Castiglion Fiorentino, nuova donazione della famiglia Soriente-Brilli

Dopo la donazione dei soldatini di piombo (allestita nel palazzo comunale), e delle circa 550 medaglie d’arte, alcuni delle quali in argento, sabato prossimo 10 giugno alle ore 12.00 presso il museo Civico Archeologico verrà inaugurata una nuova...

OLYMPUS DIGITAL CAMERA-32

Dopo la donazione dei soldatini di piombo (allestita nel palazzo comunale), e delle circa 550 medaglie d’arte, alcuni delle quali in argento, sabato prossimo 10 giugno alle ore 12.00 presso il museo Civico Archeologico verrà inaugurata una nuova donazione della famiglia di Soriente-Brilli di medaglie e decorazioni civili e militari. Alla cerimonia saranno presenti lo scultore Enzo Scatragli e Giuliano Centrodi, che hanno curato l’allestimento, oltre all’amministrazione comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inaugurando la mostra della donazione dello scorso mese di ottobre, il Dottor Giuliano Centrodi ha sottolineato:" Giovanni Soriente lascia a Castiglion Fiorentino, sua cittadina natale, una ragguardevole collezione frutto di un'appassionata ricerca in Italia e nel mondo, iniziata più di trent'anni or sono tra negozi specializzati, istituti numismatici, mercatini, fiere antiquarie ed aste. Nella sala attigua e quella delle medaglie, ad integrazione delle raccolte, sono esposte circa duecento decorazioni militari e civili . Sono caratterizzate da una datazione più recente, ma riguardano sempre l'ambito nazionale ed europeo. Con lo stesso intento Giovanni Soriente ha destinato alla comunità la sua collezione di soldatini di piombo, relativo ad un lungo periodo storico, che va dai cavalieri crociati ai soldati della II Guerra Mondiale, italiani e stranieri. La vetrina che li contiene è collocata nel Palazzo Comunale, alla sommità dello scalone che conduce all'ufficio del Sindaco. Scorrendo lo sguardo sulle teche ed osservando i vari soggetti rappresentati, ci rendiamo conto della efficacia celebrativa delle medaglie e delle decorazioni, che richiamano eventi storici, personaggi degni di nota, attestazioni di merito e riconoscimenti vari. Il significato della donazione sta nel concetto che gli oggetti, con la loro concretezza e specificità, possono raccontare la storia di quanto vissuto, dei sentimenti più autentici e dei valori fondanti, cioè tutto quello che è racchiuso nella parola cultura...”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Si inclina un silos con 900 tonnellate di cemento, il sindaco: "Se collassa, ci sarà una nube. Restate in casa"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento