Cultura

E' aretino il bracciale che rende omaggio al duro lavoro nella cave di marmo

È iniziato così, come un abbraccio tra Arezzo e Carrara, un lungo ponte immaginario che collega le due città. Conosciute in tutto il Mondo per il loro bene più prezioso. L'oro bianco di Carrara, il marmo dei cavatori. L'oro giallo di Arezzo...

FB_IMG_1493140862962

È iniziato così, come un abbraccio tra Arezzo e Carrara, un lungo ponte immaginario che collega le due città.


Conosciute in tutto il Mondo per il loro bene più prezioso.

L'oro bianco di Carrara, il marmo dei cavatori.

L'oro giallo di Arezzo, quello dei maestri orafi e gioiellieri.

Ci troviamo appena sopra Carrara, in località Torano, nel bacino estrattivo delle Cave di Michelangelo, quelle del marmo più bianco e prezioso, celebre in tutto il Mondo.

Franco Barattini, il titolare, ci apre i cancelli del suo regno e ci accompagna in un tour inaspettato alla scoperta delle sue cave, di questo paesaggio surreale, fatto di anfiteatri scolpiti sulla roccia immacolata
La valorizzazione di un territorio passa anche da questo: tramandare, diffondere e far conoscere il patrimonio che ha contribuito a farne la storia.




Una storia sulla quale difficilmente ci soffermiamo a riflettere, troppo presi dagli impegni e dalla vita di tutti i giorni.
Il "bracciale del cavatore" è nato per questo, per rendere omaggio ai cavatori ed al loro duro lavoro.

La realizzazione di questi gioielli è stata possibile grazie alla collaborazione della Castoro S.r.l., storica azienda orafa aretina, che ha messo a disposizione i propri laboratori e le proprie competenze.
Picconi, carrucole e scalpelli diventano veri e propri oggetti di moda. Sono realizzati in argento 925 e placcati in oro bianco, giallo e rosso.

Ogni gioiello costruisce un frammento proveniente proprio da queste cave, particolare che li rende ancora più preziosi.
Le prime immagini di questi gioielli rese pubbliche hanno subito suscitato un inaspettato clamore e un grande interesse e la pagina Facebook del "Bracciale del Cavatore" è stata invasa da richieste di informazioni, ordini e frasi di apprezzamento per la bella iniziativa.
Nei prossimi giorni la collezione completa fatta di bracciali ed anelli sarà presentata anche ad OROAREZZO presso lo stand 238/240 del Padiglione Chimera.


Successivamente verrà distribuita in tutti i punti vendita della catena "Giringioro" a Marina di Carrara, Sarzana e La Spezia e nei migliori negozi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' aretino il bracciale che rende omaggio al duro lavoro nella cave di marmo

ArezzoNotizie è in caricamento