Arezzo rende omaggio al grande Guido: cerimonia in piazza a suon di musica

La Fondazione Guido d’Arezzo, presieduta dal novembre scorso da Slavka Taskova Paoletti, ha organizzato in concomitanza con la Festa della Musica celebrata a livello europeo, la manifestazione “Festa della Musica – Guido Day” in onore di Guido...

 

La Fondazione Guido d’Arezzo, presieduta dal novembre scorso da Slavka Taskova Paoletti, ha organizzato in concomitanza con la Festa della Musica celebrata a livello europeo, la manifestazione “Festa della Musica – Guido Day” in onore di Guido d’Arezzo.

Il programma della rassegna ha preso il via domenica 19 giugno. Oggi alle 17 si è svolta la sfilata per le vie di Arezzo e alle 18 in piazza Guido Monaco, inaugurazione della targa dedicata a Guido d’Arezzo. Con la partecipazione delle autorità cittadine, dell’artista Alessandro Marrone, della Fanfara dei Carabinieri, di cori e coristi del territorio, della Filarmonica Guido Monaco, dell’Orchestra Multietnica Arezzo, dei gruppi Musici della Giostra del Saracino e Sbandieratori di Arezzo.

Alle 21 al Teatro Petrarca Concerto di gala – Guido day. Con la prima edizione del Premio Guido d’Arezzo, assegnato a persone o istituzioni che si sono distinte nel campo della musica. La serata sarà completata da un concerto dell’ensemble SoNoRo di Bucarest e da un concerto del coro UT insieme vocale consonante diretto dal maestro Lorenzo Donati che ha vinto recentemente a Varna il 28esimo European gran prix for choral singing.

La storia di Guido Monaco deve diventare un patrimonio collettivo e un'occasione per valorizzare Arezzo. Questo obiettivo ha animato il Lions Club Mecenate nel sostenere la Fondazione Guido d'Arezzo nella realizzazione di una scultura che è stata donata alla città e che è stata posta proprio sul fianco della più nota statua dedicata all'ideatore delle note musicali.

Il monumento, realizzato dall'artista Alessandro Marrone, nasce infatti con l'idea di riscoprire Guido Monaco in tutta la sua grandezza, facendo emergere un patrimonio culturale e storico di cui Arezzo deve far vanto nel mondo. Inaugurata in occasione della festa della musica "Guido Day", la scultura si sviluppa attraverso una spirale di dna incastonata da alcune note musicali, due simboli riconosciuti a livello universale così come oltre mille anni fa è stato riconosciuto a livello universale il codice ideato dal monaco aretino. A rendere ulteriormente unica l'opera di Marrone è l'inserimento di un Qr Code che permette attraverso ogni dispositivo mobile di avere accesso ad una pagina dedicata a Guido Monaco in più lingue, rendendone così la storia facilmente fruibile a cittadini e turisti.

«Il Lions Club Mecenate - spiega il presidente Ivan Cipriani Buffoni, - rivolge i propri sforzi verso la valorizzazione delle eccellenze del territorio aretino, dunque siamo orgogliosi di aver collaborato con la presidente della Fondazione Guido d'Arezzo Slavka Taskova Paoletti per donare questa scultura che renderà permanente e disponibile a tutti la storia di Guido Monaco».

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento