Ubi, Massiah: "Acquisizione delle tre banche l'evento più importante del 2017. Ora la migrazione di Banca Etruria"

Con una lunga intervista il consigliere delegato di Ubi Banca, Victor Massiah, ha fatto il punto sui risultati dei primi nove mesi dell'anno. Un anno particolare, nel quale ha visto la luce l'acquisizione delle tre banche salvate, tra le quali...

victor-massiah

Con una lunga intervista il consigliere delegato di Ubi Banca, Victor Massiah, ha fatto il punto sui risultati dei primi nove mesi dell'anno. Un anno particolare, nel quale ha visto la luce l'acquisizione delle tre banche salvate, tra le quali Banca Etruria. E proprio a pochi giorni dalla completa migrazione dell'istituto aretino nel gruppo, il cd spiega quale è stato l'impatto.

“Banca unica”: è stato un evento estremamente importante, che, direi, possiamo dare ormai non solo per completato

ma anche considerare un esempio di grande successo sotto tutti i punti di vista: la macchina operativa ha saputo

consegnare questo progetto con addirittura quattro mesi d’anticipo in confronto a quello che era il piano; la reazione

dal punto di vista della componente commerciale è stata di estrema efficacia: non abbiamo, in questo passaggio,

perso quote di mercato e anzi addirittura in alcune situazioni ne abbiamo guadagnate. Il rapporto coi clienti non ha

minimante risentito di questa migrazione.

Poi, al contempo, abbiamo completato dapprima la parte contrattuale dell’acquisizione delle tre banche e poi, a

cavallo dell’estate, abbiamo realizzato l’integrazione con le banche. A che punto siamo con queste tre banche:

innanzitutto è importante ricordare che due weekend fa è stata integrata in maniera definitiva Banca Marche.

Ovviamente adesso c’è una situazione di fine tuning; durante questo fine tuning è evidente che i nostri nuovi colleghi

devono abituarsi, insieme alla clientela, ai nuovi processi: anche a processi più ordinati, va detto, perché ad esempio il

censimento anagrafico deve essere ultimato in maniera più completa possibile, ma – permettetemi di dire –

complessivamente è un esempio di estremo successo considerati anche i tempi. In fondo noi abbiamo preso il

controllo operativo di queste banche a inizio maggio, a fine ottobre si è completata la prima migrazione: la più complessa, la più importante, quella della banca più grande, alla fine di questo mese di novembre si completerà la migrazione di Banca Etruria e all’inizio del prossimo anno Carichieti completerà definitivamente questo ciclo.

Anche dal punto di vista dei risultati economici ci troviamo di fronte ad una situazione estremamente positiva, in

quanto le tre banche stanno raggiungendo molto più velocemente di quanto atteso il punto di break even. Carichieti è

praticamente già a breack even, le due banche maggiori lo saranno a mio avviso in maniera praticamente certa nel

corso del 2018. Questo grazie a una governance estremamente semplificata e a una capacità di realizzazione da parte

sia della “macchina” interna di UBI a perimetro “storico”, sia da parte dei colleghi nuovi che hanno dimostrato una

voglia di fare – una voglia di rivalsa, se posso definirla tale – estremamente elevata. Per quanto riguarda il risultato del

terzo trimestre, io credo che ci siano alcuni aspetti da mettere in maniera chiara sotto la luce. Il primo è sicuramente il rimbalzo del margine di interesse: è un piccolo rimbalzo ma estremamente simbolico e

significativo dopo tanti trimestri in discesa. Questo è dovuto sia alla componente della banca a perimetro storico ma

ancor di più alla componente delle nuove banche che stanno vedendo un riprezzamento radicale del costo della

liquidità.

Molto bene anche la componente commissionale, che pur risentendo della ovvia stagionalità risulta comunque essere

in significativa crescita complessivamente in confronto all’anno precedente.

I costi continuano a essere sotto controllo, nonostante la progettualità, e questo credo sia un aspetto determinante, e,

in più, va sottolineato che recentemente è stato firmato il nuovo accordo con le componenti sindacali per quanto

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
riguarda le tre banche.

Le parole di Massiah sono state pronunciate oggi, quando il Consiglio di Gestione di UBI Banca ha approvato i risultati consolidati dei primi 9 mesi del 2017, che includono, a partire dal 1 aprile 2017, quindi per due trimestri, le 3 Banche recentemente acquisite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento