Martedì, 28 Settembre 2021
Cultura

Arte al Borgo, Sansepolcro diventa laboratorio creativo

“Un bilancio più che positivo per una manifestazione sì nuova, ma che ha saputo riportare in luce le storiche vocazioni della nostra città”. Così l’assessore biturgense Gabriele Marconcini ha commentato l’esito della prima edizione di Arte al...

"Un bilancio più che positivo per una manifestazione sì nuova, ma che ha saputo riportare in luce le storiche vocazioni della nostra città". Così l'assessore biturgense Gabriele Marconcini ha commentato l'esito della prima edizione di Arte al Borgo, la manifestazione che domenica 9 luglio ha visto le strade di Sansepolcro trasformarsi in un vero e proprio laboratorio d'arte grazie a una vasta serie di iniziative culturali: concorsi di pittura, spettacoli musicali, nuove mostre, workshop e molto altro.

L'obiettivo dell'evento era quello di ricollegare la tradizione pittorica di Piero della Francesca, ciò che contraddistingue di più, con un'attitudine che è ancora viva e attiva nella nostra comunità - spiega Marconcini - Il risultato è stato una sintesi che ha coinvolto il mondo della pittura, la musica, le istituzioni. Dal concorso di estemporanea fino agli spettacoli della sera, con in mezzo l'inaugurazione della nuova mostra di CasermArcheologica e il corteo della Filarmonica, è stata un'esperienza davvero intensa dalla quale usciamo tutti arricchiti. Una menzione doverosa anche alla Compagnia Artisti di Sansepolcro, all'Associazione Culturale Gruppo Amici Arte e Ciao Umbria, al Fotoclub, agli Amici della Musica, a melisciano Arte, alle nostre Merlettaie e ai Commercianti del Centro Storico, che hanno contribuito con le proprie iniziative a rendere speciale questo weekend, ma anche a tutti quei soggetti e quelle realtà che hanno dato un contributo fattivo alla realizzazione della giornata come la Confcommercio, la Confesercenti, la Banca di Anghiari e Stia, UnicoopFirenze Sezione si Soci Valtiberina, FarsettiArte, l'agriturismo La Conca, i ristoranti Il Fiorentino e Da Ventura, Biancheria di Massi.

Una prima edizione che darà spazio a riflessioni - conclude l'assessore - c'è già grande voglia riproporre il format anche il prossimo anno, magari migliorandone ancor più i meccanismi. L'obiettivo era quello di regalare un ulteriore attrazione ai visitatori, ma anche un momento culturale di livello in omaggio ai tanti concittadini che si cimentano nelle attività artistiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arte al Borgo, Sansepolcro diventa laboratorio creativo

ArezzoNotizie è in caricamento