Ubi Banca emette il Social Bond “Comunità per Calcit Arezzo”

UBI Banca annuncia l’emissione di un nuovo prestito obbligazionario solidale (Social Bond) “Social Bond UBI Comunità per CALCIT Arezzo”, per un ammontare complessivo di € 5.475.000. L’istituto di credito sosterrà il Comitato Autonomo Lotta Contro...

bond ubi calcit13

UBI Banca annuncia l’emissione di un nuovo prestito obbligazionario solidale (Social Bond) “Social Bond UBI Comunità per CALCIT Arezzo”, per un ammontare complessivo di € 5.475.000. L’istituto di credito sosterrà il Comitato Autonomo Lotta Contro i Tumori di Arezzo (CALCIT) nell’acquisto di nuove apparecchiature di screening, con un finanziamento agevolato di 475.000€ a cui si aggiungerà una erogazione liberale che potrà arrivare fino a 25.000€ in caso di in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell’offerta.

Attività e obiettivi del progetto

Con il progetto “Breast Cancer Unit – Centro di Senologia di Arezzo”, CALCIT Arezzo, in collaborazione con l’Azienda USL Toscana sud est, intende dotare l’ospedale aretino San Donato di apparecchiature ad alta tecnologia che possano aumentare le possibilità di scoprire precocemente quei tumori che attualmente hanno più difficoltà ad essere rilevati, garantendo quindi maggiori possibilità di guarigione. Risultati possibili grazie all’acquisto, a fronte di 475.000€ finanziati da UBI Banca, di un mammografo di ultima generazione dotato di tomosintesi/sistema stereotassico e contrasto, di un ecografo di alta fascia e di un'implementazione in radioterapia rivolta sempre alla cura del tumore della mammella.

Questi macchinari miglioreranno sensibilmente l’appropriatezza dei test diagnostici rivolti alle donne dai 45 ai 74 anni che aderiranno allo screening e saranno utilizzabili anche per successivi trattamenti in caso di malattia. Il progetto, perfezionando la diagnosi precoce, consentirà di abbattere significativamente la mortalità per questo tipo di tumori.

Fino a 25.000 € di contributo mediante erogazione liberale

Il contributo complessivamente devoluto da UBI Banca al CALCIT, a titolo di liberalità, per sostenere il progetto “Breast Cancer Unit – Centro di Senologia di Arezzo”, può arrivare fino a 25.000 euro in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell’offerta. Tale cifra corrisponde allo 0,5% dell'importo collocato al netto della quota finanziata. Le obbligazioni, emesse da UBI Banca, hanno un taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 30 mesi, cedola semestrale, e un tasso fisso annuo lordo pari a 1,45 % (1,073 % netto annuo). Possono essere sottoscritte dal 23 ottobre 2018 al dal 16 novembre 2018, salvo chiusura anticipata dell’offerta.

I clienti potranno inoltre, grazie all’app UBI Banca, tramite il circuito Jiffy, effettuare donazioni a favore del CALCIT al numero +39 331 9859299.

“È evidente che oggi, nel delicato comparto della salute, il welfare pubblico non è più in grado di sostenere direttamente e da solo i costi crescenti che i miglioramenti della tecnologia medicale comportano per macchinari indispensabili alle diagnosi e alle cure più avanzate” - afferma Vincenzo Algeri, responsabile Area UBI Comunità di UBI Banca – “La soluzione si trova sempre più spesso in forme di collaborazione innovativa tra Pubblico, Privato e Privato sociale. Ne è un esempio il Social Bond UBI Comunità per CALCIT Arezzo, che consente al Comitato di agire con efficacia a favore della prevenzione oncologica tramite l’acquisto di tecnologie all’avanguardia, portando così il Centro Senologico di Arezzo a livelli di eccellenza in Toscana”.

“Il progetto “Breast Cancer Unit – Centro di Senologia di Arezzo” nasce in collaborazione con la Usl Toscana sud est ed ha il preciso obiettivo di offrire a tutte le donne del nostro territorio le migliori condizioni per diagnosticare precocemente, attraverso lo screening, e con la massima appropriatezza, il tumore della mammella” afferma Giancarlo Sassoli, Presidente CALCIT Arezzo. “Abbiamo individuato la più innovativa tecnologia sul mercato della quale dispongono pochissimi centri di riferimento nazionali ed oggi grazie ad UBI Banca, che ha finanziato e sostenuto il progetto, il Centro di Senologia di Arezzo sarà in grado di effettuare test diagnostici con maggior comfort e massima affidabilità. Doveroso il ringraziamento a tutti i cittadini che ci sosterranno così come ci hanno sempre sostenuto in occasione della costruzione di due Centri Oncologici, della Radioterapia, della TC-PET, del Servizio Scudo per le cure domiciliari oncologiche, della Chirurgia Robotica, del sistema ApotecaChemo per la preparazione delle terapie oncologiche attraverso innumerevoli donazioni per il valore di oltre 30 milioni di euro effettuate in 40 anni di impegno sempre a favore della Sanita Pubblica del territorio aretino.”

“Riconoscendo il CALCIT come una delle più importanti realtà del terzo settore di questa area, abbiamo deciso con soddisfazione di lanciare un Social Bond, operazione a cui stiamo dedicando grande impegno. Oltre all’erogazione liberale connessa all’emissione, abbiamo riservato a CALCIT un finanziamento a condizioni di estremo favore per i 475.000€ necessari all’acquisto di questi macchinari” - sottolinea Silvano Manella, responsabile Macro Area Lazio, Toscana e Umbria. “Una grande opportunità per tutelare la salute di coloro che vivono in questo territorio e in particolar modo delle donne e delle loro famiglie, oltre che per supportare la USL Toscana sud est. Un’attenzione che da quando UBI Banca, oltre un anno fa, ha fatto il proprio ingresso in questo territorio non è mai mancata anche attuando numerose iniziative economiche, sociali e culturali con un forte valore aggiunto per il futuro di questa comunità”.

“Quando mesi fa UBI Banca ci ha presentato l’operazione” – dichiara Lucia Tanti, assessore alle politiche sociali e sanitarie del Comune di Arezzo – “abbiamo pensato come amministrazione comunale di indicare alcuni possibili beneficiari e tra questi è emerso il CALCIT. Non possiamo che essere soddisfatti nel vedere destinatario un soggetto, come quest’ultimo, da sempre impegnato nel sociale e che nel 2018 festeggia i suoi 40 anni. L’amministrazione comunale registra con piacere alcuni aspetti: innanzitutto l’avvicinamento fra una realtà nuova come UBI Banca e una realtà consolidata come il CALCIT, in secondo luogo l’ingresso importante della prima nell’ambito del territorio aretino grazie a un investimento in solidarietà, infine la prosecuzione da parte della seconda di un’opera ultradecennale che anche stavolta permetterà alle strutture sanitarie un salto di qualità tecnologico, diagnostico e terapico”.

I Social Bond UBI Comunità

I Social Bond sono prestiti obbligazionari finalizzati al sostegno di iniziative di elevato valore sociale, che offrono ai sottoscrittori un rendimento di mercato e prevedono che, con il funding rinveniente dal collocamento, la Banca eroghi somme di denaro a titolo di liberalità o di finanziamento a condizioni competitive a sostegno di progetti o investimenti ad elevato impatto sociale. Coinvolgono e premiano realtà significative del non profit nei territori di riferimento, caratterizzate da buona capacità di mobilitazione degli stakeholder e con progetti ad alto impatto sociale.

Da aprile 2012 a settembre 2018 il Gruppo UBI Banca ha emesso 90 Social Bond UBI Comunità, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per oltre 4,8 milioni di euro volti a sostenere iniziative di interesse sociale e sono stati sottoscritti da oltre 35.000 clienti del Gruppo UBI. Inoltre sono stati attivati plafond per finanziamenti per oltre 20 milioni di euro destinati a consorzi, imprese e cooperative sociali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento