rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cultura

25 luglio 1943, l'arresto di Mussolini, l'armistizio e l'alleanza con gli angloamericani

Il 25 luglio 1943, il Gran Consiglio del Fascismo votò la sfiducia a Benito Mussolini. Diciannove i favorevoli al suo allontanamento e sette i contrari. Dopo ventuno anni di dittatura il Governo cambiava, un cammino che portò il Paese verso la...

Il 25 luglio 1943, il Gran Consiglio del Fascismo votò la sfiducia a Benito Mussolini. Diciannove i favorevoli al suo allontanamento e sette i contrari.

Dopo ventuno anni di dittatura il Governo cambiava, un cammino che portò il Paese verso la scelta tra repubblica o monarchia che si concluse tre anni dopo con le elezioni del referendum del 2 giugno 1946.

Mussolini fu arrestato e condotto nell'istituto penitenziario del Gran Sasso. A succedergli il generale Badoglio, colui che annuncerà a Radio Londra l'armistizio e l'alleanza con gli anglo-americani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 luglio 1943, l'arresto di Mussolini, l'armistizio e l'alleanza con gli angloamericani

ArezzoNotizie è in caricamento