Giovedì, 16 Settembre 2021
Cultura

Arezzo Celtic Festival, l'estate si apre con un salto nella storia

L'estate aretina si apre con un suggestivo ritorno al passato, al tempo dei Celti e dei Romani. Per il quarto anno consecutivo torna l'Arezzo Celtic Festival che, ospitato da Villa Severi e ad ingresso gratuito, permetterà di rivivere le usanze...

Arezzo Celtic Festival - Rievocazioni storiche (4)

L'estate aretina si apre con un suggestivo ritorno al passato, al tempo dei Celti e dei Romani. Per il quarto anno consecutivo torna l'Arezzo Celtic Festival che, ospitato da Villa Severi e ad ingresso gratuito, permetterà di rivivere le usanze, le tradizioni e i costumi degli antichi popoli, con il parco che sarà suddiviso in tre grandi aree per le ricostruzioni storiche, i mercatini e la gastronomia.

In programma da venerdì 23 a domenica 25 giugno, l'appuntamento ha il vanto di essere l'unico sul territorio toscano dedicato alla magia dei celti e, di conseguenza, catalizzerà su Arezzo migliaia di appassionati da tutto il centro Italia, oltre a tanti cittadini di tutte le età che potranno partecipare a numerose iniziative tra laboratori, workshop, concerti, seminari, danze, giochi e tornei. Tutto, infatti, sarà rigorosamente ambientato nel passato, con i partecipanti che interagiranno con centinaia di figuranti in costume, che vivranno le emozioni delle antiche cerimonie e che cammineranno tra accampamenti e menhir accompagnati dal costante sottofondo della musica folk.

«L'Arezzo Celtic Festival vuole rendere il pubblico partecipe della storia e delle sue rievocazioni - commenta Mauro Melis dell'associazione Cerchio delle Antiche Vie che organizza l'evento con il patrocinio di Comune, Provincia e Regione. - All'interno della festa, gli spettatori sono viaggiatori nel tempo tra profumi e suoni dell'antica Arretium, di cui potranno vivere gli accampamenti, giocare con gli antichi intrattenimenti ludici o riassaporare le pietanze».

Oltre al mercatino e all'area gastronomica, la parte più importante dell'Arezzo Celtic Festival sarà quella dedicata agli accampamenti storici che ricostruirà veri e propri villaggi vissuti secondo le tradizioni dei Celti e dei Romani, oltre alla capanna dei druidi dove sarà possibile scoprire l'antica spiritualità. Le visite guidate accompagneranno a scoprire come questi popoli vestivano e mangiavano, quali erano le loro attività principali o come si preparavano alle battaglie.

Qui si terranno tutte le attività rievocative tra incontri sui miti irlandesi, sugli alberi sacri della tradizione druidica e sui cristalli, fino ad arrivare ad un vero e proprio matrimonio celtico. Per i bambini saranno poi organizzate passeggiate a cavallo, laboratori di creazione di abiti antichi, invenzione di favole e cacce al tesoro, mentre gli adulti potranno provare il tiro con l'arco, i tornei, i balli irlandesi, i workshop di arpa e di cornamusa. Ogni sera, inoltre, sono in calendario spettacoli e concerti che troveranno il loro apice nella mezzanotte del sabato con l'accensione del Fuoco Sacro del solstizio d'estate, la festività pagana che accomunava tanti popoli antichi nella celebrazione del trionfo del sole.

«Di anno in anno cresciamo sempre più - aggiunge Melis. - La nostra ambizione è di fare dell'Arezzo Celtic Festival una manifestazione storica sempre più importante che possa avere un richiamo nazionale e internazionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo Celtic Festival, l'estate si apre con un salto nella storia

ArezzoNotizie è in caricamento