moderne, nel rispetto dei cicli biologici e ambientali della natura - TUTTE LE INFO QUI



******
Arezzo
Appuntamento con la comicità di "CaBaretto" presso il teatro della parrocchia di Sant'Agnese a Pescaiola alle ore 16,30. "Eccoci qua, siamo tornaaaati con mezzo chilo di folla in più (magari fosse solo mezzo)! Il proprietario del Bar (caBARetto) Stefano vi invita tutti a prendervi un bel caffè domenica al teatro della Chiesa di Pescaiola (l'entrata é dietro, accanto al campino da calcio)"; intanto io, Massimiliano, Annalisa e Francesco ve lo teniamo caldo caldo!"



***


Arezzo


Tutto pronto per il terzo concerto di OIDA, l’Orchestra Instabile di Arezzo che alle ore 18, al Teatro Petrarca di Arezzo proporrà “TuttoMozart: evoluzione di un genio della musica”. Il concerto, diretto da Pietro Billi che vedrà la partecipazione di Andrea Turini al pianoforte, è stato presentato ieri in anteprima al Quokka Cafè in occasione degli Aperitivi musicali OIDA.
Una scelta mai scontata quella del grande Wolfgang Amadeus Mozart che a distanza di secoli sa ancora emozionare e sorprendere con i suoi componimenti che hanno cambiato la rotta della storia della musica. Un genio assoluto e dirompente che con la sua personalità eccentrica ha scosso profondamente la scena musicale dell’epoca per arrivaee a noi, oggi, con una freschezza senza pari.


“Uno dei più importanti obiettivi di OIDA è mettere al centro i giovani e consegnare loro il testimone, con lo sguardo puntato al futuro –ha affermato la presidente di OIDA, Paola Butali – per questo abbiamo voluto fortemente rendere loro protagonisti di questo concerto: saranno proprio i giovanissimi allievi delle scuole musicali del territorio ad abitare il palcoscenico e a regalarci una forte emozione sul finale”.
Insieme ai musicisti di OIDA, gli allievi delle scuole di tutta la Toscana provenienti da la Scuola di Musica Le 7 Note, la Scuola di musica della banda di Talla, la Scuola media Cesalpino, la Scuola media Dovizi di Bibbiena e la Scuola media Masaccio di Firenze e a dirigere questo momento sarà un allievo del Liceo Petrarca di Arezzo.
E allora ecco il programma che sarà proposto domenica 26 novembre al Teatro Petrarca e che vede alcuni dei componimenti più celebri di Mozart, dal “Divertimento per archi n. 1 in Re maggiore K136”, con il quale a soli sedici anni propone una sua scuola e un suo modello per la musica sinfonica, al “Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 in Si bemolle maggiore K595”, considerato il suo testamento e, infine, la “Sinfonia n.40 in Sol minore K55”, forse la composizione più amata del grande Amadeus che, in questa occasione, viene presentata nella prima versione scritta nel 1788 senza i due clarinetti, inseriti successivamente da Mozart stesso.

Protagonista del giovedì musicale di OIDA anche l'Associazione KAIROS che ha declinato uno dei tanti volti della musica di Mozart, da sempre al centro degli studi sulle connessioni tra musica e musicalità in musicoterapia, proponendo anche una dimostrazione pratica degli effetti di questa disciplina che negli ultimi anni si è conquistata uno spazio importante avvalorato anche dal ritorno di risultati e analisi.
"E' molto bello per noi poter lavorare con OIDA" ha detto la presidente di Kairos Silvia Cipriani "e questa accoglienza testimonia il fatto che Arezzo inizia a voler conoscere la musica in profondità".
“In senso stretto, la Musicoterapia – ha detto Barbara Cenni, musicoterapeuta dell'Associazione – privilegia un approccio improvvisativo che prende vita da quel magma che ciascuno porta dentro, più o meno consapevolmente, e che, se esplorato e adeguatamente sollecitato, esprime valori, significati e anche forme dalla sorprendente forza comunicativa. La nostra associazione già da tempo opera nel territorio aretino con tanti progetti in vari ambiti applicativi”. Presenti anche Claudio Marraghini e Gianni Cipriani, rispettivamente amministratore e musicoterapeuta dell'associazione.
Per sapere come sostenere OIDA e partecipare a tutte le iniziative dell’Orchestra Instabile di Arezzo è possibile consultare il sito web www.oidarezzo.it.
Per info e biglietti: Segreteria OIDA: 339-7346471, segreteriaorganizzativa@oidarezzo.it; Rete Teatrale Aretina, Via Bicchieraia 34, martedì e giovedì 16-19, telefono 0575-1824380; Ufficio Cultura: teatro@comune.arezzo.it, tel. 0575 377503 - 504 - 505 - 506 – 501;
Biglietti: platea e I settore 30 € intero, 27 € ridotto; II e III settore 20 € intero, 17 € ridotto; IV settore 10 € intero e 7 € ridotto. Le riduzioni si applicano fino a 30 e oltre i 65 anni di età, agli iscritti alle Associazioni teatrali del Comune di Arezzo legalmente riconosciute, ai dipendenti dell’amministrazione comunale e ai soci Unicoop Firenze.
Arezzo Alle ore 19 nella Sala delle Conferenze della Casa Museo Petrarca in via dell’Orto n. 30 ad Arezzo si terrà il Concerto di Inaugurazione dell’anno accademico 2017/2018 dell’Accademia D.I.M.A. – DoReMi International Music Academy di Arezzo.
Un’occasione curata dai migliori allievi dei Corsi Superiori delle classi di pianoforte, canto, flauto, chitarra e violino; si esibiranno anche il Coro di Voci Bianche diretto da Gaia Matteini, il Coro degli Adulti “D.I.M.A. A Viva Voce!” diretto da Silvia Vajente e l’Orchestra Giovanile “Le Chitarre di CesAre” sotto la direzione di Serena Meloni.
Un programma variegato che spazierà dalla musica Rinascimentale a quella di Bach, passando per Schumann, Clementi, Brahms, Villa Lobos, Granados fino alle composizioni di musica contemporanea e popolare.
Tra le novità che verranno presentate per il nuovo anno accademico le collaborazioni con l’Accademia Petrarca che, insieme ai Locali Parrocchiali di San Gemignano, ospita la sede di D.I.M.A. e quella con il Gruppo Polifonico “F. Coradini” diretto da Vladimiro Vagnetti, che si esibirà anche nella serata di domenica 26 novembre.
L’Accademia D.I.M.A., diretta dal maestro argentino Omar Cyrulnik con la direzione artistica dell’aretino Giorgio Albiani, giunge così a compiere il quarto anno di attività artistica, culturale e didattica.
Numerosi sono i sodalizi e le convenzioni stipulati in questi anni che hanno fatto conoscere la città di Arezzo in tutto il mondo grazie al progetto Arezzo nel Mondo: Conservatorio Statale di Musica “B. Maderna” di Cesena, U.N.A. – Universidad de las Artes de la Republica Argentina di Buenos Aires, Corporacion Cultural di Vina del Mar e Universidad de Playa Ancha (Cile), IUPA – Istituto Universitario Patagonico de las Artes, Universidad de Rio Negro, Concorso Internazionale di Chitarra “M. Pittaluga – Città di Alessandria” e quello con il Governo della Città Autonoma di Buenos Aires siglato lo scorso aprile con un evento concerto nei locali della Casa della Musica in Palazzo di Fraternita. Accordi che hanno portato artisti da tutto il mondo a esibirsi in città, alla nascita di Festival Internazionali come il “7 Noches” di Cesena e il “Roseto Internazionale della Musica” nella Valdambra aretina, Borse di Studio tra Italia e Argentina che ha permesso a studenti sudamericani e italiani di trascorrere periodi di studio tra i due emisferi (nel 2018 sarà una giovane e talentuosa cantante argentina ad arrivare ad Arezzo per studiare in D.I.M.A.). Ulteriore garanzia della qualità dell’offerta formativa dell’Accademia D.I.M.A. di Arezzo sono le oltre 80 Certificazioni di Esami dei Cicli Pre-Accademici sostenuti e superati con eccellenti risultati dagli allievi della scuola al Conservatorio Maderna di Cesena: D.I.M.A. è il polo di riferimento per la formazione artistica-culturale e musicale nel cuore di Arezzo.
Info su www.dimamusicarezzo.eu
Facebook: www.facebook.com/DimaArezzo
Instagram: @dimamusicarezzo

***


Arezzo Così come ormai avviene da alcuni anni, il Gruppo Musici della Giostra del Saracino renderà omaggio a Santa Cecilia, patrona dei musicisti, partecipando alle ore 11, in Pieve di Santa Maria, alla Santa Messa. "E' un'occasione solenne ed importante -riferisce il Presidente Mario Nocentini- che ci consente di unire al ringraziamento alla patrona anche un breve saggio dei brani del nostro repertorio, compresa la Laude a San Donato eseguita per la prima volta lo scorso anno. I nostri ragazzi, che si impegnano con sacrificio e dedizione tutto l'anno, avranno modo di evidenziare il loro costante miglioramento nel nome di Arezzo e della Giostra del Saracino. E' una festa che sta diventando appuntamento fisso per il Gruppo e per la Città per cui non posso che ringraziare di cuore Don Alvaro Bardelli che come sempre ci ospita e ci assiste nella sua bellissima chiesa. Sono quindi ben felice di invitare tutti i concittadini a condividere questa bella ricorrenza".

***



Castiglion Fiorentino Aldilà del violino, Teatro Insonne svela i misteri della liuteria



Capolona Alle 16:30 presso il Cinema Nuovo di Capolona, andrà in scena l’ultimo appuntamento di “Voglio la Luna”, la nuova Rassegna di teatro ragazzi per famiglie e bambini di tutte le età realizzato dal Comune di Capolona, dalla NATA e da Cine Ciak. Nell’occasione la compagnia NATA presenterà l’anteprima nazionale dello spettacolo LA CIAMBELLA ADDORMENTATA NEL … FORNO scritto e diretto da Lorenzo Bachini, che ha composto anche le musiche originali, con Cinzia Corazzesi ed Eleonora Angioletti, le scenografie di Andrea Vitali, i pupazzi di Roberta Socci, le luci di Federico Tabella. Lo spettacolo è ambientato in una pasticceria e quindi … sarà un finale da leccarsi i baffi. Ingresso 5 euro.


***


Cavriglia Le vie del capoluogo ospiteranno la tredicesima edizione della “Fiera dell'olio extra vergine di oliva e dei prodotti tipici del territorio”.



Monte San Savino Nel centro storico di Monte San Savino torna l’appuntamento con l’antica “Fiera di Santa Caterina”, conosciuta come “Fiera dell’equino e dello scaldino col fischio” o “Fiera Grossa”, una tradizione che dura da molti secoli e reperibile nelle cronache locali sin dal 1551. La fiera è un’abituale occasione per visitare il centro storico savinese e fare acquisti, ma quest’anno l’Amministrazione Comunale ha deciso di inserire una serie di novità importanti che hanno l’obiettivo di aumentare l’attrattiva dell’evento. Al fianco degli ambulanti che insieme con le botteghe commerciali daranno vita e colore alle strade del centro quest’anno si è rilanciata anche una speciale sezione “street food” denominata "La Corte dei Sapori d'Autunno", nella quale saranno protagoniste in vendita ed in degustazione le principali tipicità locali, i prodotti della nostra agricoltura e le più gustose tradizioni della nostra enograstronomia. Questi prodotti saranno collocati sotto le cinquecentesche Logge dei Mercanti e all'interno del Cortile di Palazzo Di Monte. Novità importanti anche per quanto riguarda il lato “equestre” dell’evento: se da un lato la tradizione della Fiera del Cavallo è andata perdendosi nel corso degli anni per ragioni legate principalmente all'evoluzione del mercato equino, quest’anno si è deciso di lavorare per un recupero della presenza dei cavalli ripristinando un legame che può considerarsi tradizionale. Quest'anno oltre alla rassegna equestre "Binomi cavallo e cavaliere" che si svolgerà la mattina, dalle 15 alle 17 avrà luogo la prima edizione del "Tiro all'anello di Santa Caterina", una disfida amatoriale e rievocazione storica tra cavalieri con lancia caratterizzati dai colori dei quartieri storici savinesi. Entrambi gli eventi si svolgeranno presso l'area del Fossatello adiacente al campo sportivo di Vale Diaz. Alla Fiera sarà possibile acquistare, come di consueto, anche lo ‘Scaldino col fischio’, un prodotto tipico locale in ceramica in vendita presso le botteghe artigianali locali. Si segnala anche che il Comune di Monte San Savino mette a disposizione il servizio Parcheggio + Autobus navetta gratuiti da e per la zona fiera con servizio continuo dalle ore 14,30 alle 19,30 con partenza dal Parcheggio Stadio Comunale Le Fonti, da Via E. Montale (Loc. La Gora) e da Via XXV Aprile - Via A. Milaneschi (Zona Industriale).




