Domenica, 1 Agosto 2021
Economia

Unicoop Firenze, il bilancio 2017: vendite su dell'1,8%

Si tiene questo pomeriggio alle 16.30 al presso l'Associazione Electra aps onluns – CLA (via del Trionfo 27 - Arezzo) la presentazione della proposta di bilancio 2017 di Unicoop Firenze. Come ogni anno, la Cooperativa torna a illustrare ai soci...

coop_punto_vendita

Si tiene questo pomeriggio alle 16.30 al presso l'Associazione Electra aps onluns - CLA (via del Trionfo 27 - Arezzo) la presentazione della proposta di bilancio 2017 di Unicoop Firenze. Come ogni anno, la Cooperativa torna a illustrare ai soci gli obiettivi raggiunti e le iniziative realizzate negli scorsi 12 mesi. L'appuntamento di questo pomeriggio è solo una delle 66 tappe previste per presentare la proposta di bilancio nei territori delle 38 sezioni soci Coop.

Il 2017 per Unicoop Firenze è stato un anno positivo, chiuso con un incremento delle vendite e degli occupati. Nel 2017 le vendite hanno raggiunto quota 2.416 milioni di euro (al lordo di iva), aumentando il risultato del 2016 di 1,8 punti percentuali: un risultato positivo che va a incrementare lo stato patrimoniale della Cooperativa.

Nello stesso periodo in Cooperativa l'occupazione è cresciuta: con 60 unità in più rispetto al 2016, la Cooperativa ha toccato quota 8.132 dipendenti, di cui oltre l'88% a tempo indeterminato. L'anno passato Unicoop Firenze ha speso per investimenti 32 milioni di euro.

DATI PRINCIPALI DI UNICOOP FIRENZE

(Confronto 2017 su 2016, al 31/12)

Vendite (in milioni di euro) 2.416 | 2.373 | +1,8

Sulla convenienza, Unicoop Firenze ha garantito una politica di prezzi bassi nei suoi punti vendita, contribuendo così anche ad abbassare il livello dei prezzi in generale. Nel 2017 in tutte le 7 province in cui opera Unicoop Firenze l'indice dei prezzi rilevati è stato sensibilmente inferiore rispetto alle medie nazionali e sei province sono rientrate nei primi 10 posti fra i territori più convenienti in Italia. Ai soci in particolare la Cooperativa nel 2017 ha erogato sconti per 164,9 milioni di euro fra sconti e punti spesa.

Rispetto al territorio, in Unicoop Firenze l'incidenza dei fornitori toscani è doppia rispetto alla media dei concorrenti. Nel 2017 Unicoop Firenze ha introdotto altri 200 nuovi piccoli produttori toscani fra i propri fornitori, che si vanno ad aggiungere ai 700 già presenti. La Cooperativa ha inoltre aggiunto 150 nuovi piccoli produttori ortofrutticoli del territorio, gestiti attraverso sette piattaforme di raccolta e distribuzione per far arrivare sui banchi di Unicoop Firenze i prodotti locali e di stagione coltivati a pochi chilometri dal punto vendita. Con questi produttori la Cooperativa fattura oltre 40 milioni di euro che restano sul territorio toscano.

Il 2017 è stato anche l'anno in cui la Cooperativa ha varato un nuovo piano di aperture festive, volto a tenere insieme etica ed impresa, valori cooperativi e sostenibilità economica, garantendo la chiusura nelle dieci festività "comandate" religiose e civili e, durante l'anno, l'apertura domenicale è limitata alla sola mattina (8.30-13.30) nel 40% dei punti della rete di vendita (48 negozi).

Buona la performance di Arezzo dove, dal 2016 al 2017, le vendite sono cresciute del 3,53%. L'Aretino è inoltre uno dei territori dove la campagna di scouting di Unicoop Firenze, alla ricerca di nuovi produttori locali da includere fra i propri fornitori, ha dato ottimi frutti. Fra le realtà più significative, da citare Betadue, cooperativa sociale di tipo B che si occupa di integrazione e inclusione lavorativa, i cui prodotti Tuttibuoni dallo scorso anno sono in vendita nei punti vendita di Figline, Montevarchi e Arezzo (video: https://www.youtube.com/watch?v=r3N6C5kry6Y).

Per la sezione soci Coop di Arezzo, il 2017 è stato l'anno dei molti traguardi raggiunti nel settore della solidarietà e dell'impegno per il territorio. Da ricordare in particolare la realizzazione del progetto Mosaichiamoci - Artisti per sempre, nell'ambito della campagna di crowdfunding Pensati con il cuore della Fondazione Il Cuore si scioglie. Attraverso le donazioni online su Eppela e le iniziative della sezione soci, in quaranta giorni sono stati raccolti oltre 6.500 euro, a cui si sono aggiunti 5mila euro della Fondazione, con cui l'Associazione Ezechiele ha potuto portare avanti le attività di inclusione di ragazzi disabili, scuole e persone a rischio emarginazione nella realizzazione del mosaico più grande d'Europa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unicoop Firenze, il bilancio 2017: vendite su dell'1,8%

ArezzoNotizie è in caricamento