Eleonora Betti e il suo divieto di sbagliare al teatro Verdi

Evento speciale al Teatro Verdi di Monte San Savino, venerdì 15 marzo, con la cantautrice Eleonora Betti in "Il divieto di sbagliare".

Venerdì 15 marzo, con inizio alle ore 21:15, evento speciale al Teatro Verdi di Monte San Savino in occasione della Giornata Internazionale delle Donne. Protagonista la cantautrice Eleonora Betti, savinese cresciuta in ambiente romano con percorsi e incontri musicali di levatura internazionale, che porterà sul palcoscenico del suo teatro il viaggio dentro all’animo umano, a volte con tratti onirici, compiuto grazie al suo album d’esordio, “Il divieto di sbagliare”. Eleonora Betti, pianista oltreché musicologa, finalista nel 2018 a “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”, sarà accompagnata sul palco da Angelo Maria Santisi (voloncello) e Gino Binchi (percussioni).

A cura di Comune di Monte San Savino e Officine della Cultura. “Il divieto di sbagliare” è un viaggio sempre in punta di piedi, con la delicatezza con cui Eleonora ama guardare le cose, come i dettagli della campagna toscana in cui è cresciuta. Si raccontano storie di uomini perduti sulla luna, di conigli bianchi da seguire per trovare luoghi fantastici, di maestri che raccomandano attenzione (‘Quella di matematica l’aveva detto che se ripeti tanto e male proprio non ha senso, se ripeti tanto e male non è mai abbastanza’), del lasciarsi tuttavia la possibilità di commettere errori, che altro non sono che parte integrante del percorso da compiere.

D’altra parte, “il divieto di sbagliare”, dice Eleonora nel brano che dà il titolo al disco, “è prigione naturale”. Le influenze sono quelle del folk, del pop internazionale, del jazz, della classica, ed entrano morbidamente l’una nell’altra. Ha scritto Fulvio Paloscia su La Repubblica: “Il suo pop d’autore e da camera, soffuso d’archi e di fiati, non è un ninnolo luccicante da mettere in mostra nella vetrina del salotto buono, ma è la via d’uscita da prigioni sonore, da obblighi di genere, da etichette precostituite e appiccicate da chi è sempre in cerca di definizioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Informazioni: a Monte San Savino presso Teatro Verdi, Via Sansovino 66, tel. 0575 810498, sabato 20.30 – 23.30 e domenica 15.00 – 18.30; ad Arezzo presso Officine della Cultura, via Trasimeno 16, tel. 0575 27961 - 338 8431111, dal lunedì al venerdì 10.00 – 13.00 e 15.30 – 18.00. Prevendite on line presso BoxOffice Toscana e Ticktone. Biglietteria il giorno di spettacolo presso il Teatro con apertura alle ore 20.00. Sito di riferimento: www.officinedellacultura.org.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento