menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
3-Sant'Andrea-Giostra-giugno-2018-festeggiamenti

3-Sant'Andrea-Giostra-giugno-2018-festeggiamenti

Cena biancoverde a Santa Maria, il prete dice no. Sant'Andrea festeggia al bastione di San Giusto

Il bastione di San Giusto ospiterà la cena della vittoria di Porta Sant'Andrea. Un angolo fascinoso di città, nel cuore del quartiere biancoverde, dove venne celebrata anche la conquista della lancia d'oro del 2010. La data da tenere a mente è...

Il bastione di San Giusto ospiterà la cena della vittoria di Porta Sant'Andrea. Un angolo fascinoso di città, nel cuore del quartiere biancoverde, dove venne celebrata anche la conquista della lancia d'oro del 2010. La data da tenere a mente è quella di venerdi 20 luglio: aperitivo nella piazza teatro delle cene propiziatorie, poi trasferimento al bastione e ritorno davanti alla sede di via delle Gagliarde per il dj set che durerà fino alle prime ore del sabato.

Non sarà una festa qualsiasi per Sant'Andrea, che con la 37esima vittoria in piazza ha raggiunto Porta Crucifera in cima all'albo d'oro. E' la prima volta che accade e il quartiere pulsa di entusiasmo. La cena non servirà solo per rendere merito al rettore, al capitano, ai giostratori e alle scuderie ma anche a tutta la storia biancoverde, caratterizzata da una grande rimonta negli ultimi tre decenni.

Eppure non è stato facile trovare la location giusta. Impercorribile l'ipotesi anfiteatro romano a causa del lungo iter burocratico che sarebbe stato necessario, già prenotata per altri eventi piazza Sant'Agostino, il consiglio aveva inizialmente scelto il giardino di Santa Maria delle Grazie. Ma il parroco della chiesa, don Josè Anty, non ha sentito ragioni: ''Cena sì, ma soltanto fino alle 22''.

Senza esito il tentativo di mediazione, il prete è stato inflessibile. E allora il quartiere ieri sera ha rotto gli indugi: tutti al bastione, dove si respira aria di casa. E dove la festa sarà totale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento