rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cultura Cavriglia

Le chiavi di Cavriglia all’artista Vighen Avetis

Avetis ha prestato, nel corso degli anni, diverse sue opere che hanno trovato ubicazione in svariati punti di Cavriglia

Sarà durante la cena di beneficienza organizzata in sostegno del popolo ucraino che la giunta di Cavriglia consegnerà al maestro Vighen Avetis le chiavi della città.

Un riconoscimento che va a consolidare il lungo e duraturo rapporto fra l'artista di origine armena e la comunità valdarnese e che sarà reso ulteriormente incisivo dalla partecipazione di una delegata dall’ambasciatrice armena in Italia.

Avetis ha prestato, nel corso degli anni, diverse sue opere che hanno trovato ubicazione in svariati punti di Cavriglia. Prima fra tutti la “Madre dell'Armenia” che accoglie chi arriva in municipio con le sue braccia rassicuranti. Per non dimenticare la scultura che impreziosisce la fontana posta in piazza Berlinguer dedicata alla “Toscana”. Infine, chi giunge a Cavriglia viene salutato sulla rotatoria di accesso dall'ultima creazione del maestro, realizzata durante la seconda edizione del Simposio Internazionale di Scultura Monumentale “Pietra Sublime”, dal titolo “Sintonia”.

In attesa, dunque, di poter vedere l'opera terminata ed in corso di realizzazione nell'attuale edizione di “Pietra Sublime”, che si chiamerà “Pace”, Cavriglia apre le porte della città ad Avetis e lo fa con orgoglio e stima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le chiavi di Cavriglia all’artista Vighen Avetis

ArezzoNotizie è in caricamento