Montevarchi Festa della Toscana nel centro storico della città con la VI^ Parata dei Gruppi Storici della provincia di Arezzo.
Alle ore 9 i gruppi e le associazioni storiche saranno accolte in città in viale Matteotti. Da qui si muoveranno verso il centro storico per confluire, intorno alle 11 in piazza Varchi dove è previsto il concentramento dei figuranti e l’inizio di alcune brevi esibizioni lungo via Roma con l’idea di valorizzare la storia e le caratteristiche dei singoli gruppi storici della provincia di Arezzo partecipanti all’iniziativa.
Alle ore 13 si svolgerà il pranzo in piazza dello Sferisterio organizzato dalla “Associazione Centro Rievocazione Storica Città di Montevarchi” a cui prenderanno parte tutti i partecipanti alla Parata Storica. Il pranzo si svolgerà, secondo lo stile della rievocazione storica di Montevarchi, con un menù che si rifà ai cibi del periodo medioevale e in uno spazio recentemente ristrutturato e riaperto al pubblico, delimitato da un lato da ciò che rimane delle vecchie mura della città.
Alle ore 15,30 avverrà il concentramento dei Gruppi Storici in Piazza V. Veneto e alle ore 16.30 avrà inizio la Parata Storica lungo le vie del centro storico di Montevarchi che coinvolgerà via Roma, via Marzia, via Cennano per confluire poi in piazza Varchi per la lettura della storia e la presentazione di ciascun gruppo partecipante.
Alle ore 17.30 tutti i gruppi si raduneranno in piazza Varchi, dove avverrà il saluto delle Autorità e la consegna di una targa ricordo ad ogni gruppo partecipante.
La Festa della Toscana si concluderà con una cerimonia nella Sala Consiliare del Palazzo del Podestà con la seduta straordinaria del Consiglio Comunale con il seguente ordine del giorno: “I Lorena in Toscana e le istituzioni culturali”. Sono previsti brevi interventi da parte del Presidente del Consiglio Comunale, del Sindaco, dei Capi Gruppo, del Presidente dell’Associazione per la Rievocazione Storica e del Presidente dell’Accademia Valdarnese del Poggio e la consegna di vari riconoscimenti a personalità del mondo associativo locale.
San Giovanni Valdarno Rassegna di film e video d'artista promossa in collaborazione con l’associazione Lo schermo dell’arte Firenze a cura di Desdemona Ventroni. Alle ore 17.30 | Palazzo d’Arnolfo – Museo delle Terre Nuove| Piazza Cavour 1 presentazione della rassegna, incontro con gli autori e proiezione dei film:

- GIACOMO RAFFAELLI, The Ghost and Big Dog, 2016, HD video, 10' 27''

- GIOVANNI GIARETTA, The Sailor, 2017, Full HD video, 9'

- RICCARDO GIACCONI, Due, 2017, Super 16mm film trasferito in HD, 16'55''

- DIEGO TONUS e DAVID BERNSTEIN , Critique Session, 2015, 4K Film, Sonoro, 31'

******



Terranuova Bracciolini Alle ore 17 appuntamento per grandi e bambini con i Cantieri Teatrali Koreja e lo spettacolo Paladini di Francia. Spada avete voi, spada avete io! dedicato a Che cosa sono le nuvole?
di Pier Paolo Pasolini. Vita, morte e disavventure di Orlando e altri strani paladini di Francesco Niccolini, regia Enzo Toma, con Francesco Cortese, Carlo Durante, Anna Chiara Ingrosso, Emanuela Pisicchio.
Giochi di bambini. Giochi di guerra.
Marionette. Pupi. Roba vecchia e bellissima. Da spaccare in due a colpi di spada.
Sotto: corpi, metallo, amore e guerra. Sopra: voci tonanti e un destino tragico.
Carlo Magno e i suoi paladini. Da ragazzo li odiavo quei personaggi, prototipi di conquistatori. Invece amavo con tenerezza e batticuore le loro raffigurazioni morte, quelle marionette fatte a pezzi, legate a un cielo di carta strappato.
Vent’anni dopo, quando vedo uomini e/o marionette morire sui campi di battaglia, ho capito che tutti meritano compassione e i loro corpi vanno rispettati.
La storia comica e tragica dei paladini di Carlo Magno – dall’arrivo a corte della bella Angelica al massacro di Roncisvalle – racconta la bellezza e la crudeltà della vita. E se da più di cinquecento anni grandi poeti e oscuri teatranti continuano a provare un piacere immenso a raccontarla, un motivo ci deve essere. Mi pare di essere nel teatrino delle marionette dove Pasolini fa raccontare a Totò, Ninetto Davoli, Franco e Ciccio, la triste storia di Otello, Iago e Desdemona. Con quelle stesse marionette vorrei raccontare di Rinaldo, Astolfo, Angelica, Bradamante, Fiordiligi, Orlando e, da ultimo, il massacro di Roncisvalle, quella discarica assurda e insanguinata dove tutti quei corpi morirono e furono abbandonati, occhi al cielo, a domandarsi che cosa sono le nuvole.


***

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terranuova Bracciolini Sarà il pluripremiato spettacolo teatrale “Paladini di Francia. Spada avete voi, spada avete io!”, che racconta le avventure dei paladini di Carlo Magno, a inaugurare domenica 26 novembre alle ore 17.00 all’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (via Vittorio Veneto 18, Ar) la nuova rassegna per ragazzi “Diffusioni Kids”, a cura di KanterStrasse Teatro con il sostegno del Comune di Terranuova Bracciolini.
Lo spettacolo, una produzione della compagnia pugliese Cantieri Koreja, scritto da Francesco Niccolini, per la regia di Enzo Toma, interpretato dagli attori Francesco Cortese, Carlo Durante, Anna Chiara Ingrosso ed Emanuela Pisicchio, mette in scena la storia comica e tragica dei paladini di Carlo Magno, dall’arrivo a corte della bella Angelica al massacro di Roncisvalle, per raccontare la bellezza e la crudeltà della vita.
Paladini di Francia è infatti una storia senza tempo, resa attuale attraverso il gioco del teatro nel teatro dove i personaggi dell’Ariosto come pupi, ritornano in vita, ognuno diverso dall’altro, raccontando le conseguenze della guerra e dell’amore, il destino e la ricerca quotidiana della propria dignità in un viaggio meraviglioso e poetico. Quattro attori per undici parti e altrettanti pupi, cambiano identità di scena in scena: undici pupi che si comportano in modo diverso se sono in scena o appesi fuori scena Angelica, Rinaldo, Astolfo, Bradamante, Fiordiligi e Orlando al cospetto di Carlo Magno raccontano una storia chiarissima e comicamente, ineluttabilmente, tragica. Come la vita. Ad ispirare lo spettacolo, Boiardo e Ariosto, Celati e Calvino, la tradizione dei Pupi siciliani ne “La chanson de Roland” e il Pasolini di “Che cosa sono le nuvole”. Tra i riconoscimenti vinti, il premio Eolo Awards come Miglior Spettacolo, quello dell’Associazione Nazionale Critici del Teatro e “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro.
“Se da più di cinquecento anni grandi poeti e oscuri teatranti continuano a provare un piacere immenso a raccontare la storia di Carlo Magno e dei suoi paladini, un motivo ci deve essere! – dice l’autore Francesco Niccolini - In scena vedrete giochi di bambini, giochi di guerra, marionette, pupi, roba vecchia e bellissima da spaccare in due a colpi di spada. Da ragazzo li odiavo quei personaggi, prototipi di conquistatori. Invece amavo con tenerezza e batticuore le loro raffigurazioni morte, quelle marionette fatte a pezzi, legate a un cielo di carta strappato. Vent’anni dopo, quando vedo uomini, quasi fossero marionette, morire sui campi di battaglia, capisco che tutti meritano compassione e i loro corpi vanno rispettati. Mi pare di essere nel teatrino delle marionette dove Pasolini fa raccontare a Totò, Ninetto Davoli, Franco e Ciccio, la triste storia di Otello, Iago e Desdemona. Con quelle stesse marionette vorrei raccontare di Rinaldo, Astolfo, Angelica, Bradamante, Fiordiligi, Orlando e, da ultimo, il massacro di Roncisvalle, quella discarica assurda e insanguinata dove tutti quei corpi morirono e furono abbandonati, occhi al cielo, a domandarsi che cosa sono le nuvole”.
La rassegna Diffusioni Kids proporrà altri due appuntamenti pomeridiani, ”Caino e Abele" di Compagnia Rodisio, che rilegge la storia dei due fratelli come se fossero giovani danzatori di breakdance dei giorni nostri (21/01) e “Il cuore di Don Chisciotte” di Gek Tessaro, in cui l’autore e illustratore porta in scena un percorso di suggestioni liriche sul tema dei cuori in viaggio, sfruttando le impensabili doti della lavagna luminosa e dando vita alla narrazione con una tecnica originalissima (25/02). A marzo si terrà anche la quinta edizione di Habitat per una fiaba, progetto per più piccoli che unisce teatro e illustrazione, a cura di Elisa Brilli e Simone Martini, con la collaborazione di Andrea Rauch: una settimana di incontri teorici, laboratori pratici e mostre di illustrazione oltre a uno spettacolo inedito ispirati a un grande scrittore del passato (19/03 – 25/03).
Info & prenotazioni comunicazione@festivaldiffusioni.com , +39 3779878803
Calendario completo su www.lefornaci.org


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento