menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sfida in costume sulla piana della Battaglia di Anghiari. E Mario Capacci a 78 anni è ancora il "cavaliere nero"

Debutto alla grande della prima edizione di Cavalcando la Battaglia la gara organizzata dagli Eventi Storici della Fise in collaborazione con il Comune di Anghiari e l'associazione Palio della Vittoria

Debutto alla grande della prima edizione di Cavalcando la Battaglia la gara organizzata dagli Eventi Storici della Fise in collaborazione con il Comune di Anghiari e l'associazione Palio della Vittoria. Pubblico caloroso ed emozionante spettacolo al campo sportivo in località san Rocco, nella stessa piana dove avvenne la Battaglia di Anghiari ritratta anche nelle opere di Leonardo da Vinci.

La serata è partita con l'esibizione dei Cavalieri di Arezzo di Mario Capacci che a 78 anni suonati anima ancora il gruppo in sella al suo cavallo travestito da cavaliere nero.

c

Poi la gara degli Eventi Storici della Fise che ha visto sfidarsi sugli anelli amazzoni e cavalieri toscani.

Alla fine ad avere la meglio su tutti è stato Mauro Piantini per anni riserva del quartiere di Porta Sant'Andrea ed ora seguito da Angiolo Checcacci nel suo club ippico. Seconda posizione a pari merito per Marco Cherici anche lui ex giostrare e Lorenzo Desimone. In gara anche Adalberto Rauco giostrare di Porta Crucifera, Luca Bichi, Alessandro Ugolini e le amazzoni Erika Cherici e Francesca Giacomoni.

Soddisfatto per aver dato vita a questa nuova gara degli Eventi Storici Goffredo Pasquini, segretario della Fise Toscana e referente nazionale di questa disciplina. "È tutto bene - dice - gli stessi cavalieri hanno lavorato molto bene rispettando in pieno le regole sportive. Ringrazio la comunità di Anghiari per aver accettato questa gara sulla fiducia. Ora l'obiettivo è farla diventare una tappa annuale fissa."

Entusiasta il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri: "Anghiari ha una grande tradizione sportiva già con il Palio della Vittoria, quest'anno volevamo aggiungere anche i cavalli per festeggiare al meglio l'anniversario di Leonardo da Vinci. Questa gara ci è piaciuta e contiamo di ripeterla tutti gli anni."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento