Cultura

Il tenore aretino Grigolo a fianco di Ricky Martin alla direzione artistica di Amici

Sabato la prima puntata del serale con il celebre artista aretino considerato il successore di Pavarotti.

Il suo nome è stato svelato solo pochi giorni fa. Maria De Filippi ha deciso chi sarà il secondo direttore artistico che farà parte del cast di questa diciottesima edizione di Amici accanto a Ricky Martin. Si tratta di Vittorio Grigolo, il celebre tenore aretino considerato erede di Pavarotti. Grigolo ha esordito a soli 13 anni al Teatro dell’Opera di Roma. Definito “Bello, energico e benedetto da una voce brillante” dal The New York Times, è conosciutissimo all'estero.

“Ho sacrificato tutto per la musica, ma non mi pento. Una cosa la voglio dire ai ragazzi: il talento non basta, serve sacrificio per portarlo avanti. Non si finisce mai di imparare”, questo il suo motto.

Negli scorsi giorni sul suo profilo ufficiale, Grigolo ha pubblicato un post in cui racconta le sue emozioni e annuncia questo nuovo impegno:

Sono stati giorni di attesa e tante emozioni. Felicità, impazienza ma anche risate davanti ai commenti dei ragazzi che si chiedevano chi sarebbero stati i direttori artistici in questa nuova avventura. Eccomi a bordo, pronto a partire, sicuro che sarà un viaggio incredibile. 
Vorrei ringraziare di cuore la geniale Maria De Filippi, che ha creduto in me come rappresentante dell’Opera e ha creduto nell’Opera come frontiera musicale a volte dimenticata, o forse non ancora bene esplorata.
La storia dell’Opera è la nostra storia: un canto che tutti ci portiamo dentro, che racconta di noi, dei nostri successi e delle nostre paure. Delle nostre sfide e del coraggio di affrontarle.
Ci vediamo sabato prossimo al serale di Amici di Maria De Filippi #Amici18 !

Da sabato prossimo quindi, ecco una ragione più per seguire Amici.

Chi è Vittorio Grigolo

Classe 1977, nato ad Arezzo, Vittorio Grigolo ha iniziato la sua carriera vocale 26 anni fa come solista nel Sistine Chapel Choir ea 39 anni, è considerato uno dei migliori tenori della sua generazione. Ha interpretato i ruoli principali dei tenori nei teatri più prestigiosi del mondo e il suo eccezionale talento vocale e drammatico è stato ampiamente elogiato dal suo debutto nel 2010 al Royal Opera House di Londra, a Covent Garden, come il Cavaliere dei Grieux.

Il repertorio

Il repertorio di Vittorio comprende i ruoli principali dell'opera italiana e francese come: Traviata, Boheme, Rigoletto, Elisir d'amore, Lucia di Lammermoor, Faust, Roméo et Juliette, Manon, Les Contes d'Hoffmann, Werther e molti altri e si esibisce in tutto il mondo sotto i manganelli di Chailly, Mehta, Muti, Myung-Whun Chung, Dudamel, Pappano e Maazel per citarne solo alcuni. Con un album d'esordio in oro e platino, una registrazione nominata al Grammy del West Side Story di Bernstein e i suoi album con la Sony classica "The Italian Tenor" (tabellone classico degli Stati Uniti per gli album), "Arrivederci" (2011) e "Ave" Maria "(2013), Vittorio è già affermato come artista discografico di successo. Il suo ultimo album "The Romantic Hero" è una raccolta delle arie d'opera francesi preferite di Vittorio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tenore aretino Grigolo a fianco di Ricky Martin alla direzione artistica di Amici

ArezzoNotizie è in caricamento