Al Festival del Territorio "Karate & Fiabe" per aiutare i bambini lontani

Venerdì 3 giugno, in occasione del Festival del Territorio, l'accademia Karate Arezzo (AKA) presenta a tutti una nobile collaborazione. L'AKA ha stretto un accordo con le edizioni per bambini Talking Dwarf, un nuovo progetto editoriale che...

Allievi di Acc.Karate Arezzo alla consegna mascotte TiDì

Venerdì 3 giugno, in occasione del Festival del Territorio, l'accademia Karate Arezzo (AKA) presenta a tutti una nobile collaborazione. L'AKA ha stretto un accordo con le edizioni per bambini Talking Dwarf, un nuovo progetto editoriale che ripropone le fiabe classiche e le trasforma in favole interattive che si leggono, si ascoltano, con cui si può giocare e imparare moltissime nuove parole grazie alle app che si trovano a fine favola. Sono Favolapp pronte per il cellulare, l’ iPad o il computer, realizzate con l’ausilio delle logopediste della Fondazione Ca’ Granda Ospedale Niguarda e rappresentano una vera e propria novità nel panorama dell’editoria infantile.

TiDì, il nanetto parlante protagonista delle favole interattive, per l’occasione in versione karateka, diventa così la nuova mascotte dell’Accademia Karate Arezzo ed è stato consegnato ai piccoli atleti. Per dar maggior valore al suo coinvolgimento nel mondo del Karate, TiDì che ha funzione di narratore nonché di “amico immaginario” che accompagna i suoi piccoli lettori alla scoperta di nuove storie, accetta con gioia di contribuire al progetto di adozione a distanza promosso dal Comitato Regionale Toscana “Karate Save The Children”.

“Il Karate è uno sport in cui l'etica ha sempre avuto un ruolo fondamentale, ci si stringe la mano all'inizio e alla fine di ogni incontro .- racconta Aura Nobolo, editore di Talking Dwarf- Per avere questo forte senso dell'etica bisogna avere anche un buon cuore. Sicuramente questo non manca all'Accademia Karate di Arezzo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Per ogni fiaba acquistata dai genitori ( valore 5,99€ )per i loro piccoli campioncini, 1 € sarà devoluto da TiDì all’AKA, come contributo per adottare un bambino a distanza all’interno del progetto del Comitato Regionale Toscana “Karate Save the Children.” Come fare? Basta collegarsi al sito www.talkingdwarf.com : da li sarà possibile scaricare la Favolapp. Oltre ad essere un gesto di altruismo, le Favolapp sono state pensate per essere usate da tutti i bambini, anche per chi soffre di piccoli disturbi dell’apprendimento. “Lo sport unisce, insegna il gioco di squadra e fa rispettare l’avversario. Anche le nostre fiabe, realizzate per i moderni dispositivi, coinvolgono i piccoli lettori e li spronano in piccole sfide. E sono per tutti . La sfida finale ora è vendere 300 fiabe, avere 300 piccoli lettori amanti del Karate o solo appassionati per arrivare alla cifra necessaria per nutrire e far studiare un bambino per tutto l’anno.”

L'Accademia Karate Arezzo (AKA) nasce nel settembre 2013 da un idea del Maestro cintura nera 6 dan Enzo Bertocci, responsabile tecnico. L'accademia, con i suoi 5 Maestri, vede alla presidenza la manager di grande successo Morena Berneschi. Il ruolo di vice presidente è ricoperto da Gioele Rosellini, già preparatore atletico della Nazionale Italiana Beach volley e Club Italia.

Per informazioni:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento