Io ci sono, la storia vera di Lucia Annibali raccontata in teatro per il Festival dei Diritti

Venerdì 15 dicembre prosegue la stagione teatrale del Teatro Verdi di Monte San Savino con lo spettacolo "Io ci Sono". La serata, in abbonamento all'interno della stagione teatrale 2017/18 a cura di Comune di Monte San Savino, Fondazione Toscana...

04 io ci sono

Venerdì 15 dicembre prosegue la stagione teatrale del Teatro Verdi di Monte San Savino con lo spettacolo "Io ci Sono". La serata, in abbonamento all'interno della stagione teatrale 2017/18 a cura di Comune di Monte San Savino, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Officine della Cultura e A.S. Monteservizi, è uno degli eventi del Festival dei Diritti 2017.

Alle ore 18:30 presso il Bar del Teatro Verdi incontro con l’Associazione Artemisia e i protagonisti dello spettacolo "Io ci sono". Al termine dell’incontro aperitivo offerto da A.S. Monteservizi. Il centro antiviolenza Artemisia di Firenze, garantisce assistenza a donne, bambine e bambini che subiscono violenza o ad adulti/e che hanno subito violenza nell’infanzia. Prende il suo nome dalla prima donna che denunciò una violenza e affrontò un processo per stupro, Artemisia Gentileschi, pittrice del ‘600. Il pubblico è invitato a venire a teatro con un dettaglio rosso in segno di solidarietà con le donne vittime di violenza e condivisione dell'iniziativa.

Alle ore 21:15 inizio dello spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Lucia Annibali e Giusi Fasano edito da Rizzoli; con Alice Spisa, Marco Cocci, Valentina Chico, Gianluigi Fogacci, regia di Andrea Bruno Savelli. Una produzione Teatrodante Carlo Monni/Teatro e Società.

16 aprile 2013, una sera qualunque. Lucia Annibali, giovane avvocato di Pesaro, torna a casa dopo essere stata in piscina. Ad attenderla, dentro il suo appartamento, trova un uomo incappucciato che le tira in faccia dell’acido sfigurandola. Le ustioni, devastanti, corrodono anche il dorso della sua mano destra. Quella stessa notte viene arrestato come mandante dell’aggressione Luca Varani, avvocato, che con Lucia aveva avuto una tormentata relazione troncata da lei nell’agosto del 2012 e che, secondo la magistratura, aveva assoldato per l’agguato due sicari albanesi, pure loro poi arrestati. Come avviene in molti, troppi episodi di violenza contro le donne, anche in questo caso è stato l’abbandono a innescare la miccia del risentimento. Lo schema è purtroppo classico: il possesso scambiato per amore, la rabbia che diventa ferocia, fino all’essenza della crudeltà, l’acido in faccia. Dopo il racconto della vita del calciatore Stefano Borgonovo e della sua lotta contro la malattia, Andrea Bruno Savelli propone un nuovo spettacolo, di teatro civile, ripercorrendo la storia che ha sconvolto tutta l’Italia, in una riflessione sulla società contemporanea. La pièce racconta la storia di Lucia Annibali con Varani, dal corteggiamento al processo (“Il tempo con lui è stato una bestia che digrignava i denti e io mi lasciavo sbranare”), passando dai momenti dell’emozione a quelli della sofferenza. Un inno al coraggio e alla lotta contro il dolore, non solo fisico ma anche morale.

Info e Prevendite

Monte San Savino: Ufficio Informazioni Turistiche, Piazza Gamurrini 22 (c/o Il cassero) tel. 0575 849418

Arezzo: Officine della Cultura – via Trasimeno 16, tel. 0575 27961

Rete Teatrale Aretina – via Bicchieraia 34, tel. 0575 1824380

CIRCUITO BOXOFFICETOSCANA

www.boxofficetoscana.it

PREVENDITA ON LINE www.boxol.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento