Concerti Centro Storico / Via Giuseppe Garibaldi, 259

Orchestra Multietnica di Arezzo, al via dalla Casa Circondariale aretina il tour Culture contro la paura

Giovedì 6 giugno, alle ore 17:00, concerto inaugurale del tour dell'Orchestra Multietnica di Arezzo

Sarà la casa circondariale di Arezzo ad ospitare, giovedì 6 giugno alle ore 17:00, il concerto di apertura del tour estivo dell’Orchestra Multietnica di Arezzo dal titolo emblematico: “Culture contro la paura”.

Il concerto è uno tra gli eventi della Festa della Musica organizzati dal MiBACT, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e rientra fra le attività ricreative e culturali per la rieducazione dei detenuti della casa circondariale. Sarà inoltre l’occasione per la formazione aretina di continuare il dialogo, intessuto con la straordinaria potenza del linguaggio musicale, con quella parte di umanità che ha temporaneamente perduto la propria libertà. Così come avvenuto in precedenti occasioni presso la casa circondariale di Arezzo diretta da Paolo Basco, istituzione aperta al valore della multiculturalità, e più recentemente all’interno de La Dogaia, la casa circondariale di Prato, il concerto sarà molto più di un’occasione di svago per i detenuti, sarà una vera e propria finestra aperta su un confronto che non deve interrompersi tra il “dentro” e il “fuori”, tra “prigionia” e “libertà”, sul dibattito in merito alla detenzione e su una convivenza possibile immagine di futuro che non deve appartenere all’utopia.

«La nostra presenza all’interno della Casa Circondariale di Arezzo segna il nostro impegno per la realizzazione di un tour dove non suoneremo “solo canzonette”, parafrasando lo storico album di Edoardo Bennato, ma porteremo sul palcoscenico, con i nostri musicisti provenienti da 13 differenti nazioni, un alto valore umano, civile e sociale – dichiara Luca “Roccia” Baldini, presidente dell’OMA -. Un valore costruito anche insieme ai tanti ospiti che in questi dodici anni di concerti ci hanno accompagnato sulle piazze e nei teatri, a partire dagli ultimi in ordine di tempo: Dente, Alessandro Fiori, Paolo Benvegnù, Ginevra Di Marco e Dario Brunori. Artisti che hanno deciso di far parte, insieme a tanti altri, del nostro ultimo e più importante progetto, “Culture contro la paura”, in un momento storico in cui la paura troppo spesso vince sull’intelligenza».

Un progetto che uscirà non solo nel tour omonimo ma anche in un disco attualmente in fase di produzione per il quale è in corso una compagna di crowdfunding sul portale Musicraiser.com. Alla campagna possono prendere parte tutti gli estimatori dell’OMA, prendendo posizione, sostenendo il progetto e raccogliendo così l’invito a lottare culturalmente contro le tante “paure” dell’“altro da noi” rivolto dalla formazione aretina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orchestra Multietnica di Arezzo, al via dalla Casa Circondariale aretina il tour Culture contro la paura

ArezzoNotizie è in caricamento